Biden e il Congresso determinati a trascinare gli Stati Uniti in guerra con la Russia: Dr. Ron Paul

L’ex candidato alla presidenza americano, il dottor Ron Paul, afferma che invece di sostenere i negoziati tra Ucraina e Russia che potrebbero portare a un cessate il fuoco, gli Stati Uniti stanno effettivamente intensificando il conflitto perché il Congresso e l’amministrazione Biden sono determinati a trascinare Washington in una guerra con Mosca.

“Il Congresso e l’amministrazione statunitense sembrano determinati a trascinare gli Stati Uniti in una guerra con la Russia per l’Ucraina. Il senatore Lindsay Graham chiede apertamente che qualcuno uccida il presidente russo e molti nella Camera degli Stati Uniti hanno chiesto all’amministrazione di stabilire una “no-fly zone” sull’Ucraina”, ha scritto il dottor Paul in un articolo pubblicato lunedì.

“Sono pazzi? Una no-fly zone significa distruggere qualsiasi cosa e tutto ciò che può impedire il dominio aereo totale degli Stati Uniti. Ciò significa un attacco ai sistemi missilistici e di difesa aerea russi all’interno della Russia. In altre parole, la terza guerra mondiale”, ha aggiunto.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto agli Stati Uniti di stabilire “no-fly zone” per proteggere l’Ucraina dagli attacchi aerei russi e smettere di acquistare petrolio e gas russi.

Il presidente russo Vladimir Putin ha avvertito che qualsiasi tentativo di imporre una no-fly zone in Ucraina porterebbe a conseguenze catastrofiche per il mondo.

Putin ha affermato che il suo paese sta difendendo le comunità di lingua russa attraverso la “smilitarizzazione e denazificazione” dell’Ucraina in modo che il loro vicino diventi neutrale e non minacci più la Russia.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, tuttavia, ha definito l’azione militare russa in Ucraina un “attacco non provocato e ingiustificato” e i principali media americani lo hanno descritto come il più grande assalto a uno stato europeo dalla seconda guerra mondiale da parte della Russia.

Il dottor Paul ha denunciato l’operazione militare russa, ma poi ha chiesto: “È davvero necessario per noi giocare con il nostro annientamento nucleare?”

“Purtroppo, un grande gruppo bipartisan al Congresso sembra pensarla così”, ha aggiunto.

“Gran parte di ciò che sta accadendo in Ucraina può essere fatta risalire all’amministrazione Obama. Funzionari del Dipartimento di Stato come Victoria Nuland e Antony Blinken hanno pianificato ed eseguito il rovesciamento del governo ucraino nel 2014. Questo è ciò che ci ha messo su questa strada verso il conflitto, poiché il governo è entrato in vigore dopo che il colpo di stato ha iniziato a chiedere l’adesione alla NATO”, ha rivelato.

“Blinken, Nuland e gli altri responsabili di questo atto atroce sono tornati al governo in posizioni più importanti sotto il presidente Biden e hanno continuato a portare avanti la loro agenda per l’Ucraina”, ha affermato.

Laboratori biologici USA in Ucraina

Splendida ammissione negli Stati Uniti

Martedì gli Stati Uniti hanno fatto un’ammissione sbalorditiva, affermando che l’Ucraina ospita “strutture di ricerca biologica” finanziate dagli Stati Uniti.

Il sottosegretario di Stato americano per gli affari politici Victoria Nuland ha espresso preoccupazione durante un’audizione al Senato sull’Ucraina dopo che la Russia ha pubblicato documenti che mostrano che a Kiev è stato ordinato di eliminare urgentemente le tracce di quello che era considerato un programma di armi biologiche, finanziato dal Pentagono.

In precedenza, il ministero della Difesa russo ha dichiarato di aver trovato prove di biolab finanziati dagli Stati Uniti in Ucraina.

Il ministero ha affermato di aver monitorato da vicino i programmi di armi biologiche sviluppati dal Pentagono nei paesi post-sovietici, aggiungendo che, secondo nuove scoperte, in Ucraina in particolare si è formata una “rete” di oltre 30 laboratori biologici.

Analista: La propaganda anti-russa di Washington ha raggiunto un tono febbrile
La propaganda anti-russa di Washington ha raggiunto il culmine, secondo un analista politico americano.
“A tre settimane dall’inizio di questa terribile guerra, gli Stati Uniti non stanno portando avanti i colloqui con la Russia. Come riportato di recente da Antiwar.com, invece di sostenere i negoziati tra Ucraina e Russia che potrebbero portare a un cessate il fuoco e alla fine dello spargimento di sangue, il governo degli Stati Uniti sta effettivamente intensificando la situazione che può solo aumentare lo spargimento di sangue”, ha scritto il dottor Paul.

“Il flusso costante di armi statunitensi e alleate in Ucraina e i discorsi sul sostegno a un’insurrezione estesa non sembrano progettati per dare all’Ucraina una vittoria sul campo di battaglia, ma piuttosto per consegnare alla Russia quella che il Segretario di Stato Blinken ha definito ‘una sconfitta strategica’”, ha aggiunto .

“Sembra davvero che l’amministrazione Biden intenda combattere la Russia fino all’ultimo ucraino”, si è lamentato.

Armi letali all’Ucraina

Gli Stati Uniti inviano milioni di dollari in “armi letali” in Ucraina

Gli Stati Uniti hanno fornito all’Ucraina diverse centinaia di milioni di assistenza militare aggiuntiva.

Sabato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha autorizzato l’equipaggiamento militare aggiuntivo da 200 milioni di dollari per l’Ucraina.

Washington ha già autorizzato 350 milioni di dollari di equipaggiamento militare il 26 febbraio, dopo che il segretario di Stato americano Antony Blinken ha annunciato che il Dipartimento di Stato stava rilasciando “assistenza difensiva letale” dalle azioni statunitensi all’Ucraina.

La Russia ha affermato che le sue forze potrebbero prendere di mira le forniture di armi occidentali in Ucraina e che l’afflusso di armi trasformerebbe i convogli “in obiettivi legittimi”.

Fonte: www.presstv.ir

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti
  • Niko
    Inserito alle 12:16h, 17 Marzo Rispondi
  • Manente
    Inserito alle 14:02h, 17 Marzo Rispondi

    “Il senatore Lindsay Graham chiede apertamente che qualcuno uccida il presidente russo”, dichiarazioni gravissime che vanno molto oltre lo scontro politico, diplomatico ed addirittura anche militare che dimostrano che le istituzioni americane sono occupate da avanzi di galera che non si fermano davanti a nulla, delinquenti incalliti per i quali l’assassinio degli avversari rientra nelle loro pratiche abituali. L’elenco delle vittime di costoro è lungo, Kennedy, Moro, Sadat, Mattei Olaf Palme sono solo alcuni fra i tanti. La pericolosità sociale e politica di questa cupola di malfattori è evidente, come è palese la loro cointeressenza con i media main-stream che non solo si guardano bene dal denunciare le pratiche delittuose di costoro, quanto dipingono come “criminali” quanti come Putin osano contrastarli. La situazione è grave e viene da chiedersi se il presidente russo destinatario di minacce di tale inaudita gravità, non abbia il diritto giuridico, politico e morale di emettere un mandato di cattura internazionale per “assicurare alla Giustizia” con ogni mezzo questo Lindsay Graham e quelli come lui.

  • Gabriella
    Inserito alle 22:18h, 17 Marzo Rispondi

    I governanti occidentali mi sembrano tutti pazzi e rabbiosi. Forse manca la capacità di ragionare e di mediare che aveva Frau Merkel.
    Qui siamo allo sbando . L’Italia deve star fuori da questa guerra. Inviare armi è irresponsabile e pericolosissimo.
    Che interessi vitali ha l’Italia in Ucraina? Credo nessuno. Sicuramente meno di quelli che aveva in Libia, dove lasciò fare ai guerrafondai contro il suo interesse. Adesso vuole sanzionare la Russia sempre contro il suo interesse.
    Ma che razza di paese è l’Italia?

    • Andrea Danton
      Inserito alle 02:31h, 18 Marzo Rispondi

      Quei pazzi ,psicopatici, sociopatici ,deficenti ignoranti e infantili dei nostri PRIVILEGIATI POLITICI SERVI DEGLI USA affetti pure dalla sindrome del piccolo “Dittatore” sono sicuri è certi che la Russia Capitalista Attuale si comporterà nella stessa identica maniera della vecchia buona URSS Comunista facendo gli stessi “errori ” militari-diplomatici -economici .
      La Russia Capitalista NON ha fatto affatto gli stessi errori del Urss !
      La Russia Federata si è preventivamente protetta da eventuali Sanzioni perciò le sanzioni USA e dei suoi paesi satelliti con regimi fantoccio Filo-USA NON avranno grosse ripercussioni .
      La Russia il Gas lo può vendere alla Cina !
      Mentre gli Europei senza GAS vanno in ROVINA !
      La Russia è abituata a ricevere sanzioni-embarghi-divieti-critiche dispettini vari e pure tanti NO !
      USA & UE NON sono abituati a venir SANZIONATI-DANNEGGIATI ECONOMICAMENTE Nè SONO ABITUATI A RICEVERE UN NIET DALLA RUSSIA !
      Forse la invaderanno e poi le truppe corrazzate Russe isseranno di nuovo la Bandiera Rossa a Berlino-Roma-Parigi .

  • Maria Cristina Tagliabue
    Inserito alle 08:46h, 18 Marzo Rispondi

    L’ Italia, lo stato italiano che corrisponde all’ insieme dei contribuenti ed degli elettori, non è il governo italiano attuale. Questo governo segue una sua politica che non contempla il benessere e il futuro dello Stato italiano.
    Le numerose e di vario genere crisi che hanno preceduto l’ invasione dell’ Ucraina dovrebbero far riflettere. Molta gente vicina ai governi è riuscita a raccogliere “legalmente” denaro dallo Stato. Dpcm….

  • Gianni
    Inserito alle 08:57h, 18 Marzo Rispondi

    La vergogna sono i nostri politici , Draghi un socio occulto dei banchieri internazionali che fanno soldi con le armi e non sa’ esattamente un tubo di politica e mediazione , e poi quell’incompetente di Di Maio con la 3 media e senza alcuna esperienza politica internazionale , abituati solo a fare i viaggi con i voli di Stato . Esattamente come la Pandemia sia stata gestita da un incompetente come Speranza adesso abbiamo di Maio ex bibitaro del San Paolo ,per non parlare della pletora di parlamentari servi e traditori della patria , ci faranno Bombardare pur di non andare a casa. Ma l’Italia dov’è???????

  • eusebio
    Inserito alle 20:42h, 18 Marzo Rispondi

    L’oligarchia che controlla gli USA è andata completamente fuori di testa, le rivelazioni russe sui biolaboratori USA in Ucraina, che essendo diffusi pure in Kazakhstan, di cui uno ad Almaty vicino al confine cinese in cui le truppe russe durante gli ultimi disordini nel paese non sono potute entrare, e che quindi dovrebbero preoccupare pure la dirigenza cinese che invece sembra proclive più a trattare con gli yankee che ad andare ad uno scontro frontale, la sta terrorizzando a morte.
    Forse temono che le rivelazioni su virus profilati geneticamente per sterminare determinate etnie possano portarli davanti ad un tribunale per crimini di guerra, e magari svelare che il virus del covid fatto uscire a Wuhan doveva colpire per primi i cinesi.
    Comunque il lavoro probabilmente era già iniziato negli stessi USA, dove ormai da decenni è in corso una strana epidemia provocata da farmaci a base di oppioidi, epidemia che ha portato a diversi processi a dirigenti di alcune case farmaceutiche.
    In fondo i russi sono solo i primi a ribellarsi a queste minacce, anche perchè sono per ora i soli che hanno le armi nucleari e convenzionali per farlo.