Bibbiano. Le uova del drago

di Roberto Pecchioli –

La vicenda dei bambini strappati ai genitori naturali nella provincia emiliana, con il coinvolgimento del sindaco PD dI Bibbiano, l’indagine a carico di operatori sociali, psicologi e sanitari ha squarciato il velo su un sistema che è troppo facile liquidare come la repubblica degli orchi. Gli orchi esistono e sono forti, qualcuno forse è anche a Bibbiano, ma la realtà è più seria.
Parafrasando un romanzo di Pietrangelo Buttafuoco che fu un caso letterario nel 2005, potremmo affermare che si sono dischiuse le uova del drago. Una lunga incubazione ha fatto di tesi assurde, estreme, patrimonio di pochi allucinati, l’orizzonte dell’Occidente postmoderno. La morte di Dio, l’oblio della comunità e la tenace lotta contro la famiglia, legate dal filo della prevalenza degli “esperti” e del disprezzo della natura non potevano che rendere possibile al drago di imporsi in una società priva di anticorpi.


Nell’inchiesta relativa ai bimbi allontanati dai parenti attraverso la manipolazione di fatti, perizie, l’uso spregiudicato di un potere rivelatosi spietato e corrotto, il loro collocamento-ricondizionamento in strutture create ad hoc o presso famiglie ideologicamente affini al drago, meglio se omosessuali o omogenitoriali, ci sono tutti gli ingredienti velenosi che infettano la nostra società: il disagio reale di migliaia di bambini in assenza della famiglia e del suo spappolamento, il potere smisurato delle burocrazie alleate con professionisti a fattura, l’ingegneria sociale tesa a riformattare l’umanità sin dall’infanzia secondo criteri antropologici spaventosi, il disprezzo per la legge naturale, lo sfondo torbido della sessualità invertita, la cultura del costruttivismo sociale al servizio del degrado etico e sociale.

Si respira l’aria del coinvolgimento di vari poteri, da quello politico amministrativo al livello educativo sino a spezzoni del potere giudiziario in un angolo d’Italia in cui l’intera società è controllata con mano ferrea da oltre settant’anni dal Partito Comunista e adesso dai suoi eredi.
Si ingannerebbe tuttavia chi rassicurasse se stesso circoscrivendo il tumore alla val d’Enza. Nel Lazio è richiesta l’istituzione di una commissione regionale che indaghi sul tema, è recente la sentenza definitiva sui fatti terribili del Forteto, la comunità toscana dove bambini e ragazzi furono abusati per anni. I dati non sono concordi, ma tutti riconoscono che sono migliaia i minori sottratti alle famiglie dal potere pubblico con criteri arbitrari, motivazioni assurde. In molti casi, osiamo sperare, si tratta di un estremo atto di tutela dei minori, l’assunzione di responsabilità rispetto al vuoto, al degrado, alla miseria materiale o morale. In altre situazioni, si intravvedono i contorni di una precisa operazione – politica in senso lato, storica, antropologica – orientata a ricondizionare dal basso, dai primi anni di vita, una società già malata per suo conto, abbattendo quel che resta dell’istituzione familiare.
Nella nostra giovinezza era comune l’affermazione che fosse in ogni caso meglio una cattiva madre che nessun genitore o l’orfanotrofio. Saggezza superata da un terremoto antropologico imprevedibile, o forse no, giacché l’infanzia non è mai stata un momento magico nella vita degli uomini, e che sulle nuove generazioni si è sempre allungata la mano violenta, talvolta crudele, del potere. Ce lo ha ricordato nel suo libro estremo, terminato poco prima di morire, Ida Magli, la grande antropologa e storica femminista, Figli dell’uomo, in cui squarcia il velo sul mito ingannevole dell’infanzia.
La tesi della Magli è che il bambino non è mai stato un soggetto autonomo e che la società degli adulti ha molto spesso abusato in modo atroce dei piccoli di uomo. Nonostante in ogni tempo la mortalità infantile sia stata altissima, Ida Magli nota ad esempio che la pediatria, come branca specifica della medicina, è una delle più recenti. Il libro della Magli è un pugno nello stomaco, una provocazione culturale acutissima, giacché smaschera la realtà. “Nulla appare più coerente oggi del fatto che la fine della civiltà occidentale si sia realizzata contemporaneamente al rivelarsi degli aspetti più orridi della storia del bambino”.
Giù le mani dal figlio dell’uomo, dunque, a Bibbiano come nelle officine di Vulcano della nuova antropologia negativa e ovunque, ricordando le durissime parole di Gesù nel Vangelo di Matteo (18,6) “ Chi scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettata nell’abisso del male “.

Proteste contro l’ideologia LGBT


Un brano che dovrebbe risuonare nella coscienza di ognuno, a cominciare dagli uomini di chiesa coinvolti in abusi su minori, senza dimenticare i tanti soggetti che attraverso l’infanzia utilizzano il potere loro affidato per scopi ideologici, arricchimento personale, realizzazione di obiettivi di carriera, rifare, ricostruire secondo i propri convincimenti culturali o orientamenti sessuali le personalità in formazione su cui agiscono.
Il caso di Bibbiano è sconcertante per le estese complicità, il ruolo di uno psicologo dall’aspetto di guru visionario che tale non è, in quanto laureato in lettere, la presenza di operatrici sociali di vario livello in maggioranza lesbiche, lo spaccato di una rete, come dire, gender and gay-friendly, che riusciva, pare, a orientare le scelte dell’autorità giudiziaria in termini di affido e adozione di minori a coppie omosessuali, forzando, enfatizzando o inventando le problematiche dei minori e delle famiglie d’origine. Una macchina bene oliata che invera le peggiori distopie, nella convinzione che i bambini, cittadini di domani, siamo proprietà di chi detiene il potere. Nulla di nuovo: iniziò Platone due millenni e mezzo or sono, continuarono pressoché tutti gli spacciatori di ideologie utopiche e totalitarie, con l’eccezione di Francis Bacon, nella cui isola perfetta, Nuova Atlantide, la festa più importante era dedicata alla famiglia.
E’ in corso, dicevamo, una gigantesca operazione di riconfigurazione dell’umanità a partire dall’infanzia, di cui Bibbiano è solo un frammento. Colpevoli siamo noi tutti per aver lasciato fare, non aver levato la voce, opposto la nostra indignazione, espresso la nostra (inesistente) rivolta morale. Ascoltiamo ancora Ida Magli enunciare le stazioni della spaventosa Via Crucis dell’infanzia nella nostra libera, progredita società: rapimento per espiantarne gli organi o per farne insospettabili corrieri della droga, le migliaia di aborti ad ogni stadio di vita nell’utero materno; costrizione pedagogica e reale a tutte le perversioni sessuali (compresa la teoria del gender) l’insegnamento delle ideologie dell’odio, sia per distruggere se stessi (un quattordicenne ha “chiesto” l’eutanasia) , sia per distruggere gli altri eliminando se stessi (bambini e bambine forniti di cintura, che uccidono il nemico facendosi saltare in aria). Potremmo aggiungere all’elenco i bambini soldato, la piaga mondiale del lavoro infantile e altro ancora. Tutto questo, soggiungeva Ida, è sotto i nostri occhi, ma sembra che nessuno se ne accorga, tanto meno ne soffra. La stessa Chiesa cattolica sbaglia (volutamente?) bersaglio poiché non accusa mai le organizzazioni internazionali, come l’Onu e l’UE, che sono il veicolo delle ideologie di chi lucra, specula e realizza operazioni di ingegneria sociale sulla pelle dei minori.
Che mondo stiamo lasciando in eredità ai bambini cui stiamo facendo il lavaggio del cervello, quale labirinto è diventata la nostra tronfia civilizzazione? Nel Nord Europa aboliscono i pronomi personali maschili e femminili in omaggio a spropositi come la teorie dell’identità sessuale frutto di costrutto sociale. In ogni civiltà normale sarebbero considerate sciocchezze da seppellire con una risata e, per i casi più ostinati, da trattare con l’aiuto psicologico. Da noi diventano serissime idee, progressi incontestabili sulla via della libertà. I bambini sono trasformati in oggetto di esperimenti di tanti dottori Stranamore creduti e circondati da un’aura di fama e sapienza. I fanciulli sono strappati ai genitori o a chi in qualche modo li segue per essere indottrinati senza ritegno, con l’approvazione delle autorità. Diventano proprietà da manipolare, plastica alla quale dare la forma voluta. Essenziale è agire sull’identità personale e su quella sessuale. Un’umanità confusa, liquida, disintegrata, estranea a se stessa, è il gregge perfetto da condurre dove si vuole: l’alienazione postmoderna. L’universo liquido non può che sorgere dalla messa in discussione dell’identità sessuale espressa dalla biologia, acquisita come fatto da ciascun individuo e trasmessa all’ambiente circostante, poiché l’istinto sessuale è la movente più potente dell’uomo, il luogo dove avviene l’incontro delicatissimo tra lo spirito, la ragione e il corpo.
La piccola pericolosa repubblica degli orchi di Bibbiano ha avuto bisogno, per dischiudere le uova del drago e diffonderne la creatura, di ampie complicità nella zona grigia dell’interesse economico. Come per lo sfruttamento dell’accoglienza degli immigrati, le nostre tasse, il denaro sottratto alla gente per finanziare la struttura pubblica viene speso per alimentare reti clientelari di profittatori, un’autentica holding di associazioni, imprese, finte cooperative, un reticolo di finto volontariato ammantato di bontà e umanitarismo il cui esito, nella fattispecie, è allontanare giovani vite dall’ambiente di provenienza, alle volte malsano, altre volte no. E’ il segno dell’esistenza di una vasta organizzazione che riconfigura la società, condiziona la psiche – perciò abbondano gli specialisti del settore – e scava come termiti sotto quel che resta di una società ordinata retta da principi antichi di secoli e millenni. L’uomo nuovo, il drago senza genitori, unisex, nomade, pronto all’ibridazione tecnologica, ha bisogno di essere allevato con cura, senza lasciare nulla al caso, tanto meglio se i più astuti riescono ad arricchirsi a spese di tutti.
Lavora una vasta rete che ha agito sotto i nostri occhi nel disgustoso silenzio di tutti noi, chi occupato a guadagnarci, altri semplicemente intenti ai fatti propri, moltissimi timorosi di esporsi e dire finalmente, come l’ignaro bimbo di Andersen, che il re è nudo. Nudo e sporco, aggiungiamo. I suoi agenti sono un’avanguardia pseudo culturale che in nessun’altro tempo o civiltà avrebbe ottenuto ascolto, potere, onori, gli esperti di nulla che tutto giudicano secondo parametri prefissati, catalogano le persone in base a linee guida astratte, riempiono moduli, stilano classifiche, pronunciano verdetti indiscutibili nel nome del progresso. E’ un mondo algido, senz’anima, a binario unico, freddo come i serpenti e altrettanto velenoso. Il figlio dell’uomo non è che plastilina, materiale grezzo su cui fare esperimenti per edificare la futura, internazionale, illuminata, emancipata società. I mezzi diventano fini, e viceversa, nell’era invertita del drago le cui uova sono state lasciate dischiudere nell’indifferenza generale.
Molte cose mancano all’epoca nostra per definirsi civiltà. La più importante è l’amore. Non amiamo più noi stessi; è questa la chiave per comprendere l’indifferenza verso gli altri e l’istinto autodistruttivo che ci pervade, al quale diamo i nomi più scintillanti: libertà, emancipazione, inclusione, autonomia, scelta, individualismo. A Bibbiano e soprattutto altrove lavorano per distruggere, le complicità sono enormi, dimostrate dall’impegno con cui l’opinione pubblica viene distratta da chi controlla i mezzi di comunicazione e detiene il potere sui significati. Ma una società senza amore è destinata a spegnersi come la fiamma non più alimentata. I figli che stiamo condizionando attraverso l’opera di tanti sinistri diseducatori non potranno che portare a termine l’opera di chi li sta ingannando.
Potremmo disquisire a lungo su ragioni, tappe e momenti della corsa verso il basso, ma crediamo che la mancanza di amore che rende accettabile e persino applaudito quel che avviene attorno a noi e – peggio ancora- dentro di noi- sia conseguenza della perdita della trascendenza, la riduzione animale dell’uomo determinata dall’espulsione di Dio. Osservò qualcuno che nessuna civiltà nasce atea, ma tutte, invariabilmente, muoiono atee.
Nella Legenda Aurea si narra di una città terrorizzata da un drago. A nulla valsero sacrifici e offerte; solo l’intervento di san Giorgio, che combatté e uccise il drago, simbolo antico del pericolo e del fuoco che distrugge, ristabilì l’ordine e restituì la pace alla comunità spezzata. Favole, secondo l’orgoglioso l’uomo moderno dio si se stesso. Dal drago, nel deserto che avanza, forse ci può salvare solo un Dio, come intuì Heidegger.

Di sicuro, la vicenda di Bibbiano sarà solo una tappa del cammino a ritroso dell’uomo occidentale, se una rivolta morale, una ripulsa di massa che si fa riflesso di vita, non sconfiggeranno, brandendo la spada contro il drago, la lucida dittatura antiumana che avanza, di cui gli orchi di provincia sono solo i soldati semplici.

Fonte: Ereticamente

32 Commenti

  • atlas
    2 Agosto 2019

    fatti ed eventi che possono accadere solo in padania

    • VICAR
      3 Agosto 2019

      Emilia Romagna non è tutta la Padania, e la Toscana (Forteto) non lo è proprio.

      Però sono entrambe rosse.

      • atlas
        4 Agosto 2019

        allora scrivo che tutto quanto non è Due Sicilie non mi riguarda: è Piemonte (e regioni e popoli piemontesizzati. O italianizzati)

        sì sono sinistri di natura, ma non tutti antifascisti. Vi sono anche persone colte, ma il mare che amo di più con la sua campagna è il Mediterraneo (e anche le donne. E anche la religione)

  • MauriZIO
    3 Agosto 2019

    OSSERVAZIONE FUORI ARGOMENTO, ma che viene spontanea :
    Quasi sempre quando arrivano le imbarcazioni ONG cariche di “migranti” ci si affretta a soccorrere le madri con prole al seguito.
    Certamente in questo caso priverei della patria potestà il genitore che ha fatto affrontare al figlio un simile viaggio ,sfruttandolo come un subdolo passaporto….

    • atlas
      4 Agosto 2019

      beato te, che credi di vivere in un paese con un governo civile

  • Eugenio Orso
    3 Agosto 2019

    E’ una conseguenza, purtroppo abbastanza logica, del modo di produzione neocapitalistico (o sitema finanz-globalista giudaicom se preferite).
    Oltre al traffico di schiavi dal(l’ex) terzo mondo, c’è anche il traffico di bambini in questa parte d’Europa, questo perché, essendo figli della nuova classe dominata Pauper, sono considerati oggi, come dei cagnolini che si prendono in canile, o peggio, oggetti da commercializzare,
    Anche i bambini, se pauper/ disagiati, sono “buoni per il mercato”, come merce. e questo è logico, dicevo, in quanto ciò che domina è una rete di rapporti commercial-finanziari che non ha giustificazioni più alte, etiche, religiose, ma solo motivazioni propagandistico-ideologiche risibili ,,,
    E’ chiaro che la nuova classe schiavile o servile, che io chiamo Pauper, subirà la sorte degli schiavi di Euno in Sicilia, anche se si ribellerà, come fecero gli achivi guidati da Euno a Enna nel II secolo avanti Cristo (consultare lo storico Diodoro Siculo …).
    Prenderanno anche i bambini, con motivazioni ipocrite coperte da motivi di tutela, umanitari, eccetera.
    La povertà materiale e culturale diventa per i dominati una colpa che li espone a qualsiasi vessazione, in questo nuovo modo di produzione che ha soppiantato il capitalismo produttivo del secondo millennio.

    Cari saluti

    • Eugenio Orso
      3 Agosto 2019

      Correggo: “cpme fecero gli ANTICJI guidati da Euno a Enna ….”

      • Eugenio Orso
        3 Agosto 2019

        Ricorreggo: “come fecero gli ANTICHI guidati …”
        [Oggi non è cosa … lascio i commenti a ATLAS]

        • atlas
          3 Agosto 2019

          Eugenio … sono d’accordo

          ma per arrivare a fare certi abusi derivati da un potere e una posizione sociale acquisita ci vuole una quasi nulla coscienza e assenza anche di un minimo di valori morali. Conoscendo la mia realtà Duo Siciliana, che non è il paradiso…però sono convinto che non si sarebbe mai potuto arrivare a tanto nel nostro contesto. Almeno in questo campo. Non nego che altri abusi di potere non vi siano stati e vi siano, ma qui il sentimento religioso cattolico generale e cmq più spirituale e meno materialista, la realtà più agricola e meno industriale e quindi democratica, l’importanza della Famiglia tradizionale, sono tutti elementi che di fatto ritengo fossero stati ostativi di fatto alla realizzazione di piani così diabolici. Poi magari da noi esce qualcosa di peggio, speriamo di no, ma per ora le marcate differenze di realtà sociali (e aggiungo, GRAZIE A DIO) inducono a ritenere che si è molto diversi, quindi dannoso per tutti lo stare assieme. Cerco di essere sempre molto obiettivo, senza offesa per nessuno, da Sociale e Nazionale guardo solo al benessere della mia Nazione, alla ricerca dell’eccellenza dei valori creativi razziali civili e culturali della mia gente e vorrei che tutti gli altri facessero lo stesso per se stessi

  • kaius
    3 Agosto 2019

    Una decina di anni fa tutto questo schifo sarebbe stato impensabile,adesso invece c e’ perfino chi li difende i pedofili e gli omofili.
    La feccia sinistroide e’ composta da mostri,dei demoni,orchi psicologicamente degenerati di tutte le eta’.
    Sono completamente consapevoli dei loro crimini,della loro abominevole depravazione e dello sterco ideologico in cui sguazzano e ne vanno anche fieri,lo dimostrano anche le loro risposte piene di furia e odio,quasi folli quando qualcuno prova a fargli funzionare il cervello(giammai ricominciasse a funzionare,potrebbe portarli al suicidio).
    Subito gridano sputando e delirando i loro classici slogan inventati senza significato ”omofobia” ”pedofobia” ecc, quando alla fine non sono altro che invertiti che supportano delle patologie e delle aberranti e schifose perversioni contro natura dannosissime per l individuo e per la societa’ e che quindi vanno assolutamente debellate e perseguitate.
    Basta guardarli negli occhi per capire che hanno qualcosa che non va,personalmente spesso non mi sembrano neanche umani.
    Preferirei di piu’ vivere in un Italia negra piuttosto che in una italia sinistoide
    https://sadefenza.blogspot.com/2019/07/genitori-inorriditi-dalle-lezioni-sul.html

  • atlas
    3 Agosto 2019

    ma magari

    i negri sono gente che CHIAVA

    in questo video, a parte le libere divertenti espressioni, c’è un concetto di fondo alla fine. Non c’è altra Famiglia che tra Uomo e donne

  • Max Dewa
    3 Agosto 2019

    Ma queste cose sono sempre accadute ,le elite hanno sempre avuto il proprio harem di depravati al proprio servizio personale solo che prima non avevano I’ll coraggio di esporsi adesso invece con lo sdoganamento Della pornografia del furto in tutti I film. Che ineggiano all’eroe ladro scaltro umanitario bello o alla spia salvatrice Della patria ecc tutto quel che Toccano gli Ebrei con Hollywood lo trasformano in oro , tutto CIO che un Tempo era esecrando ignobile da morire Dalla vergogna e’ diventato lecito anzi di moda .grazie alla propaganda ebrea scalfarotto vendola fico 3 invertiti culattoni da internare soon diventati invece president Della camera l’altro deputato l’altro papa’ con un altra papa robe da galera e le guardie dell’ordine e esercito che assistono se ne stanno a grattarsi I coglioni , traditori pure loro anzi sopratutto loro per 1300 euro puah !

    • atlas
      3 Agosto 2019

      e qui sono veramente d’accordo con te

      ma noi pochi che resistiamo, che scriviamo, che comunichiamo, che ci opponiamo a tutti questi disegni di legge iniqui, quando mai dovessimo per davvero rompere il cazzo al regime democratico i loro servizi di sicurezza ci eliminano lo sai vero ? Non solo fisicamente con incidenti stradali e rapine simulate, ma anche civilmente: ti sbattono in galera a vita, hanno testimoni prefabbricati, gentaglia in divisa che ti accusa di fare resistenza

      ci vuole il servizio di sicurezza Russo che ci protegga. Come a noi anche nelle altre Nazioni ben orientate. Al sabotaggio si risponde con l’antisabotaggio

      ecco perché ci vuole la Russia. Nella Russia di Putin queste cose non possono accadere, Putin gli omosessuali e altri deviati li reprime

      ufficialmente

      • atlas
        3 Agosto 2019

        non ufficialmente

        e sono stati anche buoni, ai tempi di FN ho visto altri tipi di video su come agiscono i Russi

  • atlas
    3 Agosto 2019

  • kaius
    3 Agosto 2019

    Atlas ma questa mi sembra la solita propaganda occidentale pro omofilia.
    Tanto e’ vero che i ricchioni schifosi non vengano presentati come feccia psico sessualmente malata,come immondi pervertiti contro natura quel che sono.
    Ma come vittime come questo schifosissimo pedofilo qua https://www.huffingtonpost.it/2015/09/22/pedofilo-lettera-online-confessione-_n_8176042.html
    Usano tutti la stessa insulsa e stupida tattica.
    Dei malati di mente degenerati e perversi,degli abomini contro natura come i pedofili o gli omofili sono dei carnefici,dei criminali e come tali meritano la pena di morte.
    https://ontologismi.wordpress.com/2019/02/08/lamore-vince-arrestati-due-grandi-finanziatori-del-mondo-lgbt-per-pedofilia-e-abusi-sessuali/
    Eccoli qua i froci

  • kaius
    3 Agosto 2019

    Per l omofilia ci vuole la pena di morte,deve essere mostrata per quello che e’ ,ovvero una malattia e una perversione contro natura come la pedofilia o la zoofilia.
    In questi video,sicuramente di matrice occidentali,la feccia omofila viene presentata con come mostruos carnefice malata,degenerata e conro natur ma come ”vittima” come questo pedofilo quihttps://www.huffingtonpost.it/2015/09/22/pedofilo-lettera-online-confessione-_n_8176042.html
    Usano tutti la stessa insulta e squallida tattica.

    • atlas
      4 Agosto 2019

      calmati, che se no ti esce sangue dal naso. Sì, l’ultimo video è di matrice ‘diversa’, ma è il contenuto che è da analizzare (come si agisce in Russia se ancora non l’avevi capito): anche per capire cos’è la bandiera arcobaleno e che cosa rappresenta; per capire dove andare a pisciare

  • Gregorio Lavezzi
    3 Agosto 2019

    Ma kaius cazzo xche’ sorprendersi l’ ‘italia e’ una repubblica Massonica , cosi come Francia Germania ecc , I massoni hanno come Dio Lucifero lo sanno tutti , da teppaglia depravata del genere cosa ci si puo aspettare mai , l’unita l’italia vi ricordo che e’ stata fatta Dalla massoneria Garibaldi Mazzini Cavour Vittorio Emanuele l’inno di Mameli erano tutti massoni satanisti , solo che LA gente dorme si crede intelligente poi pero quando si ritrova LA madrepatria piena di Negri comincia a farsi qualche domanda

    • kaius
      4 Agosto 2019

      MAh,io sono calmissimo.L unica cosa che desidero e’ che si cominci a fare un po’ di giustizia e a giudicare le cose per quello che sono.
      I russi sicuramente sono un popolo piu’ pulito degli occidentali,ma la punizione deve venire prima dalle magistrature e poi dal popolo..

      • atlas
        4 Agosto 2019

        kaius allora, io a 18anni ero già nei cc. Ero come te, tante cose non le sapevo, a scuola ce le hanno sempre occultate, la rete informatica per conoscere la Verità sulle Sicilie non c’era. Venendo da una Famiglia Fascista, pur portando avanti sempre i valori dei miei Popoli d’origine, Napolitano e Siciliano, dopo la scuola a Roma mi mandarono alle Legioni di Torino, Genova e poi Milano, il c.d. ‘triangolo industriale’, le c.d. ‘medaglie d’oro’ (al tradimento), feci sempre il mio servizio con dedizione anche verso quelle genti, convinzione e abnegazione. Quello fu l’errore di gioventù. Pensare che almeno su certe cose vi sia un minimo di unità d’intenti. Niente di più falso. Io oggi ho 53anni, non so tu, magari spakkerò i coglioni sempre con sta storia delle Due Sicilie, ma ti assicuro che quelle genti ci vedevano e ci hanno sempre visto come truppe di occupazione, li avevamo tutti contro (la maggior parte) e la maggior parte del personale della P.A. era di origine Duo Siciliana. E a quel tempo, anni ’80, non c’erano tutti gli stranieri che ci sono adesso. Eppure sempre pronti a denunciarci al minimo ‘abuso’ magari su un negro o uno zingaro, che io chiamo invece legittima difesa, sempre pronti a dissacrare quanto di buono restava del Fascismo. Se poi a qualche posto di rilievo e potere arrivava qualche piemontesizzato era guerra. Io l’ho fatta. Ne ho date tante (mi misero anche sotto inchiesta) e qualche volta prese pure, ma ciò mi è servito ad analizzare quel tipo di gentaglia (non tutta), i loro pregi, i loro difetti e dove poter intervenire al meglio (con il manganello). Ecco perché oggi fatti come quello di Bibbiano non mi stupiscono più di tanto. Tra i loro difetti ci sono sicuramente l’eccessivo liberismo e la totale mancanza di senso di giustizia inteso come Legge naturale da retta ragione. Il chi sbaglia paga per loro è solo materiale, sono tecnici e piacciono leggi tecniche, da militarizzazione del civile, come in usa, ovvero il mettersi la cintura al volante e il casco in moto, poi per altro tipo di micro criminalità o macro criminalità che al pari umiliano e affliggono quotidianamente l’onesto, impunità e perdonismo assoluto. Sono tutti elementi concettuali antifascisti

        aspettarsi GIUSTIZIA da quella gente è quindi come mettere un lupo in mezzo al gregge di pecore

    • atlas
      4 Agosto 2019

      per quanto ci riguarda, tutto si aggiusta Gregorio, ottimismo, le Due Sicilie torneranno la Nazione prospera che erano, basta liberarci dai liberali. E dal regime democratico di Roma

      Due Sicilie e sistema Nazional Socialista, partito unico. Con l’Eurasia e la Russia di Putin. Non voglio nemmeno sentir parlare più di italia e di democrazia, basta

      • kaius
        4 Agosto 2019

        Ma Atlas qui non si tratta di sapere o non sapere,non si tratta di problematiche diplomatiche ecc.
        Qui si tratta solamente di usare il cervello,
        Ad esempio non e’ possibile che delle infanticide,dei froci pederasti e delle puttane femministe vadano in giro a piede libero ricevendo pure applausi con bandierine nel retto e cartelli con sopra scritto ”ponti aperti come i nostri culi”.
        La colpa io non la do ai massoni o a altri sacchi di merda,tanto mena alla propaganda perche’ quelli fanno solo il loro sporco e immondo mestiere.
        La colpa io la do al popolo che non ragiona,non caccia coraggio,accetta di tutto.
        Basta guardare i fatti di Bibbiano,se ero io il padre alla lesbiga le avrei fatto saltare le cervella con tutta la merda frocia appresso.
        Farsi rubare i figli da dei ricchioni stupratori?Ma scherziamo?
        Io sono nato e cresciuto in un ambiente pulito,senza tutti questi criminali malati di mente intorno,anche se qualche secchiata di merda purtroppo arriva pure qua.Possano passare 1000 anni ma io non mi abituero’ mai a tutto lo schifo odierno,non e’ possibile che le masse ormai non sappiano concetti noti pure alle bestie.

        • atlas
          4 Agosto 2019

          oggi c’è la raccolta differenziata che è arrivata anche nelle Due Sicilie

          zingari, lesbiche, omosessuali, giudei …

          ogni giorno è buono, datti da fare

    • atlas
      4 Agosto 2019

      infatti Gregorio, le leggi (meglio chiamarle regole va) sono tutte d’ispirazione massonica, anti religiose, tutto il contrario di ciò che prevede la religione, sia cristiane che Islamiche (ricordo che la pena di morte è CRISTIANA, non certo con la chiesa modernista di adesso)

      la P2 fu scoperta nel 1981 e poi fu sciolta d’autorità dal parlamento dopo apposita commissione d’inchiesta e vietata la sua ricostituzione

      io con certi ufficiali ci ho avuto a che fare e vi ho combattuto; infatti rimasero tutti in servizio, nessuno venne congedato o si congedò. Anche se poi relegati a incarichi minori tutto l’orientamento dell’arma fu improntato subito dopo l’eliminazione di Moro dalla massoneria, ci si accorgeva già all’atto dell’arruolamento in fase di accertamento psicologico e poi alla scuola allievi. Erano gli anni di Craxi, delle leggi tecniche, del pionierismo all’americana. Nessuno degli alti ufficiali andava avanti se non aveva il nulla osta della massoneria

      oltre a Bibbiano (che per Grazia di Dio è riuscito a venire fuori) chissà cosa c’è di sommerso, basti pensare a cosa successe alla Clementina Forleo

      solo qui si trova di più che da altri siti sulla Clementina Forleo

      http://www.thankyouoriana.it/cgi-bin/uvpo/index.cgi?action=printtopic&id=2500

      • kaius
        4 Agosto 2019

        Inoltre non so cosa tu sappia o cosa pretendi di sapere,ma la mia esperienza mi ha insegnato che con i pazzi e depravati non si ragiona,si chiudono nelle celle o si lanciano dalle rupi,essendo loro dannosi per la societa’.
        Basta guardare Macron o Obama.
        Per il resto anche io gradirei un indipendenza del meridione,avendo costumanze diverse dal nord,ma non ci sono le basi per un indipendenza.

        • atlas
          4 Agosto 2019

          le basi si creano. Anche.

          Fossero in libertà certi personaggi a Capo di certe Famiglie stà sicuro che certe cose come droga e altre schifezze del genere non accadevano mai qui da noi. E se accadevano si pagava. Era un ordine particolare, ma era pur sempre un Ordine

  • Sed Vaste
    3 Agosto 2019

    Se non sbaglio kaius lei diceva di essere per LA monarchia piuttosto che per I’ll fascismo , guardi che e’ nelle monarchie che nacquero I peggiori depravati le pratiche orgiastiche piu di moda , se non sbaglio fu il fascismo invece che cerco’ di frenare l’imbarbarimento degli italiani renderli meno bestie CIO che invece stanno cercando di fate in tutti I modi I governi giudeo liberali ,ci sta un film ” girolimoni film streaming mondolunatico ” I’ll mostro che colpi I bambini e che I’ll Duce voleva scovare ad ogni Costo , leggevo LA prima aggressione avvenuta I’ll 31 marzo Pasqua !! Pasque di Sangue !!!

  • kaius
    3 Agosto 2019

    La monarchia e’ la forma di governo che piu’ si avvicina a Dio e quindi la ritengo la migliore nel governare un popolo.
    Poi in passato sicuramente sono stati ospitati molti diavoli,ma mai si e’ raggiunto l orrore di adesso.
    Le piu’ grandi forme di depravazione sono nate dalla borghesia.
    O almeno questo mi piacerebbe pensare,ma le piu’ grandi aberrazioni dell umanita’ sono nate PURTROPPO da quando la societa’ occidentale ha abbandonato le virtu’ cristiane.
    E cio’ mi dispiace perche’ non credo e non ho mai creduto che l uomo abbia bisogno di Dio per vivere un esistenza decente.
    basta seguire lo spirito e la ragione ,doni donati da Dio del resto.

    • atlas
      4 Agosto 2019

      ma ci può essere anche una buona repubblica, NAZIONAL SOCIALISTA però

      basta con la democrazia, basta

  • atlas
    4 Agosto 2019

    e cmq difficile i Russi, che sono gente seria, si mettano con dei latini mescolati da sangue di tutte le razze e altamente democraticizzati (cioè incapaci d’intendere e di volere). Già i Tedeschi, quando ci conobbero bene, ci diedero un bel calcio nel culo

    sto scrivendo troppo ? (ma chi cazzo mi ci ha mandato ?) Ho avuto il permesso di Don Eugenio Orso in persona !

Inserisci un Commento

*

code