Bannon incontra Marine Le Pen mentre l’ala destra dell’Europa accoglie il suo tour

L’ex stratega di Donald Trump, Steve Bannon, ha rivolto lo sguardo sulla politica europea. Previsto un suo intervento con il Fronte Nazionale di destra francese e incontrerà il suo leader Marine Le Pen dopo incontri simili in Italia e Svizzera.

Bannon, che è stato stratega del presidente degli Stati Uniti Trump per sette mesi prima che la relazione si deteriorasse, ha attraversato l’Atlantico per imbarcarsi in un tour destinato a incontrare i partiti di destra europei. Dovrà incontrarsi con il leader del Fronte nazionale francese di destra (FN) Marine Le Pen e partecipare sabato al congresso del partito a Lille.

“Benvenuto a Steve Bannon che si rivolgerà domani alla FN al nostro congresso e incontrerà la ML [Marine Le Pen]. La gente si sta svegliando e prende il suo destino in mano “, ha detto il vicepresidente del Fronte nazionale Louis Aliot venerdì.
L’apparizione di Bannon al congresso del Fronte Nazionale arriva mentre Le Pen punta a far rivivere il partito, nove mesi dopo essere stata sconfitta dal centrist Emmanuel Macron alle elezioni presidenziali. Annuncerà un nuovo nome proposto per la festa di domenica.

La visita di Bannon in Francia è la terza tappa del suo tour europeo. Martedì, Bannon ha parlato con Alice Weidel, leader del partito di destra Alternativa per la Germania (AfD).

I due si sono incontrati a Zurigo, dove Bannon stava parlando a un evento incentrato su “le rivolte populiste e le loro conseguenze globali [sic] per la Svizzera, l’Europa e l’America”, secondo l’agenzia di stampa DPA. Le sue osservazioni includevano anche una crociata contro le “limousine liberali” e “la mafia dei Clinton”, ha riferito il giornale “Politico” . Il discorsodi Bannon è stato ospitato dal settimanale svizzero conservatore Weltwoche.

Steve Bannon a Roma

L’ufficio di Weidel ha detto che Bannon, l’ex presidente esecutivo del sito di notizie conservatrici “Breitbart”, potrebbe offrire esperienza nelle aree della strategia politica e dei canali di media alternativi. Quell’incontro è arrivato dopo che Bannon era volato in Italia dove ha avuto vari incontri, prima delle elezioni nazionali di domenica scorsa, prestando il suo sostegno a partiti anti-establishment e populisti. Il risultato, che ha visto emergere vittorioso il movimento a cinque stelle anti-establishment (M5S) e il partito Lega di destra, è stato gradito a Bannon, che l’ha definito un “terremoto” per l’Europa.

“Questa è solo una vittoria populista e dovrebbe inviare un segnale massiccio alla classe politica permanente a Roma e, cosa più importante, alla classe politica permanente a Bruxelles, che la gente vuole un cambiamento”, ha detto Bannon a Weltwoche dopo le elezioni italiane.

Questo segna una sorta di ritorno per Bannon. A gennaio, Trump aveva chiamato il suo ex membro dello staff, “Sloppy Steve” e aveva detto che lui era stato “scaricato come un cane da quasi tutti”.

L’insulto di Twitter è arrivato dopo che sono stati rilasciati gli estratti dal libro di Michael Wolff “Fire and Fury”, che l’autore descrive in dettaglio il comportamento di Trump e del suo staff. Bannon era uno dei tanti intervistati elencati nel libro, che Trump ha definito come “davvero noioso e non veritiero”.

Fonte: RT News

1 commento

  • Mardunolbo
    12 marzo 2018

    ottima cosa che un ex membro della Casa Bianca di Trump, giri l’Europa per manifestare le sue idee! E certamente avra’ da insegnare ed avra’ anche da imparare dai politici anti-sistema…

Inserisci un Commento

*

code