BAMBINI E PERSONE BISOGNOSE HANNO RICEVUTO AIUTI UMANITARI RUSSI NEL VILLAGGIO SULLE RIVE DELL’EUFRATE (+ FOTO)

La situazione nella provincia di Deir ez-Zor rimane estremamente difficile. Le forze di occupazione statunitensi vengono evacuate dalle restanti regioni della Siria nord-orientale, dalle province di Deir ez-Zor, Raqqa e al-Hasaka. Numerosi convogli militari statunitensi si dirigono verso il confine iracheno lungo l’autostrada M4. In questo momento, l’esercito russo entra nei territori liberati.

Gli abitanti delle città lungo l’Eufrate, che sono stati nel territorio controllato dai miliziani jihadisti per lungo tempo, e quindi nell’area di occupazione della coalizione internazionale, ora stanno incontrando grandi difficoltà con il cibo, ci sono le sanzioni dell’Europa e degli USA. Il Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto sta facendo tutto il possibile per migliorare la situazione.

Popolazione siriana riceve aiuti dai russi

Così, ieri, l’esercito russo ha compiuto un’azione umanitaria nel villaggio di Khatla. I residenti della città hanno ricevuto 1,5 tonnellate di farina, 1 tonnellata di riso, 250 kg di zucchero, 200 kg di latte in scatola, 25 kg di tè.

Bambini ricevono aiuti dai russi

Come al solito, i militari hanno aspettato le parole di ringraziamento e i sorrisi felici dei bambini. Il popolo siriano ha urgente bisogno di sostegno in autunno. Un’assistenza così piccola ma costante da parte russa ci consente non solo di migliorare il problema alimentare, ma anche di capire che non tutti hanno voltato le spalle a loro, che la Siria ha amici nel popolo dell’esercito russo. I russi non hanno voltato le spalle come vigliaccamente hanno fatto i paesi europei con il pretesto di non fornire aiuti al regime di Assad.

Bambini siriani ricevono aiuti

E questa volta, il Mukhtar (il capo dell’insediamento) del villaggio di Khatla Fedel, Yunis Az-Zaire, ha espresso la sua grande gratitudine per l’aiuto umanitario russo che ha portato un po’ di sollievo alla popolazione siriana provata da otto anni di un conflitto devastante, una guerra per procura voluta da potenze esterne.

6 Commenti

  • Eugenio Orso
    24 Ottobre 2019

    Ci dovevano pensare i “cattivi” russi a sfamare i profughi!
    non c’erano gli usa prima, a occupare illegalmente quei territori?
    Dove sono i “diritti umani” delle baestie finanz-globaliste-giudaiche occidentali? Ecco gli effetti il loro marciume democratico liberal-liberista! La fame e la disperazione!

    Cari saluti

    • atlas
      24 Ottobre 2019

      democrazia = ingiustizia e violenza. E schiavitù agli eletti

  • Sed Vaste
    24 Ottobre 2019

    E menomale che hanno vinto LA guerra I siriani !! Se LA perdevano che cosa sarebbero diventati adesso ? Queste guerre aiutano solo gli strozzini Usurai universali e cioe’ gli ebrei xche LA Siria non si ricostruisce da sola avra’ bisogno di aiuti dai Russi e dai cinesi che pagheranno come naturale in dollari ,e I’ll Dollaro chi lo stampa chi lo manipola in tutti I mercati mondiali ? Gli ebrei ! Siamo al gioco Della pulce ammaestrata
    CIO che viene creato dagli ebrei torna sempre indietro in mano agli ebrei

  • Sed Vaste
    24 Ottobre 2019

    Beh vedendo I siriani come sono stati ridotti per “vincere ” LA guerra allora era meglio che si fossero arresi agli americani prima ,e’ uno stillicidio quotidiano morti feriti prifughi a mo’ I curdi come alleati una delle razze piu nefaste , ma Assad e’ un egoista vuol continuare a regnare un regno di macerie , nelle fillipine ci sta pure un vloghher profugo siriano rifugiato ” the hungry Syrian”

    • atlas
      25 Ottobre 2019

      sei libero di scrivere quello che vuoi, a volte sei apprezzato a volte no

      ma hai potere di condizionamento solo sui senza fede

      nel dollaro a crederci sei rimasto solo tu e qualche altro

  • Max Dewa
    25 Ottobre 2019

    Ma atlas l’ho gia’ detto a me egoisticamente di voi non me ne frega niente ,l’unico mio scopo e’ di svuotare I’ll Budello effetto catarsi incidere l’ascesso che la purulenza esca perche’ altrimenti ammattivo , con tutto quello che ho letto per anni senza commentare non avessi I’ll web con chi mi sfogavo con I Khmer ? Con I pinoy ? Vaglielo a spiegare a loro che il dollaro non conta piu niente lei atlas che gira solo in zone desertiche di palmeti datteri e cammelli vive fuori dal mondo vive di onanismo provi a dire qui da Me che I’ll dollaro e’ una valuta desueta finirebbe a mo’ di lechon

Inserisci un Commento

*

code