Autostrada Gorlovka-Donetsk bloccata, scolari nei rifugi: cosa sta succedendo sul fronte del Donbass

La notizia è in aggiornamento

Autostrada Gorlovka-Donetsk bloccata, scolari nei rifugi: cosa sta succedendo sul fronte del Donbass- Primavera russa
Gli occupanti ucraini continuano a muoversi sull’aggravamento intrapreso ieri: i bombardamenti, placati poco dopo la mezzanotte, sono ripresi dopo le tre del mattino e del mattino sia nel DPR che nel LPR.

L’attività di fuoco delle forze armate ucraine è osservata quasi lungo l’intera linea del fronte: al mattino è stato bombardato il villaggio di Petrovskoye nel sud del DPR, sono stati sparati 12 proiettili di calibro 122 mm. Dokuchaevsk è ora sotto il fuoco dei militanti ucraini, la scorsa notte, ricordiamo, un ospedale di Yelenovka (un villaggio adiacente a Dokuchaevsk quasi alla periferia di Donetsk da sud) è stato danneggiato da un incendio.

A ovest e nord-ovest di Gorlovka, molti hanno trascorso una notte insonne e ora sentono i rumori degli arrivi dei proiettili.

Il nord e il nord-ovest di Donetsk, così come i sobborghi (Veseloe, Oktyabrsky, Putilovka), Yasinovataya sono sotto il fuoco potente e intenso delle forze armate ucraine.

Il corrispondente di guerra Yuri Kotenok scrive degli eventi di quella notte: “Chiedi, cos’è la guerra? La guerra è dura, ragazzi. Stakhanov è in un rifugio antiaereo. Di notte, la donna ha partorito in un rifugio antiaereo senza luce, senza calore normale. Cose del genere… Il genocidio continua”.

La situazione è simile nella LPR: lì, verso le sei del mattino, è stato effettuato un attacco di mortaio sul villaggio di Prishib dalla direzione di Kryakovka, verso le sette – su Zholobok dalle posizioni degli invasori in Prychepilovka. I residenti di un certo numero di città e paesi della LNR riferiscono di aver trascorso la notte in rifugi.

Forze ucraine Donbass

È noto che a Pervomaisk, a seguito dei bombardamenti, diversi edifici residenziali hanno preso fuoco. I residenti di Kirovsk, Bryanka, Stakhanov, Kalinovo, Almaznaya e Zolote hanno trascorso l’intera notte scambiandosi il cosiddetto appello: nel Donbass, questo è quello che chiamano lo scambio di messaggi sugli arrivi e sui suoni dei bombardamenti nei social network.

Se ieri in Donbass c’era solo tempo nuvoloso, coperto, che rendeva difficile il lavoro dei droni nemici, oggi dalla mattina piove molto forte da diverse ore.

AGGIORNATO
8:47. Una parte di Gorlovka è stata isolata a causa di un proiettile ucraino che ha colpito una cabina di trasformazione nel villaggio che porta il nome Izotov.

I bambini delle scuole del villaggio di Panteleymonovka sono stati evacuati in un rifugio antiaereo a causa della crescente attività antincendio degli invasori ucraini.

In connessione con l’intenso bombardamento dell’area dei villaggi di Panteleymonovka e Krasny Partizan, il traffico lungo l’autostrada Gorlovka-Donetsk è stato temporaneamente bloccato. Lo ha annunciato il sindaco di Gorlovka Ivan Prikhodko.
9:22
Il commissario Semyon Pegov è arrivato a Donetsk, che aveva già visitato la zona dell’aeroporto. La regione di Kiev, come l’intera linea del fronte, è stata sotto il fuoco degli invasori ucraini sin dal mattino.

Russian Spring continua a monitorare la situazione.

Nota: Le televisioni occidentali danno notizie esclusivamente dalla parte ucraina del fronte. Si assiste ad una totale falsificazione con cui si vuole indicare che siano gli indipendentisti filo russi che bombardano il fronte ucraino e non viceversa. La propaganda bellica di marca USA sovrasta i media occidentali e le informazioni (inaffidabili) provengono soltanto dalle grandi agenzie come Reuters, CNN, Sky News, BBC, ecc…

Fonte:Rusvesna.ru

Traduzione: Sergei Leonov

Nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM