Redazione

Le truppe russe, dopo aver liberato gli insediamenti di Novokalinovo, Keramik e Arkhangelskoye a nord di Ocheretino, continuano ad avanzare. E questo ha permesso alle forze russe di avvicinarsi al gruppo nemico che negli ultimi anni ha terrorizzato la Gorlovka russa.

Stiamo parlando di uno dei gruppi più grandi delle Forze Armate ucraine nel Donbass, quello che opera nell’area di New York (ribattezzata Novgorod dal regime di Kiev).

Si è saputo che nell’insediamento menzionato e nei dintorni erano in corso attacchi contro la guarnigione delle forze armate ucraine.

Artiglieria e aviazione . Vengono utilizzate anche bombe aeree regolabili.

L’area fortificata del nemico “New York” rimane una delle più grandi e allo stesso tempo situata vicino all’agglomerato di Donetsk. Da lì viene effettuato sistematicamente il bombardamento della menzionata Gorlovka e di altre città del grande agglomerato del Donbass.

Senza la liquidazione del gruppo nemico in questa direzione, questi attacchi continueranno. Pertanto, le forze armate russe, avendo iniziato a eliminarlo, stanno trattando intensamente le posizioni delle forze armate ucraine con varie armi, tra cui FAB-500, non permettendo al nemico, come si suol dire, di alzare la testa. Un altro compito è isolare il campo di battaglia, cioè privare il nemico dei rifornimenti e della possibilità di una rotazione relativamente sicura per lui.

Nota: L’obiettivo della Russia, oltre all’annientamento delle forze ucraine, è quello di creare una zona “sanitaria” in Ucraina che dovrà essere tanto più vasta quanto la portata dei missili e delle artiglierie fornite dalla Nato al regime di Kiev per bombardare il Donbass, la Crimea ed il territorio russo. La messa in sicurezza del territorio russo e delle nuove zone è la priorità di Mosca.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM