Atterrato in Ucraina il primo contingente di truppe britanniche. La Russia mobilita i riservisti

Circa 10/12 ore fa sono sbarcati soldati britannici in Ucraina della 6a brigata aerotrasportata .proveniente dalla base di Brize Norton. Non ci sono dichiarazioni in proposito da Londra e da Kiev ma questo risulta conforme a quanto avvisato dalle dichiarazioni precedenti del governo britannico, quelle con cui si era capito che il governo di Londra intende organizzare una provocazione alla frontiera con la Russia.

Al momento questo è il solo aereo da trasporto britannico arrivatonell’aeroporto ucraino ma si può prevedere che ne arriveranno altri.
Gli esperti non scartano che si tratti di un trasferimento di truppe al Donbass e che a questo segua l’arrivo di una brigata di veicoli blindati provenienti dalla Germania.

La GB tiene 4 brigate miste pronte per il combattimento dislocate in Europa e in Germania e i britannici stanno trasferendo un notevole numero di mezzi e di armamenti attraverso il canale della Manica destinate in Germania. Le formazioni britanniche riceveranno molte nuove attrezzature e veicoli blindati come i tank Challenger con artiglieria e veicoli di sminamento, trasporto, ecc..
Dal Pentagono USA si è saputo che Washington intende consegnare all’Ucraina un numeri imprecisato di elicotteri d’attacco che in precedenza erano destinati ad un paese del Medio Oriente, per rafforzare le sue difese in caso di conflitto con la Russia. Forniture queste che si aggiungono a circa 2,5 miliardi di armamenti già stanziati a favore dell’Ucraina.

Da parte della Russia si è iniziata la mobilitazione ed il richiamo dei riservisti per la guerra del Donbass, convocati a a 250 km dalla frontiera ucraina presso il campo di addestramento di Pogonovo, regione di Voronezh. Nel frattempo il primo esercito della guardia di frontiera russa ha iniziato a concentrarsi per operazioni offensive e strategiche, questi saranno assieme alle unità separate del 49° quartiere generale e del 59° distretto militare del sud che hanno iniziato ad avanzare verso la zona di operazioni. Tali spostamenti si ricavano dagli osservatori e analisti di intelligence che hanno richiamato l’attenzione su una serie di video molto eloquenti dove si scorgono, nei pressi della stazione dei treni di Maslovka, in cui sono apparsi un numero imprecisato di veicolo BMP con artiglieria autopropulsata da 152 mm. e tank T-80U e si sa che questi appartengono alla IV divisione Kantemirovskaya che è stazionata permanentemente nella regione di Mosca.

Tuttavia l’apparizione di queste forze vicino a Veronezh è importante ma questo non significa necessariamente che tutto l’esercito di tank si sia mosso verso l’Ucraina, mentre tale movimento potrebbe essere un primo avvicinamento tattico ordinato dal comando russo.
In aggiunta è stato notato anche in altro video, realizzato presso la stazione di Michurinsk, Voronezh, in cui si è ripreso altro gruppo di veicoli di riconoscimento chimico PXM-6 e sistemi lanciafiamme pesante , Soltnsepek, trasportati nello stesso convoglio ferroviario.

Queste formazioni si muovono verso ovest e si presume che stiano avanzando sincronicamente verso la stessa zona del campo di addestramento e si può dedurre che gli è stata assegnata una missione di combattimento.
Tutto questo fa supporre che i russi si stiano preparando in caso di emergenza per lanciare una offensiva nell’eventualità di un attacco dell’esercito ucraniano sul Donbass e verso la frontiera russa.

Il Ministero della Difesa Russo non considera neppure necessario occultare lo spostamento di queste truppe ma queste sono l’ultima avvertenza all’Ucraina nel caso la dirigenza di Kiev voglia procedere nell’attacco. Il punto di non ritorno potrebbe essere già stato attraversato.
I giorni che vengono promettono di essere piuttosto cald
i.

Fonti Riservate

Traduzione e sintesi : Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM