Attacco sanguinoso alla Siria: conseguenze dell’attacco israeliano nelle province di Hama e Lataquia (foto + video)

La mattina presto del 5 maggio, i sistemi di difesa aerea della Siria hanno respinto un attacco aereo israeliano.
In totale, 12 missili sono stati lanciati contro obiettivi siriani, 6 dei quali sono stati intercettati e distrutti dalle squadre di difesa aerea siriane nell’area di al-Haffa nella provincia di Lataquia e Misyaf nella provincia di Hama.

Altri cinque hanno attaccato un impianto di produzione di plastica civile a Lataquia. A seguito dell’attacco, una persona è stata uccisa e altre sei, compreso un bambino, sono rimaste ferite.
Presumibilmente, l’attacco è stato effettuato dagli israeliani utilizzando missili da crociera optoelettronici “Delilah” a lungo raggio. Si tratta di munizioni moderne ad alta precisione, ma le difese aeree siriane sono riuscite abbastanza bene a respingere un massiccio attacco missilistico, intercettando obiettivi solo lontano dalle strutture difese.

Abitazione civile distrutta

Oleg Blokhin, corrispondente di guerra, ha visitato la scena del tragico incidente e ha registrato i crimini dell’aggressore.

“Conseguenze di un attacco notturno dell’aeronautica militare israeliana a Lataquia. Il primo luogo dell’incidente è l’area di Ras Shimra. Fino a 5 munizioni letali sono entrate in una piccola fabbrica di contenitori di plastica. Rimasero solo i ruderi dell’impianto.

Gli edifici residenziali situati intorno ad esso sono andati in pezzi con finestre rotte e facciate danneggiate. L’impatto ha ucciso due guardie della fabbrica.

Uno (dei missili israeliani) gli ha ucciso sul colpo una guardia, il secondo con numerose ferite è stato portato nel reparto di terapia intensiva di uno degli ospedali di Lataquia, dove è morto in mattinata per le ferite riportate. Entrambe le guardie erano civili locali.

La seconda struttura è un magazzino di materiali da costruzione in una delle zone residenziali di Lataquia. Due munizioni sono volate qui, distruggendo completamente il checkpoint e danneggiando gravemente le strutture di stoccaggio. Anche l’adiacente edificio residenziale, dove vive una famiglia di otto persone, di cui quattro bambini e tre donne, è stato danneggiato. Per una fortunata coincidenza, tutti i membri della famiglia erano nella stanza più lontana da quello (magazzino) durante l’esplosione, quindi nessuno è rimasto ferito o ucciso.

Lo stesso proprietario del magazzino è una mia vecchia conoscenza, una persona che non ha nulla a che fare con formazioni o strutture paramilitari a loro anche un po ‘vicine, soprattutto straniere.

Sarà interessante leggere o ascoltare spiegazioni da parte israeliana sulla loro illegalità. Molto probabilmente, come al solito, diranno che questi attacchi sono una minaccia preventiva alla sicurezza di Israele. Solo che è molto strano e incomprensibile che tipo di minaccia potrebbero rappresentare per Israele un impianto di produzione di imballaggi in plastica e un magazzino di materiali da costruzione e, naturalmente, i pensionati defunti, i vigilantes e una famiglia numerosa? ” .
Nota: I crimini di Israele sono destinati a rimanere impuniti? Questo è quanto si chiedono i cittadini della Siria che hanno assistito ai continui attacchi di Israele contro il loro paese.

Fonte: News Font

Traduzione e nota: Luciano Lago

3 Commenti
  • Mardunolbo
    Inserito alle 14:06h, 06 Maggio Rispondi

    sto aspettando con ansia gli effetti delle vaccinazioni di massa, sui militari israeliani ! Vero che gli effetti non sono immediati, ma dopo alcuni mesi e forse in autunno, ma quando arriveranno gli effetti Pfizer , introdotti con la complicità di Nethanyahu e di Bourla (che si burla degli effetti secondari su suoi “correligionari”) allora tutti tireranno sospiri di sollievo ! “decimato esercito di Tel Aviv” titoleranno i giornali; che gioia ! Dispiacere solo per i rabbini e civili cristianizzati…

  • Hannibal7
    Inserito alle 17:05h, 06 Maggio Rispondi

    Maledetti
    Un attacco infame contro strutture civili
    La UE non condanna???
    La UE non sanziona???
    Tutti d’accordo né….

  • antonio
    Inserito alle 18:53h, 06 Maggio Rispondi

    quando gli Arabi si riuniranno liberi per i psicolabili si apriiranno le conosciiute fasi della diiaspora

Inserisci un Commento