Attacco in Crimea: l’UAV RQ-4B “Global Hawk” ha regolato la rotta dei missili durante l’attacco alla nave russa

Nella notte di oggi si è verificato un grave incidente militare: la grande nave da sbarco “Novocherkassk” del Progetto 775 è stata danneggiata nel porto di Feodosia a seguito di un attacco di missili guidati da aerei SCALP-EG lanciati dalle forze armate ucraine.

Secondo Russian Weapons, l’attacco ha utilizzato missili stealth SCALP-EG, i cui moduli di navigazione inerziale erano caricati con profili di volo a bassa quota, che hanno permesso loro di evitare il rilevamento operativo.

Secondo il canale Telegram “Russian Weapons”, gli UAV RQ-4B “Global Hawk” americani e britannici hanno identificato in anticipo i sistemi missilistici antiaerei, il che ha permesso di tenere conto dei settori di visualizzazione dei loro radar durante la pianificazione delle rotte di volo missilistiche.

Nave russa danneggiata

“I sistemi missilistici antiaerei sono stati rilevati e identificati in anticipo dagli UAV da ricognizione radar strategici RQ-4B Global Hawk americani e britannici il giorno prima che pattugliavano il Mar Nero. Di conseguenza, i settori di osservazione dei loro radar sono stati presi in considerazione durante la costruzione del volo missilistico percorsi “, si legge nel messaggio.

Al momento è noto che a seguito dell’attacco effettuato dall’Ucraina una persona è stata uccisa e altre quattro sono rimaste ferite. Le informazioni sui danni alla nave da sbarco Novocherkassk sono già state presentate al presidente russo Vladimir Putin.

Fonte: Avia Pro

Traduzine: Mirko Vlobodic

9 commenti su “Attacco in Crimea: l’UAV RQ-4B “Global Hawk” ha regolato la rotta dei missili durante l’attacco alla nave russa

  1. Quando pensano di tirar giù tutti gli UAV che gironzolano al largo della Crimea?? Non ci vuole molto per tirarli giù senza che nessuno capisca chi sia stato… Mica devono usare i missili…

  2. Gli anglosionisti adoratori di satana stanno esagerando. Li dovrebbero prima dichiarare obiettivi legittimi e se non la smettono, abbatterli senza esitare. La guerra sacra deve essere vinta ad ogni costo

  3. Ad una lettura onesta e critica giusta si direbbe che i Russi in questi frangente – non sempre – hanno cannato i loro sistemi di guerra elettronica . Del resto la stanno prendendo ancora come un conflitto su scala regionale / locale come se fosse una Georgia / Cecenia qualsiasi ; mentre li è dispiegato tutto l’assets militare economico degli Usa…che voglio dire? che l’unica guerra che ha senso è una “Total Krieg” di liberazione dal giogo che si auto alimenta …chi vuol capire capisca….

  4. Prima l’incrociatore, poi il ponte di Crimea, ora la nave da sbarco, ogni tanto ne fanno uno ma con danni notevoli, ci chiediamo quando la Russia metterà fine a questo pattugliamento di droni e aerei spia che forniscono dati accurati, per fare grossi danni. La migliore cosa sarebbe di abbatterli senza se e senza ma, con qualcosa che faccia pensare a un incidente, e si risolve il problema.

  5. i Global Hawk vengono guidati dalle Basi USA in Sicilia ? Sigonella … Putin tirali giù tutti … yankee state a casa vostra … non andate per il Mondo a rapinare Terre altrui …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM