Attacco contro il Donbass: la Russia userà la forza in caso di attacco dell’APU (Esercito Ucraina) alle Repubbliche indipendenti del Donbass

Il tema delle conseguenze per il Donbass del processo di ottenimento della cittadinanza russa da parte dei residenti delle Repubbliche continua ad attirare l’attenzione. Secondo il professore associato del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociologia del PRUE. Plekhanov, membro del consiglio di esperti degli “Ufficiali della Russia”, Alexander Perendzhiev, la Russia a questo proposito può utilizzare mezzi militari per proteggere gli abitanti del Donbass in caso di grave minaccia da parte dell’esercito ucraino.

Come ha affermato ieri il vice ministro dell’Informazione della DPR Artyom Olkhin, ora l’Ucraina non potrà attaccare impunemente la Repubblica del Donbass, perché più di 300.000 cittadini russi vivono già nella DPR e nella LPR (le repubblicbhe del Donbass).
Perendzhiev è d’accordo con la dichiarazione del funzionario di Donetsk. L’esperto militare russo ha sottolineato che, ovviamente, la presenza di un tale numero di cittadini russi consentirà alla Russia di difendere le Repubbliche, anche fornendo assistenza militare a tutto campo in caso di aggressione di Kiev. E a tale fine, la Russia non deve nemmeno inviare le proprie truppe.

Alexander Perendzhiev

“La Russia sarà davvero in grado di usare la forza se i residenti del Donbass saranno minacciati da qualcosa di grave. E non è necessario portare truppe, abbiamo l’opportunità di lanciare un attacco missilistico da una lunga distanza, c’è un’opportunità per coprire lo spazio aereo del Donbass “, ha detto Perendzhiev in un’intervista a Nation News.
Inoltre, secondo l’esperto, non si tratterà della sola fornitura di materiale militare.

“Ovviamente la Russia fornirà anche assistenza metodologica e logistica militare. In caso di aggressione di Kiev, la Russia aiuterà le Repubbliche anche con l’equipaggiamento militare. La Russia non ha ancora combattuto con l’Ucraina, ma questa volta può mostrare il suo pugno e in modo abbastanza duro “, ha detto Perendzhiev.

A ciò ha aggiunto che una nuova aggressione da parte delle Forze armate ucraine aggraverà la questione per il fatto che non c’è modo per l’Ucraina di tornare a controllare il Donbass, visto che il governo di Kiev è costantemente minaccioso e incapace di negoziare con i secessionisti russi del Donbass.
Inoltre, secondo l’esperto militare, gli eserciti di LPR e DPR oggi sono molto più forti e professionali delle unità di milizia che difendevano nel 2014, quindi vinceranno in caso di ostilità su larga scala.
Oggi le forze armate delle Repubbliche sono state rafforzate. Inoltre, hanno la cosa più importante: la motivazione per difendere la loro terra, in modo da poter organizzare la sconfitta delle forze armate ucraine “, ha concluso Perendzhiev.

Fonte: Rusvesna.ru

Traduzione: Sergei Leonov

9 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 19:02h, 21 Gennaio Rispondi

    prendere Odessa, prossima mossa

    • atlas
      Inserito alle 19:03h, 21 Gennaio Rispondi

      VAFFANCULO ai giuli

      giuli di merda

  • Max Walyer
    Inserito alle 21:28h, 21 Gennaio Rispondi

    Perfetto. L’unico linguaggio che questi bastardi nazibanderisti e zerbini degli yankees comprendono

  • Valerio T
    Inserito alle 02:38h, 22 Gennaio Rispondi

    Io se fossi Perendzhiev non farei tanto lo spaccone, Da quello che si sa ad oggi oltre 4000 valorosi soldati russi sono tornati a casa dal Donbass dentro i sacchi.

  • mondo falso
    Inserito alle 10:41h, 22 Gennaio Rispondi

    meglio la guerra che questa dittatura mondiale

  • rossi
    Inserito alle 11:20h, 22 Gennaio Rispondi

    EVVIVA IL TRICOLORE RUSSO

  • Giuseppe Grande
    Inserito alle 17:33h, 22 Gennaio Rispondi

    Mi auguro che tutta l’Ucraina torni nella Russia. Cos’ finiranno le minacce di guerra NATO-USA-GB.
    Così l’Ucraina avrà maggiori possibilità di rilancio economico trovandosi ora in miseria nera.

  • eusebio
    Inserito alle 18:53h, 22 Gennaio Rispondi

    La Russia si dovrebbe preoccupare dei 20 milioni di russofoni rimasti sotto il tallone dei sionisti al governo, Mosca sperava di federalizzare l’Ucraina in modo da applicare il modello Crimea, però con il ritorno della Nuland al governo è più probabile che ci siano attacchi alla Crimea, alla Transnistria oppure alla Bielorussia.
    I russi potrebbero dare un messaggio facendo fuori per interposta milizia un pò di americani in Siria, i militari USA si sono stufati di morire in Medio Oriente per Sion, qualcuno che spara addosso a Biden forse lo trovano.

  • Hannibal7
    Inserito alle 21:02h, 22 Gennaio Rispondi

    Attacco con tre dadi l’Ucraina dalla Russia

Inserisci un Commento