ATTACCO ALLA SIRIA CONVEGNO A MODENA

Gli Stati Uniti, nella loro politica di dominio globale, sono rimasti scottati per la resistenza ostinata del popolo e dell’Esercito siriano che non hanno accettato di piegarsi alla loro egemonia ed alla pretesa di fare della Siria un paese smembrato e sottoposto al califfato saudita.

La Siria ed il suo popolo da sette anni combattono con le armi in pugno contro i mercenari inviati da Washington e da Rijad e, con l’aiuto della Russia e dei suoi alleati, hanno dimostrato che all’Impero si può resistere costituendo un esempio pericoloso per gli imperialisti USA ed i loro lacchè nel mondo.


La rabbia e la frustrazione guidano quindi le azioni dell’Establishment USA che non sa darsi pace fino a quando non riuscirà a soggiogare la nazione ed il popolo siriano.
La resistenza delle Siria rappresenta oggi la resistenza dei popoli contro le aggressioni imperialiste, un esempio ed una lezione morale per tutto il mondo.

Se ne parlerà Modena presso il Circolo “La Terra dei Padri”, via N. Biondo, 297, Giovedì 19 Aprile, alle ore 21,00, con la presenza di un giornalista siriano e militante della causa del suo paese.

13 Commenti

  • 9+3-6=6
    16 Aprile 2018

    FORZA SIRIA!

  • max tuanton
    17 Aprile 2018

    Ora non vorrei disilludere nessuno ma gli USA sono 350 milioni con una potenza military e economics terrificante mentre I Siriani sono 10 milioni di gatti beduini si e no ; non vi pare che gli Usa e i Russi d’accordo stiano facendo apposta per trascinare LA situazione il piu possibile ,svuotare LA bestia lentamente cosi da tenere in bilico tutti I popoli nell’incertezza e paura? Regia ebrea Naturalmente come a Hollywood tutti I film sono in mano Jew , venite qui da me ne gioverebbe LA vostra salute li siete sotto scie vi hanno saccheggiato il cervello

    • atlas
      17 Aprile 2018

      se vengo a trovarti non ti farà piacere

      manigoldo

    • 9+3-6=6
      17 Aprile 2018

      I siriani prima del conflitto erano 23 milioni…e anche con un pochino di storia. Mai stati nemici. Gatti beduini? Beduini del mondo e non del deserto sono i vicini di Israele.

      • atlas
        17 Aprile 2018

        un pochino ? Damasco è una città secolare, millenaria, vi è passata di lì tutta la storia, il fulcro delle Religioni. ‘badawi’ in Arabo, vuol dire ‘abitanti del deserto’, che lui descrive in modo dispregiativo evidentemente, quando il Popolo Siriano sta resistendo eroicamente da 8 anni contro la più micidiale macchina di morte degli ultimi settant’anni

    • Bruno
      17 Aprile 2018

      Hai ragione e come dice la mia amica russa e patriottica Irina la vita è troppo breve x sprecarla a rosicare

    • Walter
      17 Aprile 2018

      Perché, tu su che pianeta abiti?

  • Matteo pigozzo
    17 Aprile 2018

    Avete sentito cosa hanno detto a rainews 24 oggi 17/4/2018 ore 21.30 circa come se stessero parlando del meteo. Il presunto attacco chimico avvenuto in siria non è in realtà mai avvenuto poiché durante un bombardamento convenzionale la polvere alzata è stata scambiata per gas venefico. No parole no parole no parole l’ho detto tre volte

    • atlas
      17 Aprile 2018

      suinocrati di regime. Girando e rigirando nel porcile si sono accorti di avere rotto qualche cosa (i coglioni) e stanno cercando di aggiustare

  • ONOFRIO AMERICA
    18 Aprile 2018

    Forza Siria.
    Oramai si sa dappertutto che l agenda imperialistica che si sta svolgendo nel mondo é un continuo tentativo di soggicazione da parte di paesi che stanno lavorando tenendosi la mano avicenda.
    Purtroppo anche l’Italia é piegata con il fondoschiena a 90° assimilando una penetrazione erettale da parte degli USA e tutti i loro alleati,e logicamente dalle banche che muovono ogni governo con la stessa facilitá che un pupazziere muove le sue marionette.
    La CIA ha sempre avuto la parte principale nell organizzare tutti le destabilizzazioni di governi con metodi veramente sporchi.
    Dall assassinio di John Kennedy agli assassinii di Saddam Hussein e Geddafi per nominarne 3, il loro zampino nell organizzazione di queste azioni disgustose é evidentissimo.
    Si spera che la Siria abbia veramente le capacitá di continuare a difendersi da questi attacchi di provocazione continuati che continuano a provocare migliaia di vittime innocenti.
    La geopolitica é un business di menzogne e tradimenti che viene anche incrementato dalla media internazionale con notizie cariche di falsitá assurde.
    Anche la RAI e Mediaset sono due corporazioni che dovrebbero essere eliminate e tutti coloro che ci lavorano dovrebbero essere buttati in mezzo alla starda con nessuna possibilitá futura di riconciliazione.

  • atlas
    21 Aprile 2018

    l’intero convegno, con annesso Inno Nazionale Siriano si può vedere qui :

    https://www.facebook.com/sosovasilev/videos/1619121491468896/

Inserisci un Commento

*

code