ATTACCHI AEREI ISRAELIANI HANNO COLPITO LA PERIFERIA DELLA CAPITALE SIRIANA (VIDEO)

Verso la fine del 21 ottobre, una serie di attacchi aerei israeliani ha preso di mira diverse posizioni alla periferia della capitale siriana, Damasco.

Una fonte militare siriana ha detto all’agenzia ufficiale di stampa araba siriana che i caccia dell’aviazione israeliana hanno lanciato gli attacchi aerei dalla direzione del lago di Tiberiade, aggiungendo che diversi missili ostili sono stati intercettati con successo. La fonte anonima ha affermato che gli attacchi aerei hanno provocato solo perdite materiali.

Secondo notizie non confermate, gli obiettivi degli attacchi aerei israeliani includevano due basi nella periferia occidentale di Damasco e l’aeroporto internazionale a sud della capitale.

Come al solito, diverse fonti di notizie arabe e israeliane hanno affermato che gli attacchi aerei avevano lo scopo di contrastare un tentativo di contrabbando di armi dall’Iran a Hezbollah in Libano attraverso la Siria. Al momento, non ci sono prove a sostegno di queste affermazioni.
Questo è stato il primo attacco israeliano a prendere di mira la Siria in più di un mese. L’attacco precedente è stato il 17 settembre . L’attacco ha preso di mira l’aeroporto internazionale di Damasco e diverse altre posizioni a sud della capitale, incluso un presunto ufficio del Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche iraniane. Almeno cinque membri del servizio militare siriano furono uccisi allora.

Pochi giorni prima del nuovo attacco, fonti politiche e di sicurezza israeliane hanno riferito al quotidiano Yedioth Ahronoth che la pausa negli attacchi alla Siria è il risultato di un calo del contrabbando di armi attraverso il Paese da parte dell’Iran. I funzionari hanno sottolineato che non c’è stato alcun cambiamento nell’approccio israeliano in Siria.

Israele spera che i suoi ripetuti attacchi alla Siria possano disturbare le spedizioni di armi iraniane a Hezbollah e alla fine spingere l’Iran fuori dal paese dilaniato dalla guerra.

Nota: L’abituale pretesto di Israele non può coprire la politica aggressiva di Israele che tenta costantemente di provocare la Siria e determinare il prolungamento del conflitto secondo gli interessi della entità sionista che mira a destabilizzare il paese arabo.

Fonte: Hispantv

traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM