Attacchi aerei israeliani colpiscono Aleppo, in Siria


Rapporti locali affermano che gli attacchi hanno colpito una fonderia di rame nelle campagne della provincia nordoccidentale di Aleppo.
Diverse persone sono state uccise negli attacchi aerei israeliani sulla provincia di Aleppo, nel nord-ovest della Siria, all’inizio del 3 giugno.

Attacco di Israele su Aleppo Siria


“Verso le 00:20 dell’alba di lunedì, il nemico israeliano ha lanciato un attacco aereo con missili dalla direzione del sud-est di Aleppo, prendendo di mira una serie di punti nelle vicinanze della città di Aleppo, e le difese aeree dell’esercito hanno intercettato i missili dell’aggressione e ne hanno abbattuti alcuni”, ha detto una fonte militare ai media statali SANA .

“L’aggressione ha portato al martirio di numerosi civili e ad alcune perdite materiali alle proprietà”, ha aggiunto la fonte.

Secondo i resoconti locali, tra i siti colpiti dagli attacchi israeliani c’era una fonderia di rame vicino alla città di Hayan .

L’Osservatorio siriano per i diritti umani ( SOHR ), legato all’opposizione, ha affermato che 16 “miliziani sostenuti dall’Iran” sono stati uccisi in un attacco contro una fonderia di rame e un magazzino di armi tra Hayan e Al-Tamoura, nella campagna di Aleppo. .

Rapporti locali affermano anche che gli attacchi sono coincisi con un attacco da parte di militanti estremisti a un posto di blocco dell’esercito siriano a ovest di Aleppo. Damasco accusa regolarmente i gruppi armati estremisti in Siria di coordinarsi con Israele, che ha sostenuto il Fronte Nusra legato ad Al-Qaeda durante i primi anni della guerra siriana.

Mentre la sua guerra genocida contro Gaza infuria e continua a fronteggiare resistenza su diversi fronti, Israele continua con i suoi attacchi illegali alla Siria.

Un bambino è stato ucciso e altri dieci civili feriti in un attacco israeliano contro la Siria centrale e la città costiera siriana di Baniyas il 29 maggio. Il 2 maggio, otto soldati siriani sono rimasti feriti in un attacco aereo israeliano vicino alla capitale Damasco.

Israele attacca la Siria da diversi anni, prendendo di mira quelli che ritiene essere gli interessi iraniani e di Hezbollah nel paese, nel tentativo di soffocare il sostegno militare di Teheran alla resistenza in Libano. Questa campagna non ufficiale, che Israele non riconosce pubblicamente, è stata definita “ la battaglia tra le guerre ”.

Tuttavia, gli attacchi non sono riusciti a influenzare il flusso di armi verso Hezbollah.

La battaglia in corso tra le guerre ha visto la resistenza in Libano aumentare significativamente le sue capacità di armi in termini di quantità, qualità e diversità. Ciò rappresenta una sostanziale battuta d’arresto strategica per Israele, che ha speso ingenti somme nella sua strategia in Siria senza raggiungere i suoi obiettivi”, ha scritto Khalil Nasrallah, giornalista libanese ed esperto di affari regionali, per The Cradle il 2 aprile.

Fonte: The Cradle

Traduzione: Luciano Lago

6 commenti su “Attacchi aerei israeliani colpiscono Aleppo, in Siria

  1. Non so, cosa ci fanno i russi in Siria? I bambini? Almeno qualche bomba atomica tattica in modo che possa difendersi al valoroso ed onesto popolo siriano si dovrebbe dargliela.

  2. Cos’aspettano per dare il colpo mortale a questi nazisionisti?? Vogliono continuare con le parole? Bisogna solo sferrare attacchi da più parti per mandarli in tilt e porre fine al loro non stato criminale e sanguinario. Attacchi coordinati da Libano, Iraq, Siria, Yemen ecc… e via

  3. Concordo con Khalil Nasrallah. I luridi suini sionisti si vendicano tentando attacchi mirati alla resistenza. Beh che s’ accomodino, la guerriglia sciita e’ forte di un bacino di popolazione, la maggioranza, mediorientale di svariate decine di milioni di persone. Si scavano la fossa con le proprie lerce mani.

  4. L’Israele come l’America ha una visione della guerra antiquata ………………. bombarda una fonderia di rame………… in passato ha colpito pollai in serie…………………… il Mossad dorme e non piglia pesci. La Siria non rivela i sistemi d’arma modernissimi, queste provocazioni l’Israele le fece anche agli inizi degli anni 70 ….. i Siriani zitti, in silenzio …… poi scoppiò la Guerra del 1973 e CENTINAIA DI AVIOGETTI ISRAELIANI FURONO ABBATUTI con grande sorpresa……………. Tu chiamale, se vuoi, emozioni.

  5. Il fatto che Israele abbia speso ingenti somme frega una beata mazza alla mafia kazara….Loro i soldi mica fanno fatica a guadagnarli…no,no…LI STAMPANO!

    1. Infatti,causa loro, gli USA sono lo stato più indebitato al mondo.Ecco spiegato il motivo guerrafondaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM