Atallah Hanna, arcivescovo del Patriarcato greco-ortodosso di Gerusalemme, ha annunciato la sua adesione alla campagna per rompere l’embargo alla Siria.


L’Arcivescovo ha dichiarato: “Noi a Gerusalemme, la capitale della Palestina, stiamo con la Siria e sosteniamo tutti gli sforzi sinceri per revocare il blocco e ci opponiamo alle cospirazioni contro quel paese”.
L’arcivescovo Hanna ha sottolineato che chiunque difenda la Palestina e sostenga la causa palestinese deve stare con la Siria.
Ha aggiunto che la Siria ha affrontato molte sfide e cospirazioni volte a indebolirla, ma ha resistito nonostante tutto questo.
Hanna ha affermato che i nemici della Siria sono i nemici della Palestina, e ha incoraggiato la formazione di un movimento internazionale per sostenere la Siria.
La campagna per rompere l’embargo alla Siria è stata lanciata il 28 del mese scorso su invito di Maan Bashoor, capo del Centro arabo per le relazioni e la cooperazione internazionale, con la partecipazione di partiti, organizzazioni e personalità arabi.

Nota: Dopo 11 anni di guerra imposta dalle bande terroriste, appoggiate dall’occidente, la Siria oggi deve affrontare una dura campagna di sanzioni decretata dagli USA e dai paesi europei che sta letteralmente affamando la popolazione siriana e rende la vita più difficile per la mancanza di generi di prima necessità, medicinali e carburante. La colpa del popolo siriano è quella di volere un paese sovrano che non vuole sottostare ai piani di spartizione e sottomissione elaborati a Washington ma che sono falliti grazie alla eroica resistenza del popolo siriano, Gli autori del blocco di sanzioni sono gli stessi che, a ogni piè sospinto, salgono in tribuna per parlare di “diritti umani” e accusare gli altri di violare tali diritti. L’arcivescovo esorta i leader occidentali a guardarsi allo specchio prima di teorizzare “valori” che sono i primi a non rispettare.

Fonte: Fronte della Resistenza

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM