Assordante fallimento della vaccinazione universale in Francia: “I francesi capiscono di essere stati ingannati”

Il 27 dicembre in Francia è stata lanciata una campagna di vaccinazione di massa, che ha subito iniziato a fallire miseramente.

Il 16 dicembre, il primo ministro francese Jean Castex ha presentato all’Assemblea nazionale francese un piano di campagna in tre fasi: circa un milione di anziani e assistenti nelle case di cura verranno vaccinati prima del nuovo anno, poi 14 milioni di persone provenienti da “gruppi a rischio” alla fine di febbraio, poi il resto entro la fine della primavera …

La campagna, per la quale il governo ha stanziato 1,5 miliardi di euro per il 2021, ha detto Kasteks, sarà condotta sotto gli slogan di “trasparenza totale”, “vigilanza assoluta” e “determinazione incrollabile”. Tali caratteristiche sono più adatte a una campagna militare: il governo, infatti, dovrà combattere con i suoi cittadini, la maggior parte dei quali non vuole essere vaccinata.

La maggior parte dei cittadini francesi non vuole essere vaccinata

Secondo i sondaggi di opinione condotti dall’Agenzia nazionale della sanità, il numero di francesi che rifiutano la vaccinazione (des réfractaires au vaccin) cresce ogni giorno. Se nel luglio 2020 il 64% degli intervistati vorrebbe vaccinarsi “definitivamente o probabilmente”, a novembre il numero di tali richiedenti è sceso al 53% e alla fine di dicembre solo il 40% degli intervistati ha espresso la disponibilità a farsi vaccinare.

La vaccinazione in Francia si dimostra chiaramente che non è popolare.
All’inizio della campagna ufficiale , “la Francia è diventata la campionessa mondiale delle deviazioni dalla vaccinazione” , scrive Le Figaro .

Un sondaggio di “Ipsos Global Advisor” ha rilevato che il 72% degli obiettori di coscienza francesi teme gli effetti collaterali dei vaccini Pfizer e Moderna . “I sani dubbi hanno il diritto di esistere, e quindi non si dovrebbe mettere in ridicolo coloro che temono la vaccinazione “, ha detto il deputato dell’Assemblea Nazionale, il famoso matematico Cedric Villani.

I “sani dubbi” dei francesi sono stati rafforzati dallo scandalo con il presidente della Pfizer , uno dei principali fornitori di vaccini al mercato mondiale. 22 dicembre, il leader del partito gollista “Alzati Francia!” (Debutto la Francia!) Nicolas Dupont-Aignan ha detto che il presidente della Pfizer Albert Burla non intende vaccinarsi. Il capo della Pfizer ha contestato frettolosamente il francese, dicendo che stava solo aspettando in fila, ma questo non convince più nessuno.

Il ministro della Salute Olivier Veran afferma che “il vaccino non cambierà radicalmente il corso dell’epidemia” . Tuttavia, se il vaccino non cambia nulla, perché è necessario? Per portare profitto ai suoi produttori e venditori?

Luc MONTAGNIER, premio Nobel quale scopritore del vaccino HIV, critico sui vaccini contro il Covid (vedi https://www.corvelva.it/en/approfondimenti/notizie/covid19/secondo-montagnier-il-coronavirus-e-stato-manipolato-per-un-vaccino-anti-aids.html )

Quasi la metà del numero di donne francesi disposte a farsi vaccinare rispetto agli uomini, a causa delle preoccupazioni circa il potenziale impatto negativo del vaccino sulla fertilità. L’effetto del vaccino di Pfizer sulla fertilità non è chiaro; in linea di principio, questo vale anche per altri vaccini. L’immunologo Eric Billy spiega l ‘”intoppo” in questo modo: “Se volessimo aspettare ad ogni costo per scoprirlo, dovremmo aspettare 10 anni” . E l’industria farmaceutica non vuole aspettare.

Più di quattro quinti della popolazione francese possono ora essere classificati come “dissidenti covid”: già l’82 per cento dei francesi ritiene che i nuovi vaccini non siano sicuri. A luglio, era presente il 67% di questi scettici

Al 31 dicembre 2020, … 352 francesi sono stati vaccinati , mentre in Germania già 80mila tedeschi hanno accettato di essere vaccinati (anche se rispetto agli 83 milioni di abitanti della Repubblica federale di Germania, questo è ancora trascurabile).

Quando il ministro della Salute Olivier Veran afferma che la vaccinazione nel paese aumenterà di ritmo nel prossimo futuro, nessuno lo crede. “Non siamo pronti ” , dice Philippe Jouvin, capo del pronto soccorso dell’ospedale europeo Georges-Pompidou. “I francesi “, aggiunge, ” capiscono di essere stati ingannati” .

Il presidente Emmanuel Macron ha recentemente affermato di essere molto diffidente nei confronti del vaccino Pfizer e ha riconosciuto che il governo “non sapeva tutto del vaccino” (su ne “savait pas tout”).

Il quotidiano Midi Libre ha chiesto ai residenti della città di Montpellier le ragioni della generale sfiducia nei vaccini. Risposta tipica: “Le società farmaceutiche Pfizer e Moderna hanno sviluppato rapidamente la propria formula. La malattia è molto recente, ci vogliono anni per creare un vaccino e loro, come per magia, hanno un vaccino per il mondo intero ” . E un residente di Montpellier Boris Czajka ha parlato ancora più francamente: “Più mi convinceranno a fare il vaccino, meno lo vorrò. Non mi fido di loro, né del governo, né della medicina ” .

“Il motivo per cui i francesi si rifiutano di vaccinare è proprio la loro sfiducia nei confronti del governo ” , ha confermato in un’intervista a FGC Alesya Miloradovich, dipendente dell’Accademia di geopolitica di Parigi. – Molti scienziati francesi in tutti i siti possibili dicono che questa è tutta una frode. E la provincia rifiuta semplicemente sia le maschere che i vaccini. Pertanto, i parigini partono per ritirarsi in provincia. I prezzi degli immobili sono diminuiti drasticamente. Tutti quelli che possono andarsene se ne vanno. E tradizionalmente, i francesi si fidano soprattutto dei loro medici di famiglia, non dei politici. Il mio endocrinologo ha detto che se fosse stata costretta a vaccinarsi sul lavoro, sarebbe stato meglio per lei andare in pensione ” .

Montano le proteste in Francia contro i vaccini

Sullo sfondo dell’assordante fallimento della vaccinazione universale in Francia , si sentono voci sull’introduzione di privilegi per i vaccinati. La deputata dell’Assemblea nazionale Valerie Six ha lanciato una campagna per creare un “passaporto verde” che consente alle persone vaccinate di visitare ristoranti, musei, concerti e sport. Tuttavia, il governo francese deciderà di introdurre privilegi per i vaccinati, creando una società a due caste , sulle cui prospettive sta già sorgendo un’ondata di polemiche pubbliche nella vicina Germania?
Un altro fatto di accresciute tensioni politiche come conseguenza della “lotta alla pandemia”: il 21 dicembre il governo ha introdotto un disegno di legge per introdurre un “regime di gestione sostenibile delle emergenze sanitarie” , che ha causato uno scandalo tale da essere ritirato.
La sezione 2 dell’articolo 1 del progetto di legge stabiliva che “il Primo Ministro può … far dipendere il movimento delle persone, il loro accesso a veicoli o a determinati luoghi, nonché l’attuazione di determinate azioni, dalla presentazione dei risultati di un test che stabilisce che una persona non è infetta e dalla successiva osservazione per il trattamento preventivo, compresa l’introduzione di un vaccino . ” Il titolo del disegno di legge afferma che dovrebbe essere adottato “con una procedura accelerata”.

I membri dell’Assemblea nazionale francese hanno accusato il governo di “tentare in modo indiretto, fuori dal controllo parlamentare, di introdurre vaccinazioni obbligatorie” . “Questa è essenzialmente una misura totalitaria “, ha detto Marine Le Pen. Il governo ha fatto marcia indietro. Per il momento.

Traduzione: Fond.sk.ru

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM