"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Arriva il vecchio “guru” per sostenere il fronte globalista e libertario: la Bonino

In vista delle elezioni politiche, da vari ambienti nella scena politica italiana si affaccia l’ipotesi di una nuova lista guidata dalla coppia Pisapia-Bonino, con dietro Prodi e Letta come sponsor della formazione.”
Rimane il fatto che la Bonino si sta adoperando al massimo sul tema dell’immigrazione e dello “Jus soli” e sta scaldando i cuori di tanti che, in quello schieramento, non sembrano più avere altri punti in agenda. L’ultima ’iniziativa della Bonino, “Ero straniero”, punta a superare la legge Bossi-Fini e a favorire l’invasione con la scusa dei permessi lavorativi.

Per sapere chi è veramente ed a chi risponde la radicale ed ultra mondialista Emma Bonino, può essere utile leggere quanto scrive in proposito Paolo Borgognone:

.”…Il Partito Radicale è il megafono degli odierni processi di flessibilizzazione consumistica delle masse e di colonizzazione, anche per via militare, dei popoli e degli Stati a vario titolo resistenti. Emma Bonino è una sorta di sacerdotessa del culto della liberalizzazione (dei costumi, dell’economia, delle frontiere etiche, nazionali, politiche). Il defunto Marco Pannella è stato il guru del politically correct declinato in versione populistica, demagogica, caciarona, spettacolarizzata oltre ogni limite e “arzigogolata” fino al ridicolo parossismo. In un libro dal titolo Verità e relativismo, Costanzo Preve aveva a riguardo criticato, giustamente secondo l’opinione di chi scrive, «una sinistra ormai del tutto privata di una visione sociale e politica alternativa al sistema». Una sinistra che, travisando il progresso capitalistico della Storia in chiave prettamente emancipazionista, «deve trovare la sua unica ragion d’essere nel cosiddetto “libertarismo dei costumi”, nelle quote rosa per le donne in carriera, nell’inseguimento grottesco del duo musicale relativistico Pannella-Bonino, eccetera». (……………)

Il Partito Radicale è stato ed è l’attore politico privilegiato per coloro i quali, disgraziatamente, da sinistra, auspicano e intendono il socialismo come approdo cosmopolitico finale di una società consumistica, di spettacolo e di dissoluzione compulsiva di ogni legame tradizionale. Il materialismo pratico, anarchicheggiante e ultracapitalistico, è la filosofia di riferimento dei radicali, laddove il materialismo dialettico, censorio e hobbesiano, fu la filosofia di riferimento dei comunisti staliniani dopo il 1931. Il chiliasmo messianico comunistico dei radicali è stato, da chi scrive, sottolineato ne “L’immagine sinistra della globalizzazione. Critica del radicalismo liberale “(p. 779):
Importante sottolineare come i radicali, per dichiarazione stessa di Pannella, rivendicassero, apertamente, la propria internità alla storia del comunismo intesa come soteriologia deterministica, apocalittica e tesa alla unificazione totalizzante della storia e delle comunità storiche, popolari e nazionali, nell’ambito di un monoclassismo cosmopolitico assoluto, ossia slegato da riferimenti e legami identitari collettivi tradizionali (Stato, religione, nazione, famiglia, genere sessuale). In questo senso, esattamente come Karl Marx, Fausto Bertinotti, Toni Negri, Slavoj Zizek, le Pussy Riot e tutta l’odierna masnada comunistica postmoderna, Pannella pensava realmente che il capitalismo e la globalizzazione fossero positivi fattori di totalizzazione di numerose determinazioni (storiche, politiche, sociali, economiche, culturali, religiose) che avrebbero in futuro inverato il comunismo (mentre invece, contrariamente a quel che sosteneva Marx, il capitalismo non produce alcunché, tantomeno il comunismo, al massimo implode). (……………………)

La postsocietà, o società postmoderna, o società liquida, culturalmente senza classi sociali e orientata all’antropologia del desiderio capitalistico illimitato, idealizzata e auspicata da Puig Antich nel 1974, è l’involucro politico (e il modello antropologico) da esportazione prediletto dagli strateghi dell’attuale «internazionale democratica» per il cambio di regime, in chiave liberale, liberista, libertaria e, naturalmente, filoccidentale, nei Paesi (Russia, Cina, Iran, Siria, ecc.) in qualche modo resistenti ai processi di colonizzazione cosmopolitica promossi dai teorici della “fine capitalistica” e “progressista” della Storia.
I liberali, sia manifesti (à la Pannella), sia camuffati da comunisti estremisti (à la Puig Antich, Bertinotti o Toni Negri) perseguono lo stesso orizzonte di rimodellamento cosmopolitico e neoliberale della (da loro auspicata) “società globale”. Un rimodellamento conformistico condotto attraverso la “sollevazione culturale antiautoritaria ma ultracapitalistica” di indistinte “moltitudini comunistiche biopolitiche globalizzate”.

Bonino e migranti

Nessuna meraviglia quindi che il fronte mondialista e radicale trovi nella Bonino il proprio leader d’immagine per portare avanti in forma decisa e senza soste il programma di sostituzione etnica della popolazione favorendo l’arrivo di masse di migranti e di conseguenza l’omologazione del paese a quanto disposto dai grandi organismi sovranazionali.

Sarà questa nuova formazione della sinistra mondialista a sospingere e favorire quel “rimodellamento cosmopolitico” e neoliberale della società italiana per renderlo più conforme a quello che i mondialisti auspicano come l’avvento della “società globale” conforme alle centrali di potere sovranazionale?
Una prospettiva che rende impossibile, per coloro che ancora si ritengono identitari e sovranisti, non scendere in strada ed organizzare una qualsiasi forma di resistenza prima che non sia troppo tardi.

*

code

  1. Aldus 2 settimane fa

    Brutta come la sua idea di vita e di società, brutta come i risultati che si vedono oggi, brutta come la compagnia cui è legata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 2 settimane fa

      Brutta come le conseguenze del suo agire, che a breve dovrà affrontare senza rendersene conto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mardunolbo 2 settimane fa

    Brutta ?? Direi orrenda come la sua anima pervicacemente ostinata che mai rinnega l’istigazione ed il procurato aborto per le donne europee ed italiane in particolare !
    Tutto per far arrivare, invece , torme di migranti maschi per fecondare le donne europee e per generare torme di ibridi senza storia e senza identita’ ancestrale, per organizzare dei novelli Stati Uniti nell’Europa, per dominare meglio i popoli europei !
    E Bergoglio, detto papa Francesco, la osanno’ come grande donna italiana…
    A schifo si aggiunge schifo e questa sacerdotessa del diavolo, non satura delle sue istigazioni perverse, continua la sua strada, pur essendo stata avvertita, con un cancro, che la vita non appartiene all’essere umano e non la si puo’ togliere come lei ha fatto, minimizzando il crimine che nemmeno gli animali fanno.
    Il segretario, ex, del Partito Radicale, schifato, dei sotterfugi e delle perversioni dentro, se ne usci’ alcuni anni fa ed ha dovuto subire persecuzioni di ogni sorta per aver osato criticare e scrivere “nero su bianco” quanto e’ , in realta’, il PR.
    Questi, se ne e’ uscito proprio dopo aver recuperato la fede perduta, che gli ha dato la forza e l’energia di abbandonare tutto e di essere finalmente ancora se’ stesso creatura, timorosa di Dio invece che di Pannella e di Bonino !
    Peccato che l’analisi sul Partito Radicale abbia trascurato questo importante risvolto che dice parecchio dei personaggi in questione, e della sopravvissuta ultima, la Bonino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 2 settimane fa

      Invece dell’ex-segretario è forse l’ex-tesoriere del PR Danilo Quinto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. animaligebbia 2 settimane fa

        E questo sarebbe un asso nella manica?Se tirano fuori questi vecchi catorci vuol dire che stanno messi davvero male.Gira un video sul tubo dove l’Abortista Pazza invita con fare materno in una tv araba tanti giovani a venire in Italia,dove accudiranno i nostri vecchi e “sarete parte delle nostre famiglie e vi vorranno bene” e parla addirittura di 800 euro al mese.Come ha giustamente scritto qualcuno piu’ su tenta di rimandare il momento in cui dovra’ rendere conto dei diecimila omicidi di cui si vanta e li “sara’ pianto e stridore di denti”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Salvatore Penzone 2 settimane fa

        Danilo Quinto, riconosceva in Pannella un’intelligenza luciferina.
        In un’intervista dichiarava che il segretario dei Radicali aveva compiuto un opera di devastazione dell’identità cristiana del Paese. Che aveva confuso la libertà col desiderio e portato l’Italia a non distinguere più il bene dal male, distruggendo milioni di vite umane con l’ideologia abortista. Per questa ragione, disse, combatte la Chiesa.
        Le battaglie civili dei Radicali, tese al politicamente corretto, hanno fatto sì che la degenerazione dei costumi, con modelli che hanno riformulato il senso della nostra esistenza, facciano parte del normale sentire. Pannella è la Bonino sono stati gli epigoni di un mondo in disfacimento che reclama il raggiungimento del più alto grado di “evoluzione civile” proprio affermando la libertà dai vincoli morali e l’esaltazione dell’individualismo contrapposto all’etica sociale. A riprova di ciò ci fu, tra le altre cose, l’atto di promuovere in parlamento una proposta di legge per la depenalizzazione del reato di pedofilia. I radicali sono quelli che hanno sdoganato l’imperialismo americano, che hanno difeso a spada tratta le politiche sioniste in Medioriente e sostenuto i vincoli europei e le politiche di austerità del FMI. Costoro hanno dato la stura a una sorta di anarco-imperialismo alla Soros, con lui pronti a diffondere il caos in ogni dove e rendere il mondo abbastanza “liquido” da essere interamente bevuto dalla finanza mondialista. Non c’è, quindi, da meravigliarsi della volontà di Pannella di candidare, a suo tempo, Licio Gelli. Tutta l’azione del Gran maestro della P2, tesa a destabilizzare la società italiana, trovava in Pannella un ottimo alleato oltre che un confratello…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Citodacal 2 settimane fa

          Finché non si torna a comprendere quale ontologica differenza intercorra tra intelligenza ed intelletto (da cui si genera l’intellezione non fine a se stessa) la prima decadrà inevitabilmente nell’ambito luciferino, e proprio perché “intelligente” e incline per natura all’autoreferenzialità (da cui proviene il calcolo di puro interesse), ma non rapportata all’intelletto puro, il quale è ben al di là dell’intelletto razionale; lo stesso Tsunetomo, in Hagakure (I, 112) definisce l’uomo calcolatore “…un codardo. Affermo questo perché i calcoli concernono sempre il guadagno e la perdita, e l’opportunista si preoccupa sempre di ciò”: che il Diavolo sia un bieco opportunista dall’intelligenza lucida è il minimo si possa dire, e Lao-tze è franco fino a sembrare drastico quando suggerisce di vomitare la “propria” intelligenza (direzione imboccata, dopotutto, anche dal Cusano e dall’anonimo della Nube della Non-Conoscenza).
          Del resto, il Sommo non scrive “O voi che siete ‘ntelligenti”, bensì “O voi ch’avete li ‘ntelletti sani”, in cui il vero soggetto non è l’apparente possessore dell’intelletto, bensì l’intelletto medesimo. Se consideriamo oltremodo che in ambito tradizionale la sede dell’ “intellectus” non è il cervello bensì il cuore, inteso come centro sacrale dell’uomo e non come odiernamente relegato a mero organo sentimentale – sicché spesso volubile come l’emozionalità allo stato brado (altrimenti, perché l’Asso di Spade in alcuno mazzi recherebbe l’iscrizione: “Non ti fidar di me se il cor ti manca”?) – , ebbene se consideriamo, come gli compete correttamente, il cuore sede dell’intelletto, abbiamo innanzi un quadro d’indagine decisamente differente e qualitativamente più profondo: poiché il centro dell’intelletto del cuore – il fondo dell’anima, come avrebbe detto Eckhart, spirituale e non psichica – non è accessibile al Diavolo, ma sede del Divino. (1)

          (1) Scriveva lo Schuon: “”Il demonio non ha presa né sull’incorruttibilità del puro Conoscere né sull’innocenza del puro Essere”.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. mardunolbo 2 settimane fa

        Vero, grazie della correzione, e’ l’ex tesoriere Danilo Quinto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. paolo calvo 2 settimane fa

    Tratto dal libro di Lovecraft, ‘L’eterno ritorno di Nonna Bonino’, dalle Srtorie dell’Orrore puro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 2 settimane fa

      Dall’Orrore di “Emmavich”, a “Yog-Boninothoth”…?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lister 2 settimane fa

    Un essere immondo che si è vantata di aver procurato 10.000 aborti (10.000 omicidi) usando una pompa di bicicletta e di averli, poi, messi in barattoli vuoti di marmellata con cui
    farne trofei dimostrativi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Eugenio Orso 2 settimane fa

    Sdoganatori di droghe “leggere”, ma, in verità della droga in generale, a un certo punto schierati anima e core con le “guerre giuste” e, naturalmente, “umanitarie”, questi ratti di fogna sono ancora molto presenti in Italia e la Bonino ne è l’ultimo “guru” ancora in vita (l’altro, ha tirato le cuoia da poco, almeno lui …).
    Nulla di strano che le spietate élite finanziarie occidentali tirino fuori dal “cappello a cilindro” la possibilità che Bonino diventi leader, in Italia, di un fronte globalista e libertario, rapidamente e mediaticamente costruito, in tempo, è da presumere, per le prossime elezioni parlamentari.
    Dopo il palese fallimento dell’ometto Pisapia, che doveva unificare un fronte “progressista” al servizio degli elitisti, fagocitando anche lo sputtanato e odiato piddì, potrebbe non restare altra soluzione che la Bonino, visto che Gentiloni è troppo grigio, insapore e incolore e potrebbe non far troppa presa sui polli-elettori “progressisti”.
    Parimenti, elementi come Calenda, Orlando e Minniti potrebbero non bastare, raccogliendo solo una parte dei consensi sinistroidi e centro-sinistroidi.
    Minniti, ad esempio, non sembra uno dei sostenitori più sfegatati dell'”accoglienza”, ha un taglio troppo militare, e la “stella” di Orlando, rimasto nel piddì a vegetare, sconfitto da Renzi di larga misura alle ultime primarie, si sta appannando velocemente.
    Ecco, allora, la Bonino, radicaloide, ex commissario europoide, fedele alla linea dei Soros, cultrice della società aperta e del mercato, disposta ad aprire i boccaporti dell’Italia per meticciare la popolazione con milioni d’immigrati e … far calare ancora costo del lavoro e redditi popolari.
    Sulla fede atlantista, globalista e neoliberista di questa vecchia strega, non ci può essere alcun dubbio!

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 2 settimane fa

      Vecchia strega e’ proprio la parola giusta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. leopardo 2 settimane fa

    Bonino, Soros, Napolitano …vecchi rimbambiti inutili ed insopportabili deleteri per la
    nostra societá. Quando creperanno, e non vedo l´ora, giuro che stapperó la migliore
    delle bottiglie. Il guaio é che nemmeno il buon Dio sembra impaziente di ospitare
    questi escrementi umani all´inferno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Werner 2 settimane fa

    Il Partito Radicale ha purtroppo contagiato tutta la politica italiana con la sua ideologia libertaria e nichilista, i partiti di sinistra in particolare, ma neppure quelli di destra ne sono rimasti immuni. Sono tutti liberisti in campo economico (il primato del mercato sull’autorità statale) e danno troppa enfasi alle libertà individuali, slegandole da qualsiasi dovere e vincolo morale, come scritto in un commento sopra. Di conseguenza hanno rovinato l’intera società italiana, oggi di fatto alla deriva, ed è paradossale se si considera che il PR ha sempre ottenuto alle elezioni percentuali da prefisso telefonico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 2 settimane fa

      Lavorano per qualcuno che sta piu’ in alto,sono la faccia pulita e democratica di qualcosa di orribile,un piano inconfessabile che se fosse annunciato altro che piazzale Loreto;inoculando il veleno spirituale in piccole dosi possono,col tempo,arrivare al loro scopo.La percentuale di gradimento conta molto poco quando stai nei giri giusti,qualcuno ricorda la campagna “bonino for president” coincisa con l’ingresso della abortista pazza nel bilderberg?.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Werner 2 settimane fa

        Come no, e il rischio che possa finire al Quirinale non è ancora del tutto cessato secondo me.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Citodacal 2 settimane fa

        Perfetto, Gebbia. L’attuale idea funzionale di maggioranza (nemmeno di “democrazia”) equivale a una cisterna d’acqua in cui venga versata una quantità ottimale di mercurio (in genere piuttosto bassa, mi pare che la soglia di cautela del mercurio in acqua uso umano sia di 1 g/l, ovvero un millesimo di mg); se la quantità infinitesimale di mercurio supera la soglia di tossicità dunque, la stragrande maggioranza resta composta da molecole d’acqua “sane”, ma la soluzione chimica è diventata tossica.
        Resta da chiedersi se questa caratteristica delle masse umane – e della psiche individuale dunque – sia stata creata ad hoc recentemente, oppure faccia parte delle potenzialità inconsce poco desiderabili, e note da sempre a chi frequenta le cose più sottili (ciò a cui pare alludere Shakespeare allorché pone in bocca ad Amleto la nota battuta: “Ci son più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante non immagini la vostra filosofia”); studiando i testi sacri tradizionali se ne evince la seconda, dal che una civiltà tradizionale viene impostata su certi valori e non su altri, sapendo che il contrario finirebbe coll’innescare una deriva progressiva verso gli aspetti inferi e caotici, sebbene apparentemente assai intriganti ed auspicabili, in primis dell’essere umano e conseguentemente della società composta.
        Ma chi è causa del suo mal…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Citodacal 2 settimane fa

          Mi accorgo che nell’intervento precedente nell’unità di misura della soglia del mercurio compare un quadratino (questione di font) in loco della lettera greca “mi” o “mu”, se usata in ambito scientifico, e nella fattispecie a significare il microgrammo, cioè il millesimo di grammo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Citodacal 2 settimane fa

            Uffa, la tarda ora: il millesimo di milligrammo!

            Mi piace Non mi piace
  8. ROBERTO TRAMONTI 2 settimane fa

    Stimo la persona Emma Bonino per la sua cultura,per il suo determinato modo di difendere certi ideali che ipocritamente,venivano mascherati nei tempi passati ma non condivido oggi la sua scelta nei confronti di dare la cittadinanza a tutti coloro che vengono e nascono in italia da strajnieri.Stiamo e abbiamo distrutto le famiglie italiani,abbiamo distrutto l’avvenire dei nostri figli,per pensare agli altri e questo mi fa inorridire.Siamo in uno stato non piu italiano,dove le nostre famiglie hanno,non i vagabondi è chiaro,il sacrosanto diritto di avere una dignità,spesso negata per dare a dei profughi,spesso falsi,una assisstenza che le nostre famiglie disagiate manco si sognano.E triste ma e cosi.Si fa bene a parlare,non la Bonino o il defunrto Pannella,che a loro modo sono e sono state persone molto piu oneste di tanti onorevoli che predicano bene ma e razzolano male,i sepolcri imbiancati .che la sera dopo aver accolto cani e porci……si beano agiati nei loro comodi rifugi. Questo è lo schifo.Si sfrattano famiglie italiane per accogliwere chi ?
    aIUTIAMOLI A VIVERE A CASA LORO CHE CON I SOLDI CHE BUTTIAMO VIA IN ASSISTENZA,IN ARMI,IN GIOCHI POLITICI…LI FAREMMO D’ORO. VERGOGNA NON SOLO PER L’ITALA CHE TUTTO SOMMATO FA SEMPRE LA PARTE DEL COGLIONE,MA DI TUTTA LA COMUNITà EUROPEA,FRANCIA ED INGHILTERRA IN PRIMIS.POI LA POLITICA OBAMA…

    Rispondi Mi piace Non mi piace