"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Appello e denuncia dell’Ambasciatore dello Yemen in Siria

ottobre 2017

Naif al Khanse è ambasciatore in Siria della Repubblica dello Yemen – l’unico Stato repubblicano della Penisola arabica, fra sceicchi re emiri e sultani; e anche l’unico Stato povero della penisola, perché non è stato baciato dalla rendita petrolifera.

Naif al Khanse ha una particolarità: come il suo omologo a Tehran, e a differenza di tutti gli altri ambasciatori yemeniti nel mondo, non è dalla parte dell’Arabia saudita che, insieme a petromonarchi assortiti, dal marzo 2015 sta facendo a pezzi lo Yemen e la sua popolazione con bombardamenti indiscriminati e un blocco navale e aereo che aggrava lo stato di fame, malnutrizione e malattie (come il colera). Il governo in esilio del sedicente presidente filosaudita Habd Rabbo Mansour Hadi mantiene solo gli ambasciatori che spalleggiano i Saud (perché quel presidente sia solo “sedicente” lo spieghiamo qui: L’ambasciatore al Khanse dunque è uno dei pochi politici yemeniti che, all’estero, può parlare chiaro.

Ecco in questo breve video l’appello-denuncia che egli rivolge all’Unione Europea

Vedi: You Tube/Watch

Fonte: L’Antidiplomatico

*

code

  1. Eugenio Orso 3 settimane fa

    Nella guerra di aggressione saudita allo Yemen, che punta allo sterminio della popolazione sciita con il placet Usa, ci sono diverse parti in lotta.
    Hadi il traditore-fantoccio con i collaborazionisti e i mercenari delle sedicenti monarchie del Golfo, i patrioti dell’ex presidente Saleh nel difficile rapporto con le milizie zaidite Ansarullah degli Houthi, a sud armati sunniti che vorrebbero nuovamente la separazione dal nord dello Yemen e l’indipendenza, al-qaeda nella penisola arabica che imperversa controllando parti del territorio e, infine, l’isis che ha approfittato del caos scatenato nel paese dall’attacco saudita per inseririsi.
    La guerra dello Yemen rischia di diventare endemica, perché i sauditi non hanno raggiunto il loro vero obiettivo, pur avendo semidistrutto il paese e affamato parte della popolazione.
    La terribile guerra yemenita finirà solo quando i criminali saud saranno sconfitti, o cadranno in Arabia saudita.
    Mi stupisco un po’ che iraniani e russi non abbiano aiutato con più decisione e dovizia di mezzi militari, sia pur allo scoperto, i patrioti e le milizie Houthi, che sono gli unici a difendere veramente il paese dall’aggressione infliggendo sconfitte al nemico, anche in territorio saudita.
    Del resto, la geopolitica è per stomaci forti, che reggono anche le disgustose immagini del tiranno saudita in visita a Mosca …

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. animaligebbia 3 settimane fa

    Due giorni fa, in macchina, ascoltavo radio 24 e parlavano di un libro sullo Yemen scritto da una italiana di cui non ricordo il nome: sapete di cosa trattava il libro? questa signora era stata invitata ad una festa di matrimonio e il libro raccontava della cerimonia, tutto questo mentre muoiono a migliaia sotto le bombe e il colera queti parlavano dei preparativi e dell’abito della sposa, ad un certo punto il disgusto ha prevalso ed ho ascoltato un programma comico che e’ sicuramente piu’ serio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace