Appello allarmante Marin le Pen: francesi, svegliatevi!

La repubblica ha bisogno di te, i francese, svegliati! Questo allarmante messaggio alla nazione è stato inviato dal leader dell’Assemblea nazionale, Marin Le Pen, nel suo discorso di domenica, durante la prima uscita in pubblico del politico francse dopo le vacanze estive. Questo è stato anche il primo discorso come una sorta di introduzione alla campagna elettorale, un anno e mezzo prima delle elezioni presidenziali.

Due terzi dell’intervento , della durata di una quarantina di minuti, è stato dedicato da Marin Le Pen alla situazione della sicurezza, dal Frejus, sulla Costa Azzurra, città dove il suo partito è al potere, il leader dell’Assemblea nazionale ha sottolineato, tra l’altro, che la crisi della sicurezza si riflette nella sistematica “campagna anti-polizia”, ​​nonché nell’aumento della delinquenza , delle bande locali, ma anche in attività ” antifrancesi e persino in forma antirazzista ” .

Sostenitori di Marine Le Pen

La Le Pen ha anche criticato l’ attuale presidente francese, Emanuel Macron , perché, secondo lei, sarebbero stati rilasciati diecimila criminali che non hanno scontato la pena fino alla fine. Ha accusato “l’ immigrazione anarchica e incontrollata ” per la difficile situazione della sicurezza allo stesso tempo , ma ha anche sottolineato di non voler tracciare paralleli tra gli stranieri che rispettano le leggi francesi e quelli che non lo fanno.

Un altro argomento importante a cui ha dedicato il resto del suo intervento è la situazione economica . Le Pen ha sottolineato che il processo di disintegrazione del mondialismo è attualmente in corso, riferisce ” Ria Novosti”.

Traduzione: Gerard Trousson

6 Commenti

  • atlas
    7 Settembre 2020

    e ci dovremo svegliare tutti quanti, ieri in Tunisia un’altro attentato da al nahda, la fratellanza salafita che nessuno vuole, che è finanziata e si addestra politicamente alla democrazia quì, in Europa, ciò che il TG unico non dice

    il tg unico dice solo che ci sono nuovi contagi, ricoveri e morti ovunque, ne usciremo solo con il vaccino

    monito di Mattarella all’unità dell’italia

    monito del papa: chi non ama i migranti va all’inferno

    meteo

    grazie per averci seguito se non credete in noi vi etichetteremo come negazionisti, complottisti, transomofobici e misogini, quindi antidemocratici. Buona giornata

    Perchè se vado in Tunisia devo produrre un certificato medico attestante la negatività al virus da non più di 72 ore mentre quì i tunisini vengono ‘accolti’ e, se positivi, lasciati liberi di evadere. Capite bene che questo sistema del cazzo non avrà vita lunga, non può.

  • Kaius
    7 Settembre 2020

    Il Trono di Pietro è vacante.
    Quella vecchia puttana massona che appartiene a satana non è neanche cristiano, figuriamoci papa.
    Il Cristianesimo dice di mettere a morte gli invasori e i traditori che li supportano.
    Per quanto riguarda quella vecchia maldracca massona di Bergoglio dovrebbe essere il primo a essere messo sul rogo inquanto eretico…..o chiudo in una cella coi negroni che “ama” tanto.

  • Kaius
    7 Settembre 2020

    Chiuso*

  • atlas
    7 Settembre 2020

    negare agli antinegazionisti di negare le tesi negazioniste costituisce oggettiva negazione della superiorità dei negazionisti. Molto negativo negare agli antinegazionisti, ad es. a Fiamma Nirenstein, il sottile piacere di negare la confutazione delle tesi negazioniste. Non si nega questa adolescenziale soddisfazione ad un’entusiastica negatrice del negazionismo. Il suo sterminato ego ebraico potrebbe subirne dei contraccolpi negativi

    Weltanschauung Italia

    Continuiamo a sentire discorsi del tipo:

    “I negazionisti sono quelli della shoah, come potete accostarci a quelli lì?”

    Eh no, cari amici, vi sbagliate di grosso.
    Forse non sapete che questo termine è stato usato in questi anni esattamente come oggi.
    Quelli che voi, seguendo il mainstream, chiamate “negazionisti della shoah” non lo erano affatto.

    Ci sono stati difatti degli storici onesti e seri che si sono occupati di revisionare quanto avvenne durante la seconda guerra mondiale senza essere assolutamente “di parte” e senza negare proprio nulla, basti pensare al fatto che tra loro ci fossero comunisti, liberali, conservatori, così come ricercatori ebrei o americani.
    E indovinate come venivano etichettati costoro? Negazionisti.

    Concorderete sul fatto che gli eventi storici sono sempre soggetti a correzioni, revisioni e studi, ed è giusto che sia così. Le verità assolute, che non possono essere revisionate, sono di conseguenza sospette e negano i principi fondamentali dell’epistemologia. Eppure chi si è dedicato a tali studi è stato prima etichettato come “negazionista” e poi anche perseguitato penalmente.

    Oggi si etichetta con tale termine non chi nega i morti o il virus ma chi mette in discussione la narrazione e cerca di comprendere le dinamiche di questa info/pandemia.

    Come potete capire dunque trattasi della STESSA IDENTICA METODOLOGIA usata per quelli che voi ignorantemente chiamate “negazionisti della shoah”

  • Monk
    7 Settembre 2020

    Negoziazione del negazionismo andassero tutti affanculo, adesso devo balestrare un cinghiale che scorrazza davanti casa mia…abito nei boschi cosa ne sapete voi cittadini?

    • atlas
      7 Settembre 2020

      fai bene monk. Da solo, tanto quì c’è solo merda democratica

      e chi chiude a casa la porta a chiave la sera è un sovranista, parolaccia volgare destinata ad essere eliminata dal vocabolario della costumanza sociale. Chi lo è se la vedrà brutta, se la vedrà con eserciti e polizie ‘d e m o k r a t i k e’

      e c’è un’altro termine che si sono inventati per non finire sul patibolo: ‘democrazia sovranista’. Ma io lo scrivo espressamente e chiaramente, sono Nazional Socialista, razzialista, antiomofilista, antigenderista, antifemminista, antiatlantista, antigiudaista, antisinistrista.

      Sarei un negazionista se lo negassi ma non lo nego

      monk, non dimenticare la pillola
      https://www.youtube.com/watch?v=KLTRKakqRHM

Inserisci un Commento

*

code