Ansarolá dello Yemen avverte che attaccherà le truppe di occupazione britanniche


Il movimento popolare di resistenza yemenita Ansarolá sostiene che le forze britanniche sono truppe occupanti e secondo la legge, l’esercito yemenita ha il diritto di attaccarle.

In un’intervista pubblicata questo sabato dall’agenzia di stampa libanese Al-Khanadeq , il portavoce di Ansarolá , Muhammad Abdelsalam, ha respinto la presenza di truppe straniere nello Yemen, siano esse americane, britanniche, saudite, emiratine, sudanesi o di qualsiasi altro Paese.

In effetti, Abdelsalam ha sottolineato che le forze straniere sono occupanti e dovrebbero essere trattate come tali.

“Queste forze sono considerate illegittime e inaccettabili e la loro presenza nello Yemen non si basa su alcuna verità, né su alcuna legge, internazionale o nazionale”, ha sottolineato.

Al riguardo, ha fatto riferimento alla presenza di truppe britanniche nella provincia di Al-Mahra, nello Yemen orientale, per due anni e ha assicurato che tale presenza si trova in linea con gli interessi del Regno Unito, degli Stati Uniti e di Israele .
“Crediamo che qualsiasi forza militare straniera in Yemen stia occupando illegalmente il nostro paese, perché mentre continuano con la loro occupazione, la Repubblica dello Yemen e il suo esercito hanno il diritto di affrontare qualsiasi forza militare sul suolo yemenita e attaccarla , questo in quanto, secondo il diritto internazionale, Legge yemenita e protocolli umani e internazionali, sono considerati forze aggressive”, ha addotto il capo di Ansarolá.

L’Arabia Saudita e i suoi alleati nella regione hanno scatenato una sanguinosa guerra contro lo Yemen nel marzo 2015 con l’intenzione di riportare al potere l’ex presidente yemenita fuggitivo, Abdu Rabu Mansur Hadi.

Il Regno Unito e gli Stati Uniti sono stati duramente criticati per aver prolungato la crisi umanitaria nello Yemen continuando a vendere armi a Riyadh , che vengono utilizzate contro la popolazione civile.

I britannici chiedono la fine del sostegno di Londra all’aggressione saudita contro lo Yemen
Secondo quanto riferito, il Regno Unito non solo fornisce armi e bombe all’Arabia Saudita e ai suoi alleati regionali – che le usano per bombardare il popolo yemenita – ma offre anche supporto logistico e addestramento militare ai piloti sauditi.

Effetti della carestia nello Yemen

Inoltre, la Marina britannica è coinvolta nel blocco marittimo dello Yemen da parte della coalizione a guida saudita, come rivelato nel 2020 dal portale digitale Daily Maverick.

Nota: Il blocco del paese ha impedito l’arrivo di aiuti umanitari ed ha creato carestia, fame, malattie infettive fra la popolazione civile, a rischio genocidio. Un crimine di guerra di cui sono direttamente responsabili sauditi, americani, britannici ed Emirati Arabi Uniti.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

2 Commenti
  • Niko
    Inserito alle 00:15h, 22 Agosto Rispondi

    “Un crimine di guerra di cui sono direttamente responsabili sauditi, americani, britannici ed Emirati Arabi Uniti.”, ……..aggiungerei anche MERDOEUROPEI

  • atlas
    Inserito alle 09:40h, 22 Agosto Rispondi

    senza offesa, ma ‘ansarolà’ non si può proprio leggere, che siamo, fra le mondine di Parma ? Ansarullah. E’ così difficile ?

Inserisci un Commento