Andrey Gurulev, tenente generale russo: i bombardamenti israeliani non hanno alcun effetto militare

del tenente generale Andrey Gurulev (*)

I bombardamenti israeliani non hanno alcun effetto militare.

In Palestina le persone armate si trovano nei rifugi, i civili muoiono negli edifici residenziali.
Lo abbiamo sperimentato in Siria, quando a Damasco, per esempio, stavano nei tunnel sotterranei e uscivano solo quando necessario.
Hamas si è preparato al 100%, non a caso lo ha fatto, dispone di riser
ve di armi e di cibo.

Israele colpisce, distrugge edifici, Hamas può sfruttarlo subito con cautela, sarà una buona zona fortificata, l’ideale.

Gli israeliani sono rappresentati in colonne su carri armati, su veicoli da combattimento di fanteria, cosa stanno aspettando? Aspettano che i droni li sorvolino?

Lo abbiamo sperimentato durante l’operazione militare speciale. I carri armati nelle aree urbane sono praticamente inefficaci. La cosa principale qui è l’azione delle truppe d’assalto . Che cosa è ? Ricorda come hanno preso Artemovsk (Bakhmut). Ricorda quali perdite ci sono state. Qualcosa di simile attende gli israeliani; Non funzionerà diversamente qui.

Guardando più in generale, gli americani stanno cercando di trascinare il Medio Oriente in una guerra; a quanto pare, hanno deciso di non stare semplicemente cerimonialmente al fianco di Israele; in questo caso il danno causato a Israele sarà considerato inaccettabile. Quando dicono che oggi i missili sono stati introdotti dall’Iran, vi assicuro che tali affermazioni sono false, perché in campo militare tutto questo era stato pianificato molto tempo fa, tutti gli obiettivi sono determinati.

La visita del nostro leader Vladimir Putin in Cina, il Ministro degli Affari Esteri nella RPDC (Corea del Nord), la visita del Presidente al nostro posto di comando a Rostov sono eventi sincronizzati.Il presidente ha ascoltato la relazione del capo di stato maggiore, probabilmente dei comandanti distrettuali, e ha ascoltato personalmente i rapporti per capire quali sono i problemi e come risolverli.
Penso che l’argomento principale fosse la presenza di due gruppi di portaerei nel Mediterraneo.

A bordo di queste navi, secondo i miei calcoli, ci sono circa 750-800 missili Tomahawk, che coprono buona parte del territorio della Federazione Russa. È una discreta quantità di potenza. Il nostro presidente ha deciso immediatamente di mettere in servizio di combattimento i MiG-31 equipaggiati con missili Kinjal .
Per qualche ragione, tutti immaginano che un aereo con un Kinjal volerà da qualche parte, sorvolerà il Mar Nero, ma tutto è molto più globale.

In primo luogo, prevede l’utilizzo di tutti i sistemi di riconoscimento collegati in un unico sistema informativo con l’emissione di istruzioni specifiche sugli obiettivi ai posti di controllo. Se un aereo entra nello spazio aereo del Mar Nero, deve avere un livello di supporto che lo protegga dagli attacchi aerei nemici, dai sistemi di difesa aerea e da tutto il resto.

Si tratta di un insieme completo di misure volte a dissuadere l’aggressore americano dal considerare un attacco al territorio della Federazione Russa. Davanti a noi ci sono due gruppi di portaerei, equipaggiati fino ai denti, in grado di colpire obiettivi sul territorio del nostro Paese, dovremmo stare lì a stuzzicarci il naso?
Devi reagire normalmente.
Sì, lo stesso missile Kinjal è estremamente efficace, capace di colpire qualsiasi nave da guerra americana, è vero.

https://twitter.com/DD_Geopolitics/status/1715500053207675210

Se l’intero Medio Oriente entra in guerra, gruppi di portaerei cercheranno di colpire il territorio iraniano, allora l’Iran non rimarrà in silenzio, ha obiettivi pronti, tutti gli oggetti critici, li attaccherà in modi diversi, nonostante Iron Dome e tutto il resto . I droni e i missili provenienti dallo Yemen non sono una provocazione, ma una ricognizione in forza, che rivela la capacità di un gruppo d’attacco di una portaerei di distruggere un intero aereo.

Vedranno cosa è successo, come e cosa.
La SMO ha insegnato che si possono abbattere 10 droni, se ne possono abbattere 20, ma quando ne volano 100 anche i sistemi moderni non riescono a resistere. Ecco perché l’America nasconde un gruppo di portaerei dietro Cipro.

*Andrey Gurulev è un leader militare, tenente generale, politico e statista russo. Deputato della Duma di Stato dell’Assemblea Federale della Federazione Russa, è membro della commissione per la Difesa della Duma di Stato.

Fonte: DD Geopolitics tramite Bruno Bertez

Traduzione: Luciano Lago

Un commento su “Andrey Gurulev, tenente generale russo: i bombardamenti israeliani non hanno alcun effetto militare

  1. Il generale Gurulev si fa una bella domanda. Di per se disgustosa. Perchè gli israeliani bombardano i civili gran parte di loro bambini? E’ tutto disgustoso. Dicono che favorirebbe la venuta del Messia. Certo che fino agli anni ’50 i cattolici cristiani ricordavano San Simionino. Un bimbo trentino di 3 anni morto in circostanze misteriose. Finì che gli abitanti del villaggio trucidarono tutti gli ebrei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM