Anche la Russia ha qualcosa da chiedere agli Stati Uniti”: il senatore russo Pushkov ha risposto alle parole di Biden sull’incontro con Putin

“Anche la Russia ha qualcosa da chiedere agli Stati Uniti”: così Pushkov ha risposto alle parole di Biden sull’incontro con Putin | Primavera russa
Il senatore Alexei Pushkov ha commentato la dichiarazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden sull’incontro con il suo omologo russo Vladimir Putin (che si terrà il 16 giugno).
Come precedentemente riportato da Russkaya Vesna , Biden ha affermato che non permetterà violazioni dei diritti umani e intende “far capire” questo a Putin.

“Evidentemente non ci sarà un dialogo facile a Ginevra. Biden sta di nuovo facendo dichiarazioni dure su Putin “, ha scritto Pushkov sul suo canale Telegram.

Tuttavia, secondo il senatore, “anche la Russia ha qualcosa da presentare agli Stati Uniti in questo senso”.

“Per cominciare, bisogna chiedere a Biden di smettere di perseguitare Julian Assange e di abbandonare la richiesta della sua estradizione negli Stati Uniti”, ha detto il politico russo.

Fonte; Rusvesna,ru

Traduzione: Sergei Leonov

Nota: L’avevamo scritto pochi giorni fa: la Russia non intende subire passivamente gli attacchi da parte degli USA e risponderà colpo su colpo. Meno che mai la Russia accetterà di essere investita della ipocrita propaganda degli americani sui “diritti umani” di cui si vuole fare portavoce Joe Biden, un personaggio che ha le mani sporche di sangue dei palestinesi massacrati a Gaza (70 bambini e 50 donne fra gli altri) pochi giorni fa da Israele utilizzando armi americane.
Si può immaginare che Putin, se stuzzicato da Biden su tale questione, ricorderà a Biden che negli USA soltanto dall’anno scorso ad oggi, sono stati assassinati dalla polizia USA circa un migliaio tra afroamericani e latinos. O potrebbe citare il massacro della popolazione yemenita attuato dall’ Arabia Saudita con il sostegno logistico degli Stati Uniti, oppure i tanti civili assassinati nella guerra dei droni, e tanti altri casi di massacri attuati dagli Stati Uniti. Il presidente Biden è l’ultimo personaggio che potrebbe atteggiarsi a “paladino” dei diritti umani e Putin avrà la pazienza di farglielo notare.

Nota di Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM