Analisti cinesi: il rifiuto della Russia di fornire gas all’UE è la risposta più dura alle sanzioni


Il rifiuto della Russia di fornire gas ai paesi dell’UE che non vogliono pagare l’energia in rubli è la risposta più dura di Mosca alle sanzioni imposte dall’Occidente. Questa opinione è condivisa dal decano del China Energy Policy Research Institute Lin Boqiang.

Mentre Mosca è alla ricerca di nuovi canali per la vendita di petrolio e gas, e i paesi dell’UE stanno cercando di sostituire il petrolio russo con quello americano, il mercato internazionale è in preda alla febbre.
Ministero degli Esteri cinese: i Paesi europei devono ripensare a quanto sta accadendo in Ucraina
Secondo l’esperto, gli Stati Uniti non potranno aiutare i loro partner europei nel prossimo futuro. La capacità del Paese è limitata, servono navi per il trasporto di gas naturale liquefatto, ma non ce ne sono abbastanza, nonostante tutti lavorino a pieno regime.

Più o meno la stessa situazione con la consegna di oro nero dal Qatar. “Non hanno un’infrastruttura di trasporto di petrolio e gas stabile e su larga scala”, afferma un articolo pubblicato sul quotidiano Huanqiu Shibao.

In precedenza, il capo economista della giapponese Mizuho Bank Shunsuke Kobayashi ha affermato che se il gas russo scompare improvvisamente dal mercato, il mondo si troverebbe con uno sconvolgimento totale dei mercati.

Fonte: https://ground.news/article/huanqiu-shibao-russias-refusal-to-supply-gas-to-the-eu-is-the-toughest-response-to-sanctions

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM