Analista politico militare: l’Occidente è “scioccato” perché ha sottovalutato le capacità della Federazione Russa


Il sistema missilistico russo Avangard ha causato un “panico” negli Stati Uniti, secondo quanto riportato dai media tedeschi. Lo scienziato politico militare Andrei Koshkin alla radio Sputnik in questo senso, ha espresso la speranza che questo costringa Washington a procedere ai negoziati.
L’edizione tedesca di Die Welt chiamava il complesso di Avangard come un’unità di combattimento alata ipersonica di pianificazione “Il regalo di Capodanno per i russi”. Allo stesso tempo, il giornale osserva che lo sviluppo di queste armi ha reso nervosi gli Stati Uniti.

Die Welt sottolinea che gli Stati Uniti sono ora costretti a “agire sotto pressione”.

All’inizio di novembre, il Pentagono aveva lanciato un programma per creare un sistema di intercettazione del Programma di Mis-Glide per armi ipersoniche e ha annunciato una gara d’urgenza per le imprese della difesa. Dovrebbero presentare le loro idee, “come potrebbe sembrare un sistema di difesa aerea intercettare i missili con un’unità di combattimento ad ala da crociera ipersonica nell’alta atmosfera”.
La pubblicazione afferma che non è la velocità e la manovrabilità dei nuovi missili, ma la loro elusività per il radar americano è la minaccia più seria. La difesa della costa del Pacifico è particolarmente problematica.
“Non ci sono così tanti posti in cui le installazioni radar potrebbero essere piazzate, e anche se ne trovi, è probabile che diventino bersagli”, cita l’edizione dell’ingegnere capo del Pentagono Michael Griffin.
La Russia e la Cina stanno attivamente sviluppando armi ipersoniche, perché la loro velocità, altezza e manovrabilità possono essere utilizzate per distruggere i sistemi di difesa anti-missile, che miglioreranno le capacità dei sistemi convenzionali e nucleari a lungo raggio. Non ci sono contromisure “, afferma il rapporto in una relazione pubblicata dalla principale agenzia di analisi e controllo degli Stati Uniti, per il dipartimento di responsabilità del governo presso il Congresso.
Nel frattempo, il primo reggimento dei sistemi missilistici russi di Avangard, prenderà il posto di combattimento nella divisione di Dombarovsk delle forze missilistiche strategiche il prossimo anno. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin dopo aver annunciato il completamento con successo di test di un nuovo tipo di arma russa.

La verità “Sulle mie istruzioni , le imprese industriali del Ministero della Difesa hanno preparato e condotto un test finale di questo sistema. È appena terminato, si è concluso con successo “, ha detto il capo dello Stato in un incontro con membri del governo.

Il ministero della Difesa russo ha anche pubblicato un video di un lancio di prova di un missile balistico della regione di Orenburg online. Come previsto, la testata ha colpito l’obiettivo al campo di allenamento di Kamchatka Kura.

Putin assiste alla prova di lancio missile ipersonico

Commentando la notizia dei test di Avangard, il vice primo ministro russo Yury Borisov ha detto che il missile russo è stato in grado di raggiungere una velocità di 27 Mach.

“Test recenti hanno dimostrato che l’unità ipersonica ha raggiunto velocità prossime alla velocità di 30 Mach. A circa 27 Makhov, ha preso velocità, “- ha detto, aggiungendo che a tali velocità,” nessun anti-missile può abbattere l’Avangard “, riferisce FAN.

Così, alla fine di quest’anno, il programma di test di volo del nuovo complesso è stato pienamente implementato, ha osservato Borisov. L’ultima prova è stata la terza di fila e ha confermato tutte le caratteristiche dichiarate.

Missile ipersonico Avangard

Il servizio stampa del Cremlino ha anche spiegato che “durante il volo a velocità ipersonica, l’unità alata di pianificazione eseguiva manovre controllate orizzontali e verticali”, dopo di che, al momento stabilito, colpiva un bersaglio convenzionale nel luogo del test.

Il vantaggio principale di una testata ipersonica è la sua invulnerabilità. Le attuali e promettenti armi di difesa missilistica non sono progettate per intercettare bersagli che volano a tali velocità.

L’unità da combattimento Avant-garde è in grado di volare in strati densi dell’atmosfera per un intervallo intercontinentale a una velocità superiore al numero Mach (velocità del suono) di oltre venti volte.

L’esperto militare Alexei Leonkov ha spiegato, per abbattere un simile missile, è necessario superarlo in velocità.

“È quasi impossibile abbattere un veicolo gestito, perché è molto difficile calcolare un percorso frontale ed è molto difficile sparargli dietro. Per raggiungerlo, la velocità deve essere una volta e mezza superiore – 30 numeri Mach – gli americani non hanno questi dispositivi “, ha detto.

L’esperto ha aggiunto che non ci sono “veicoli che volano alla velocità di 20 numeri Mach” in servizio con gli Stati Uniti. L’intero sistema di difesa missilistica statunitense, creato dal 2002, “è praticamente resettato dall’Avangard”, ha osservato Leonkov.

I paesi occidentali non hanno un mezzo efficace per contrastare i sistemi ipersonici come l’Avangard russo. Questa è la conclusione raggiunta da un esperto del centro aerospaziale tedesco, Dirk Zimper, riporta la radio di Deutschlandfunk.

Lo stesso Zimper ha sottolineato che il complesso ipersonico Avangard russo è una minaccia assolutamente reale. L’incapacità di difendersi da un possibile attacco di missili di questo sistema è riconosciuta a Washington, ha aggiunto Zimper. In particolare, ha ricordato che la mancanza di un adeguato sistema di difesa missilistica (ABM) per gli Stati Uniti è stata riconosciuta dal capo del Comando strategico dell’esercito americano, il generale John Heithen, riferisce FAN .

Fonti: Die Welt Gazeta.ru

Traduzione: Sergei Leonov

9 Commenti

  • Fatima
    30 Dicembre 2018

    E quindi adesso come si regoleranno i militari americani che per anni hanno saturato il cielo degli Stati Uniti e d’Europa con nanopolveri elettroconduttive pensando così di proteggersi dalla ritorsione russa in caso di un first strike nucleare (verosimilmente già programmato) contro la Russia? I militari americani si illudevano di annientare la Russia colpendola all’improvviso con un attacco nucleare a saturazione e di mettersi al riparo dalla ritorsione nucleare russa con missili convenzionali mandandola in tilt mediante interferenze elettromagnetiche nell’atmosfera. Si spera quindi che gli americani la finiscano di appestare mezzo mondo con le loro tossiche scie chimiche (definite complotto per calmare il popolo bue, ma purtroppo realtà). I cieli sono saturi di nanopolveri di alluminio, ed altre robe tossiche. Chiedetevi del perché di quest’epidemia di Alzheimer, ed altre malattie nonché allergie, asma, etc.

    • atlas
      30 Dicembre 2018

      da dove hai copiato ? Vorrei leggere tutto il post

      • Fatima
        31 Dicembre 2018

        Non è un copiato di un articolo più esteso. La mia è una sintesi di ciò che leggo, studio ed osservo (alzando la testa verso il cielo). Quella di usare le nanoparticelle di metalli dispersi nell’atmosfera per disturbare le comunicazioni radio fa parte di programmi militari pubblici. Usare materiali dispersi nell’atmosfera con l’obiettivo di raffreddare il clima a causa del (presunto) riscaldamento globale rientra in progetti già ampiamente divulgati e reperibili su siti istituzionali degli U.S.A. Basta cercare in rete. Quello che invece è mia idea (e non solo mia) è che il riscaldamento globale sia una gigantesca menzogna che serve a coprire gli esperimenti di modifica del clima fatti per fini militari e tutt’altro che pacifici (produrre tempeste a comando, causare o impedire la pioggia, per rovinare l’economia di nazioni etc.) oltre che incrementare le comunicazioni radio (a proprio vantaggio) o accecare le comunicazioni radio del nemico. Queste cose sono reperibili in siti ufficiali delle forze armate U.S.A. L’unico motivo per cui gli U.S.A. dovrebbero riempire l’atmosfera (inclusa la loro) di sostanze che sono poi molto tossiche, è che vogliano creare una sorta di ombrello di materiali elettroconduttivi che dietro irradiazione elettromagnetica crei grosse interferenze ai sistemi radio e che potrebbero così essere usati per confondere l’elettronica di eventuali missili in arrivo da un nemico (ovviamente il nemico per gli U.S.A. è la Russia). Altrimenti non si spiega come mai gli stessi americani stiano riempendo anche la loro aria di veleni (perché tali sono queste sostanze; cerchi i risultati delle analisi delle acque piovane e della neve fresca degli ultimi anni: anche in zone che dovrebbero essere incontaminate risultano valori di alluminio, che è neurotossico, molto al di sopra della norma, in luoghi dove non dovrebbe starci, tantomeno nell’acqua piovana o neve, oltre che di altri metalli pesanti ed altri insoliti inquinanti). Per far tutto ciò (cioè per rovinare anche il loro stesso territorio e la salute del loro stesso popolo), penso che l’elite americana si aspetti un qualche attacco nucleare dalla Russia. Ed allora il mio sospetto è che sono gli stessi americani che si stanno preparando ad un attacco nucleare “preventivo” a sorpresa contro la Russia, pensando poi di pararsi dalla ritorsione nucleare russa mediante questo immenso ombrello di nanopolveri elettroconduttive che possono essere irradiate ed attivate a comando (tanto i cieli sono ormai saturi di questo nanoparticolato). La spiegazione alternativa sarebbe un piano ancora più diabolico, e cioè le elite americane stanno tentando di ridurre la popolazione di mezzo mondo attraverso l’irrorazione dei cieli con sostanze tossiche. Non vedo altre spiegazioni per queste irrorazioni che stanno avvenendo in modo estensivo nei nostri cieli (in tutto il nordamerica ed Europa sicuramente, probabilmente anche altrove). Basta guardare verso l’alto, vedere le analisi, sentire che l’Alzheimer ed altre patologie sono in incremento, gli espisodi di tosse frequenti nella gente dopo che gli aerei hanno irrorato estensivamente, sentire il feto di aria metallica (in zone lontane da impianti industriali di qualsiasi sorta) quando l’umidità aumenta e piovigina leggermente, anche in aree che normalmente non sono interessate dal traffico aereo civile, ma dove chiaramente si vedono certe strane e lunghe strisciate lasciate da aerei che si trasformano in foschia persistente che ricopre buona parte del cielo. Abbiamo perso l’azzurro, lo si vede, il cielo è di un azzurro quasi sempre sbiadito anche quando apparentemente non ci sono nuvole, e si può far caso anche quando c’è l’azzurro che comunque il cielo ha una velatura bianchiccia negli strati più alti. Ci si può accorgere che questa velatura è più in alto delle nuvole normali quando qualcuna di queste vi passa sotto e la si può prendere come riferimento. Più in alto c’è questa velatura praticamente ubiquitaria. E’ come dei banchi di nebbia che perennemete si accumulano nelle zone dell’atmosfera più alte rispetto alle nuvole naturali (queste ultime che poi si fa fatica a vederle, perché spesso dissipate dal particolato che scende e che infine cade giù, costringendo tutti noi a respirarlo). Ed abbiamo perso il ricordo delle belle notii stellate. Quando si vedono le stelle sono quasi sempre flebili, fanno fatica ad intravvedersi dietro quella velatura tossica dispersa dagli aerei. Queste sono mie considerazioni. E non solo mie. Basta guardare il cielo.

    • Andrea
      1 Gennaio 2019

      Complimenti Fatima, condivido al 100%
      Da parte mia anche nel mio blog faccio informazione in merito. Se interessa http://www.traterraecielo.live

      Con questo auguro a tutti un anno diverso, senza occasioni perse ma prese, come un treno che passa e sul quale salire.

      • Alessandro
        1 Gennaio 2019

        Grazie per il tuo contributo, pur non essendo esperto, dalle mi letture traggo le stesse conclusioni.
        Buon anno.

  • Mardunolbo
    31 Dicembre 2018

    Oltre a questo bellissimo “regalo di Capodanno” per i russi, vorrei qui ricordare che una signora tedesca di 90 anni (novanta anni) è detenuta in carcere per aver osato obiettare sulla storia dell’olocausto. Poichè obiettare su ciò,in Germania è proibito, ella è in detenzione ma può ricevere cartoline che mi auguro siano una valanga. Ho trovato info su Carancini blogspot.
    Indirizzo cui inviare cartoline, è :Frau Ursula Haverbeck . JVA Bielefeld-Senne
    D-33649 BIELEFELD . DEUTSCHLAND

    https://www.andreacarancini.it/2018/12/ursula-haverbeck-festeggia-suoi-90-anni-prigione-democratica/

      • atlas
        3 Gennaio 2019

        prossimamente nella Milano di Emanuele Fi ano

  • Christian
    3 Gennaio 2019

    L’unico modo per poter fermare tali sistemi ipersonici, è tramite l’uso di tecnologie laser. Ma il problema maggiore sarebbe certamente come agganciare e seguire costantemente tali missili ipersonici. Probabilmente il migliore sistema sarebbe rilevarli tramite sensori infrarossi uniti ad altri sensori. Ma allo stato attuale sarebbe estremamente difficoltoso, per non parlare di un attacco di saturazione con l’uso contemporaneo di parecchi vettori ipersonici. Forse il modo più sicuro ed efficace per intercettarli è durante la fase di boost, quando il modulo ipersonico è ancora dentro l’ogiva del missile, subito dopo la partenza o poco dopo. Ma è una finestra temporale molto ristretta. Un altro modo sarebbe usare potenti contromisure elettroniche. Tecnicamente sarebbe anche da sviluppare sistemi per proteggersi da tali armi e nel futuro verranno certamente sviluppati, ma comunque se ne parlerà tra 10-15 anni almeno.

Rispondi a Andrea cancella risposta

*

code