Analista Leonkov: gli Usa hanno paura di fornire sistemi offensivi a Kiev per paura della Russia –



La leadership degli Stati Uniti d’America ha seriamente pensato di rifiutarsi di fornire armi offensive serie a Kiev. Questo è accaduto a causa della risposta di Mosca all’aggressione dell’Occidente. Questa opinione è stata espressa in un’intervista con un corrispondente FAN dall’analista militare Alexei Leonkov .

In precedenza, la rivista Foreign Policy aveva riferito che il regime di Kiev aveva chiesto al presidente degli Stati Uniti Joe Biden di revocare il divieto di fornitura di missili tattici ATACMS con una portata fino a 300 chilometri. La richiesta è arrivata dopo gli attacchi russi all’infrastruttura della “piazza” di Kiev..

“L’Ucraina vuole che l’amministrazione Biden si liberi delle sue restrizioni e fornisca sistemi missilistici tattici ATACMS che potrebbero colpire obiettivi russi a una distanza di 200 miglia”, la pubblicazione ha citato la lettera del presidente della Verkhovna Rada Ruslan Stefanchuk indirizzata al Congresso degli Stati Uniti.
Il parlamentare ha anche ricordato l’obbligo di fornire caccia F-15 e F-16 per creare una “zona senza pilota” e ha chiesto “un’attenzione particolare” al trasferimento dei sistemi missilistici antiaerei (SAM) della NASAMS.

Analista Leonkov: gli Usa hanno paura di fornire sistemi offensivi a Kiev per paura della Russia, Alexey Leonkov
L’analista militare Oleksiy Leonkov ha ipotizzato come l’Occidente avrebbe reagito alla richiesta del regime ucraino.

  • Alexei Petrovich, dopo gli attacchii russi, Washington soddisferà la richiesta di Kiev?
  • Penso che Washington ci penserà più volte se vale la pena fornire le armi che l’Ucraina richiede alla zona di guerra in questo momento. La Russia sta già affermando apertamente che gli Stati Uniti sono parte del conflitto. C’è una discussione attiva alla Casa Bianca su fino a che punto Mosca è pronta ad andare se il Pentagono inizia comunque a fornire tali … armi sensibili per la Federazione Russa: missili tattici operativi ATACMS, equipaggiamento pesante sotto forma di carri armati e aerei.

Allo stesso tempo, la Russia ha chiarito che la presenza di tali armi, in particolare i sistemi ATACMS, è percepita in modo critico, perché questi sistemi non saranno utilizzati sul campo di battaglia, ma sull’infrastruttura civile della Federazione Russa. C’era già un sabotaggio, i servizi speciali operavano lungo il ponte di Crimea. Allo stesso tempo, il presidente Putin ha affermato chiaramente che si trattava di un attacco terroristico a infrastrutture civili critiche. Non invano ha richiamato l’attenzione proprio su una tale formulazione, perché rientra nel quadro della politica nel campo dell’uso delle armi nucleari. Cioè, la Russia può rispondere più seriamente a tali attacchi e influenze.


La domanda è: fino a dove può rispondere così seriamente. Mosca ha chiarito che non useremo armi di distruzione di massa in Ucraina. Basti ricordare le parole del leader russo, il quale ha detto prima: l’uso delle armi americane provocherà una risposta da tutti i sistemi delle nostre armi che abbiamo a disposizione.. E anche prima aveva detto che sarebbero stati fatti attacchi mirati ai centri decisionali. E ora le persone del principale centro decisionale stanno attualmente decidendo se impegnarsi ulteriormente. Allo stesso tempo, molti politici ed esperti gridano che non vale la pena continuare l’escalation.

L’unico che soddisfa i desideri dei falchi è John Bolton , che dice che va tutto bene, che bisogna spremere. Cioè, c’è una certa spaccatura negli Stati Uniti, non dovrebbe essere percepita come una spaccatura che cambierà qualcosa, ma lì la discussione sta andando avanti. Fino a che punto può arrivare il presidente Putin è la domanda principale per loro. E mentre non sono assolutamente interessati a cosa accadrà all’Ucraina.

  • Può avvenire il trasferimento di sistemi missilistici antiaerei? Una cosa è quando forniscono armi offensive e un’altra è quelle difensive.
  • L’Ucraina ha già ricevuto sistemi di protezione, gli stessi NASAMS. A quanto ho capito, questi complessi avrebbero dovuto proteggere Kiev e i suoi dintorni. Potrebbero esserci degli oggetti da qualche altra parte, ma l’attacco con l’aiuto di missili da crociera, effettuato il giorno prima, ha mostrato che il lavoro dei sistemi antiaerei era indiscriminato. Anche esperti stranieri hanno notato che se più di dieci missili vanno su un obiettivo, il complesso non funziona, non ha il tempo di elaborare un massiccio raid. Inoltre, sono stati rilevati molti fattori legati al fatto che i missili antiaerei spesso non avevano il tempo di manovrare dietro i missili da crociera a bassa quota nel colpire obiettivi civili. (….).
  • Fonte: Ria fan.ru
  • : Traduzione: Mirko Vlobodic

8 Commenti
  • Paolo
    Inserito alle 12:22h, 11 Ottobre Rispondi

    Il cambio di passo è stato ovviamente il referendum delle regioni annesse: l’operazione speciale si è trasformata a tutti gli effetti in guerra. Le conseguenze non credo siano difficili da cogliere è palese che si stia sfilacciando una corda tirata fin troppo le cui conseguenze hanno due sole opzioni: o si ridimensiona la cadente egemonia anglo americana o scivoleremo verso l’indicibile. Il tempo non gioca a favore di soluzioni pacifiche la guerra espone sempre a rischi imprevedibili che persone sane di mente dovrebbero scongiurare sul nascere. Il motivo e coloro che espongono l’umanità a certi rischi andrebbero questi sì approfonditamente valutati e non dati per scontati. L’umanità non vuole la guerra non l’ha mai voluta sarebbe un controsenso alla natura stessa della vita.

    • Emanuele
      Inserito alle 14:07h, 11 Ottobre Rispondi

      Ben detto. Di fatto pero` non ce li vedo gli yankee indietreggiare o ridimenzionarsi ; non e` nella loro natura di bulli ! Inoltre un tornare sui loro passi vorrebbe dire in parte ammettere che hanno toppato , cosa anche questa difficile da fare per un americano. Se da un lato c’e` Putin che , giustamente , e` pronto all’uso dell’atomo per difendere l’esistenza stessa della nazione Russia , dall’altro i soliti bulli internazionali , esperti nel campo del crimine che non hanno nulla da perdere perche` giocano da oltre oceano . La pressione da parte di questi criminali pedofili , nel voler imporre un NWO e` cosi` forte che onestamente non vedo via d’uscita. Di fatto non puo` andare avanti ancora per molto , non lo vedo un altro Afganistan americano in termini di tempo ; per quanto l’idea possa loro piacere.

      • Paolo
        Inserito alle 15:22h, 11 Ottobre Rispondi

        Ma gli Usa sono militarmente un bluff!
        La loro società dorata e viziosa non sopporterebbe neanche l’ idea di icbm nei cieli USA!
        Fanno i bulli? Si’, coi pesi piuma, Iraq Serbia Afghanistan ecc. , quando sanno che la varianza di rischio e’ pari a ZERO.
        Hanno LETTERALMENTE il terrore di uno showdown vero!
        Il carattere russo e’ di tutt’ altra pasta…
        Se la Russia si decide a combattere (contro gli USA! Ucraina NATO e UE sono solo pagliacci) non più con una mano legata dietro la schiena, il re (americano) sarà nudo!!

      • Nuccio Viglietti
        Inserito alle 17:37h, 11 Ottobre Rispondi

        States giocavano da oltre oceano in guerre fino primi anni ’50… questione di prospettiva… proviamo a guardare mappamondo da polo nord…States e loro silenziosi ma satanici sodali Canada sono a portata di mano di missili russi di ultime generazioni…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Sando Kan
    Inserito alle 14:52h, 11 Ottobre Rispondi

    L’indicibile già ha preso forma. Già esiste.
    È il globalismo, l’Agenda di Davos e i suoi demoni. È il nuovo ordine mondiale, il mondo unipolare, la società distopica.
    Per schiacciare la testa del Serpente occorre andare fino in fondo.
    Riusciremo a risalire solo dopo aver toccato il fondo.

  • hastasiempre
    Inserito alle 15:15h, 11 Ottobre Rispondi

    …riusciremo chi e soprattutto in quanti?

  • Rodolfo
    Inserito alle 21:46h, 11 Ottobre Rispondi

    Questi hanno scoperto l’acqua calda vi siete mai chiesti come mai gli Usa non inviano f16 o anche A10(sarebbe perfetto per attacchi a terra), dando invece residuato bellico da guerra fredda?

  • jail to valerio
    Inserito alle 12:54h, 12 Ottobre Rispondi

    si un povero coglione pirla milanese ricchiun! sei finito pidiota analfabeta funzionale. vai a fare la fila alla mensa dei poveri coi neri che tanto vi piacciano ! La russia ha vinto e tui sei un coglione !

Inserisci un Commento