Analisi tattica dello stato fallito

L’Impero storicamente non è riuscito ad apprezzare la determinazione delle popolazioni indigene che combattono per far valere il loro diritto all’autodeterminazione.

Ora, l’impero ha escogitato un mezzo sovversivo per sopprimere quel diritto, mediante la politica consolidata dell’Occidente di creare stati falliti da dividere e sfruttare.

Il prototipo del piano statale fallito degli Stati Uniti è iniziato con la distruzione del campo di Nahr al Bared, in Libano, nel 2007. La politica è stata sviluppata da Elliott Abrams e dall’Ufficio per i piani speciali dopo l’errore commesso dagli Stati Uniti in Iraq nel 2003, e incoraggiata da Israele dopo la sua sconfitta di fatto da parte di Hezbollah in Libano, 2006.

Distruzione del campo profughi di Nahr al Bared, Libano, 2007:

La distruzione di Nahr al Bared è stata un’operazione bandiera nera finanziata dagli Stati Uniti e dai sauditi. Il video qui: https://www.bitchute.com/video/DfjhNnjJ8EJH/ mostra i combattimenti dopo che Fatah al Islam si è infiltrato nel campo nel 2006 durante la guerra di stallo tra Israele e Hezbollah. L’operazione riflette una rinnovata politica segreta degli Stati Uniti chiamata “ridirezione” dal Pentagono, motivata non solo dai fallimenti statunitensi in Iraq, ma anche dalla sconfitta di stallo di Israele in Libano nel 2006 da parte di Hezbollah.

L’operazione Nahr al Bared è stata in parte finanziata dal principe Bandar dell’Arabia Saudita e gestita da Saad Hariri, figlio dell’ex primo ministro libanese assassinato, Rafik Hariri. Il piano per distruggere il campo è stato progettato da Elliott Abrams, contro criminale e vice consigliere per la sicurezza nazionale. Chiamata ridirezione entro il 2006, la politica statunitense di insurrezione clandestina bandiera nera è stata originariamente sviluppata dalla CIA (Operazione Cyclone) e Zbigniew Brzezinski con origini di intelligence risalenti al 1973.

Nahr al Bared distrutta

Come modello per la destabilizzazione tattica degli stati e della loro popolazione, l’occidente considerava la distruzione di Nahr al Bared un grande successo e il prototipo di molto a venire, come vediamo oggi. In altre parole, lo Stato americano-Pentagono credeva che il metodo dell’insurrezione di sovversione e distruzione dei campi palestinesi fosse un successo, e ha ampliato questa tattica per includere “stati canaglia” percepiti come la Siria (2011); Iraq (dopo il 2006); Afghanistan; e lo Yemen, che gli Stati Uniti volevano sostenesse l’agenda autocratica saudita/UAE… così come quella di Israele.

Dal 2006 nell’Asse USA-Israele-Saudita si è infiltrato il Daesh-al Qaeda in posizioni di leva per regione e in campi attrezzati per avviare attacchi troppo numerosi da elencare. Esempi: Yarmouk Camp (Siria); regione di Daraa; Afghanistan (task force 373); Yemen; Saraqib; Mena-Sahel; Libia; Sudan.
La politica dello Stato fallito dell’Asse degli Stati Uniti è stata un esempio anche per l’alleato della NATO, la Turchia, che ha sostenuto i gruppi terroristici di Afrin, Idlib e nel nord della Siria per ottenere lo stesso risultato fallimentare dello stato mentre la Francia si è impegnata in modo simile nel Sahel.

Forze iraniane in Siria


Ma come mostra il video, la capacità di resistenza dell’Iran è diventata un elemento jolly in questa equazione. L’Iran ha smussato l’agenda del Daesh dell’occidente che ha tentato di destabilizzare la Siria attraverso il terrore dei gruppi takfiri, in concomitanza con l’invito della Siria alla Federazione Russa per aiutare nella difesa di quel paese.
La politica di infiltrazione dell’insurrezione di bandiera nera dell’Asse degli Stati Uniti e dell’ISIS è una provocazione in corso sponsorizzata dallo stato statunitense per destabilizzare le popolazioni indigene non globaliste. In termini di caos creato, l’Occidente considera la sua fallita politica statale abbastanza produttiva nel produrre debito e profitto per il MIC, mentre cementa le relazioni con i despoti autocratici amici dell’Occidente.

Ma l’Asse degli Stati Uniti non è riuscito a riconoscere che la sua politica dello Stato fallito ha seriamente emarginato e danneggiato le relazioni degli Stati Uniti, creando al contempo il potenziale per un grave contraccolpo come evidente in Yemen, Gaza, Siria, Iraq, Afghanistan e Sahel. Anche questi sviluppi mettono a rischio la massiccia presenza militare degli Stati Uniti in Africa e continuano a minare la posizione degli stati despoti autocratici “amici” dell’Occidente, come gli Emirati Arabi Uniti e l’Arabia Saudita.
Questo perché i movimenti indigeni per l’autodeterminazione e le forze di resistenza affermeranno sempre più la loro influenza… in un mondo in cui l’unica “superpotenza” del mondo assomiglia di più all’unica potenza di stupore del mondo.

Steve Brown

Fonte;Strategika 51

Traduzione: Luciano Lago

5 Commenti
  • Mario
    Inserito alle 06:59h, 07 Settembre Rispondi

    GLI EBREI HANNO COLONIZZATO GLI STATI UNITI CON LE BANCHE CON LE MULTINAZIONALI …….. SONO GLI ANIMALI EBREI CHE SCATENANO GUERRE IN TUTTO IL PIANETA
    DA PIÙ DI UN SECOLO PORTANDO MORTE E DOLORE
    BISOGNA CANCELLARE QUESTA RAZZA MALEFICA E ASSASSINA

    • GIANNI ATZORI
      Inserito alle 08:11h, 07 Settembre Rispondi

      MARIO LA PENSO ANCH’IO COME LEI …………si stanno rifacendo per soprusi subiti PURTROPPO PER NOI

  • atlas
    Inserito alle 14:49h, 07 Settembre Rispondi

    apparentemente non correlato: l’Egitto, per accedere a un prestito dall’FMI che userà per la propria difesa militare, ha dovuto rimuovere il sussidio sul pane, risalente a Gamal Abdennasser, perché all’FMI democratico fa orrore poiché “socialista”. Il pane, alimento base dei poveri, sta più che decuplicando di prezzo

    • Giorgio
      Inserito alle 18:47h, 07 Settembre Rispondi

      Brutto segnale ….. mi auguro che Al Sisi non deluda e non ceda alle lusinghe delle istituzioni internazionali …..
      dietro alle quali ci sono i soliti anglo sionisti ……

      • atlas
        Inserito alle 00:58h, 08 Settembre Rispondi

        estorsioni, violenza privata, notizie false e tendenziose, terrore, tensione, stragi…la massoneria (ebraica) è una piovra che avvolge il mondo intero

Inserisci un Commento