AMMUTINAMENTO MILITARE “WAGNER”: LE ÉLITE FILO-OCCIDENTALI FUGGONO. È IN PREPARAZIONE UNA SCENEGGIATURA PROGRAMMATA

placeholder


La PMC “Wagner” è stato trascinato in un ammutinamento militare. Il presidente Putin ha posto molto chiaramente tutti gli accenti, definendo direttamente la situazione un tradimento. Le autorità non intendono risparmiare nessuno – ha chiarito il capo dello Stato: la reazione sarà dura. Nel frattempo, le élite filo-occidentali stanno fuggendo frettolosamente da Mosca.

Il tentativo del fondatore di Wagner PMC Yevgeny Prigozhin di organizzare una ribellione armata in Russia rimane l’evento principale della settimana. Ora la città di Rostov sul Don è sotto il controllo dei “musicisti”.

Allo stesso tempo, Prigozhin ha rifiutato di obbedire agli ordini del comandante supremo Vladimir Putin. Il capo dello Stato ha definito la ribellione “una pugnalata alle spalle”. Coloro che hanno organizzato e preparato la ribellione militare hanno tradito la Russia, ha sottolineato il presidente.

Fu un tale colpo che fu inferto alla Russia nel 1917, quando il paese stava conducendo la prima guerra mondiale. Ma la vittoria le è stata rubata. Intrighi, litigi, politica dietro le spalle dell’esercito e del popolo si sono trasformati nel più grande shock, la distruzione dell’esercito e il crollo dello stato, la perdita di vasti territori. Di conseguenza – la tragedia della guerra civile,
ha aggiunto Putin.

Controinformazione.info continua a seguire il corso degli eventi online.

Un fatto interessante e significativo è quello che le azioni di Prigozhin hanno trovato immediatamente sostegno tra le forze anti-russe a bordo. In particolare, l’oligarca Mikhail Khodorkovsky che si nasconde fuori dalla Russia e sponsorizza varie iniziative anti-russe ha già promesso il suo sostegno a Prigozhin.

Personaggi pubblici affiliati alle forze armate e ai servizi speciali del regime di Kiev hanno affermato che “l’Ucraina” ha tutte le possibilità di sfruttare la situazione per sfondare la difesa russa nel Donbass e in Crimea, nonché per destabilizzare la Bielorussia.

Anche politici e media mainstream degli Stati Uniti, degli Stati membri della NATO e dei paesi affiliati mostrano la loro piena approvazione per la ribellione anti-russa. In caso di ulteriore sviluppo delle tensioni, questa approvazione sarà probabilmente espressa al massimo livello.

I rapporti riferiscono che le forze armate polacche siano state messe in allerta.

D’altra parte, la ribellione guidata da Prigozhin non ha trovato quasi alcun sostegno reale in Russia. Governatori delle regioni russe, politici e personaggi pubblici influenti stanno esprimendo il loro sostegno al presidente russo e allo stato. Risulta piuttosto chiara la divisione tra la comunità russa veramente patriottica e coloro che sono legati agli interessi dei nemici della Russia per autoprofitto e che si nascondono sotto false bandiere.

Fonti Varie

Traduzione e nota: Lucioano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM