"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ammiraglio Flotta USA: Soltanto una guerra potrebbe impedire alla Cina il dominio del Mar Cinese

Pechino ha esteso ultimamente la sua presenza militare nelle acque in contenzioso del Mar Cinese Meridionale e le sue forze armate si avvicinano sempre più al dominio totale della regione e soltanto un conflitto armato potrebbe fermare l’espansione militare cinese, come ha avvisato il comandante in capo della Fltta USA nel Pacifico, l’ammiraglio Philip S. Davidson.

In una lettera diretta al Comitato dei Servizi Armati del Senato, Davidson ha avvertito che Pechino ha costruito sufficienti infrastrutture militari sulle isole artificiali del Mar Cinese Meridionale -incluso basi militari segrete- che gli faciliteranno il dominio totale nella regione, come ha informato oggi il portale News.com
“Oggi queste basi militari (sulle isole in disputa) sembrano terminate. Manca soltanto il trasferimento di forze cinesi” , ha assicurato l’ammiraglio.

Una volta insediate le sue forze sulle basi, la Cina potrà estendere la sua influenza per molte migliaia di miglia nautiche al sud e proiettare il suo potere militare anche verso l’Oceania, ha relazionato l’alto comandante USA.
L’altop grado statunitense ha sottolineato che nella sua lettera che queste basi cinesi, una volta che saranno operative, potranno essere utilizzate per sfidare la presenza degli Stati Uniti nella regione e le forze cinesi dispiegate nelle isole, finirebbero facilmente per sopraffare le forze militari di qualsiasi altro pretendente sul Mar Cinese Meridionale.

South China Sea_Map

In concreto è già emerso giovedì scorso che due navi da guerra australiane e la loro nave cisterna di supporto sarebbero state affrontate dalla marina cinese, una settimana pima, mentre si muovevano attraverso le rotte vitali della regione verso una visita di buone relazioni nei porti del Vietnam.

Davidson ha precisato in concreto che adesso Pechino è in grado di controllare il Mare della Cina Meridionale in tutti gli scenari possibili, questo a meno che Washington voglia contrastarlo lanciando una operazione militare contro questa presenza cinese.

Le relazioni fra la Cina e gli USA sono entrate in tensione per causa delle reclamazioni territoriali dal Maggio del 2015, quando Pechino ha ordinato la costruzione di varie isole artificali nell’arcipelago disputato del Nansha (denominato Spratly dai giapponesi), la cui sovranità, oltre a quella delle acque, viene rivendicata dal gigante asiatico.

Negli Ultimi anni Washington ha incrementato la sua presenza militare nella regione difendendo il suo diritto di libera navigazione. La Cina a sua volta ha accusato gli USA di voler destabilizzare la zona e di voler esercitare il dominio sulle acque del mar Cinese che si trova sotto l’influenza cinese.

Sembra evidente che l’ammiraglio Davidson sta utilizzando la situazione di stallo con la Cina per affermare che l’ accordo di limitazione dei missili a raggio intermedio degli Stati Uniti e a corto raggio (Trattato INF) con la Russia non è più valido.
La Cina non è un firmatario del trattato. Pechino sta rapidamente accumulando un arsenale di missili che rientrano in questa categoria in grado di colpire le formazioni di portaerei statunitensi in mare aperto.

L’ammiraglio Davidson ha riferito al Congresso che le forze della US. Navy non sono in grado di difendersi dalle nuove armi ipersoniche cinesi.

Fonte: News.com

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. atlas 4 settimane fa

    gli usa rappresentano la mente giudaica internazionale, la loro politica è quella di essere l’unico paese mondiale assorbendo tutti gli altri e i loro popoli in una contestuale schiavitù capitalista del falso messia. Difficile questo possa riuscire infiltrando ed inquinando i Cinesi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. La soluzione 4 settimane fa

    USA =unione stati assassini. Pazzesco che ci siano solo guerre nella loro mentalità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fabio franceschini 4 settimane fa

    Beh potreste provare a coinvolgere la Cina nell’ifn.ma non credo sia questo il punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. claudio 4 settimane fa

    Pensate forse che in cina non ci siano giudei?? È un paese comunista, mi stupirei del contrario… e speriamo che il solito rompitasche non ricominci a tacciarmi di filoatlantismo, di berluscohenismo di vattelapeschismo.. fascista sono nato e fascista morirò, quindi i comunisti a casa mia non sono ben visti, esattamente come gli americancri..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kim 4 settimane fa

      .. Pure io seguo le orme del fascio…
      Ma ti assicuro che oggi la China non è affatto comunista…
      Le religioni, tutte, sono criticate dal partito, controllate ed anche in un certo senso pressare.

      Non c’è posto per la teologia.
      Lo scrivo con consapevolezza ed esperienza sul campo.

      Ciao dalla China.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. atlas 4 settimane fa

      io invece sono Socialista, Nazionale però, come fu il Fascismo e come è la parte del Comunismo non marxista. Mai visto giudei di razza mongolide. Sicuramente ci saranno molti cinesi filoatlantisti, materialisti e capitalisti come ci sono in tutto il mondo e come te che ti spacci per ‘fascista’, ben sapendo che sono cose MORTE, quando a te interessa solo morire abbracciato a BerLuxCohen. E adesso puoi pure toglierti da davanti ai coglioni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 4 settimane fa

        Intanto dovresti averceli i coglioni e mi sa che non li hai.. quindi taci!!
        Ieri eri comunista nazionale, 2 giorni fa eri brigante duosiciliano, 3 giorni fa eri fascista sansepolcrista, 4 giorni fa eri pentastellato, 5 giorni fa eri mussulmano sunnita con 2 mogli che ora hai lasciato a ” rendere ” in un bordello a tunisi, 6 giorni fa eri putiniano fino al midollo, 7 giorni fa eri berlusconiano per affinità elettive della figa, 8 giorni fa eri vendoliano convinto e provavi nuovi orizzonti del piacere.. ora il piacere fallo a me, vaffanculo!! Pensare che in cina non ci siano giudei piazzati ai vertici del partito comunista è da idioti..
        caro kim, non dubito assolutamente che in cina PUBBLICAMENTE siano vietate tutte le religioni.. la cina nomina persino i vescovi cattolici, non ti sembra un atteggiamento giudeo??

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 4 settimane fa

          in Cina è vietato solo andare in giro pubblicamente con un faccione di palta come il tuo

          futile

          Rispondi Mi piace Non mi piace