Ammettono apertamente che siamo sull’orlo della “guerra finale”

di Michael Snyder

La maggior parte degli americani non ha idea di quanto siamo vicini all’impensabile. Sebbene i leader di tutto il mondo abbiano sviluppato una forte febbre di guerra, la stragrande maggioranza di noi qui negli Stati Uniti (ed in Europa) è completamente convinta che tutto andrà bene in un modo o nell’altro. La maggior parte di noi crede alle voci parlanti della televisione quando ci assicurano che i nostri politici hanno tutto sotto controllo e che è estremamente improbabile che si verifichi un conflitto nucleare. Ma dall’altra parte del globo vediamo le cose in modo molto diverso. Martedì, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha dichiarato alle Nazioni Unite che il mondo è stato spinto sull’orlo della “ guerra finale ”…

Le agghiaccianti osservazioni del presidente ucraino erano rivolte ai paesi che sono stati ambivalenti riguardo alla loro parte dall’inizio del conflitto nel febbraio 2022 e alle nazioni che erano con lui all’inizio ma hanno ritirato il loro sostegno.

L’invasione del suo paese da parte della Russia sta spingendo il mondo verso la ” guerra finale “, ha detto il presidente ucraino ai leader mondiali presenti all’incontro annuale a New York.

Per una volta sono d’accordo con Zelenskyj.
Siamo letteralmente sull’orlo di un conflitto globale apocalittico in cui miliardi di persone potrebbero morire, e quindi dobbiamo trovare una via d’uscita finché questo sia possibile.

Tuttavia, durante il suo discorso, Zelenskyj ha chiarito che non aveva assolutamente alcuna intenzione di negoziare con Vladimir Putin…

Senza fornire dettagli, Zelenskyj ha alluso, davanti alle Nazioni Unite, ad un presunto tentativo da parte di alcuni individui di negoziare un accordo di pace segreto con Putin.
Zelenskyj ha messo in guardia chiunque si fidasse di Putin ricordando loro il destino del mercenario russo Yevgeny Prigozhin, ritenuto morto il mese scorso dopo aver sfidato la leadership di Putin.

“ Sono a conoscenza di alcuni loschi tentativi dietro le quinte. Non ci si può fidare del male. Chiedete a Prigozhin se scommettete sulle promesse di Putin ”, ha detto.

Anche i russi ritengono che ci stiamo rapidamente avvicinando a un punto di non ritorno.

Domenica il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato pubblicamente che gli Stati Uniti stanno conducendo una “guerra” contro la Russia …

La massiccia campagna di Washington per sostenere l’Ucraina con le armi equivale a una guerra contro la Russia, ha detto il ministro degli Esteri Sergei Lavrov, aggiungendo che gli Stati Uniti hanno da tempo preparato Kiev a questo scopo.

In un commento pubblicato domenica al giornalista russo Pavel Zarubin, Lavrov ha suggerito che le voci secondo cui Washington potrebbe dare il via libera alla consegna di sistemi missilistici tattici dell’esercito (ATACMS), che hanno una gittata fino a 300 km, mirano a “modellare la pubblico opinione ”.

Missile Russo ipersonico Sarmat

Secondo il ministro, queste deliberazioni non cambieranno il fatto che ” da molti anni l’Ucraina è pronta a combattere con le proprie mani e con i propri corpi per infliggere una sconfitta strategica alla Russia “. Lavrov ha accusato gli Stati Uniti di controllare le ostilità tra Kiev e Mosca.
Nonostante tutto, la maggior parte degli americani e dei cittadini europei non direbbe che siamo in guerra con la Russia in questo momento.
Ma in Russia le cose vengono percepite in modo molto diverso.

La televisione russa continua a ripetere che gli Stati Uniti e la Russia sono ormai impegnati in un conflitto esistenziale che avrà un solo vincitore.

Inutile dire che i russi non hanno alcuna intenzione di perdere.

Martedì anche Joe Biden è intervenuto alle Nazioni Unite e ha riaffermato il sostegno degli Stati Uniti alla guerra in Ucraina.

Secondo quanto riferito, ha intenzione di chiedere al Congresso un pacchetto di aiuti da 24 miliardi di dollari per sostenere l’esercito ucraino.
In definitiva abbiamo già dato loro miliardi, miliardi e miliardi di dollari.
Dove sono finiti tutti questi soldi?

Questa è la domanda che ora si pone Kevin McCarthy, presidente della Camera dei Rappresentanti …

Il presidente della Camera Kevin McCarthy ha chiesto responsabilità sugli aiuti statunitensi all’Ucraina e ha promesso di interrogare il presidente Volodymyr Zelensky a Washington mentre le tensioni tra repubblicani sui finanziamenti alla difesa per i paesi stanno peggiorando.

“ Il signor Zelenskyj è eletto al Congresso? È il nostro presidente? Non penso di dovermi impegnare in nulla e penso di avere alcune domande per lui “, ha detto martedì McCarthy, nelle ultime osservazioni, mostrando scetticismo sui miliardi di dollari spesi in aiuti militari statunitensi e altre forme di aiuto.

“ Dove è la responsabilità per i soldi che abbiamo già speso? Qual è il piano per la vittoria? Penso che sia ciò che il pubblico americano vuole sapere “, ha detto, secondo ABC News .

Molti americani si rifiutano di credere che questo conflitto si estenderà mai oltre i confini dell’Ucraina.

Ma la verità è che lo è già. Infatti, la CNN riferisce che gli ucraini hanno appena effettuato attacchi con droni “ contro una milizia appoggiata da Wagner vicino alla capitale del Sudan ”…
Secondo un’indagine della CNN, i servizi speciali ucraini sono probabilmente dietro una serie di attacchi di droni e un’operazione di terra contro una milizia sostenuta da Wagner vicino alla capitale del Sudan, suggerendo che le conseguenze dell’invasione russa dell’Ucraina si sono diffuse lontano dalla prima linea.

Parlando alla CNN , una fonte militare ucraina ha descritto l’operazione come opera di un ” esercito non sudanese “. Alla domanda se dietro gli attacchi ci fosse Kiev, la fonte ha detto soltanto che ” probabilmente i responsabili sono i servizi speciali ucraini “.

Nel frattempo, l’Azerbaigian ha iniziato un’offensiva su larga scala contro l’Armenia …

Martedì l’Azerbaigian ha effettuato attacchi nella contesa regione del Nagorno-Karabakh, annunciando il lancio di un’operazione “antiterrorismo”, che rischia di innescare una nuova guerra nella regione.

Il ministero della Difesa del Paese ha affermato che sta utilizzando ” armi ad alta precisione ” per “neutralizzare” le forze appoggiate dagli armeni e prendere di mira le posizioni militari armene con l’obiettivo di forzare “formazioni di forze armate armene”.

I filmati presumibilmente girati a Stepanakert, la capitale del Karabakh, chiamata Khankendi dall’Azerbaigian, mostrano suoni di bombardamenti e fuoco di artiglieria.
Avete notato che l’amministrazione Biden non ha condannato questa aggressione da parte dell’Azerbaigian?

Questo perché l’amministrazione Biden l’ha sicuramente benedetta.

Se i combattimenti tra Azerbaigian e Armenia dovessero riprendere, ciò distoglierebbe le risorse militari russe tanto necessarie dal fronte ucraino.

Viviamo sicuramente in un’epoca di guerre e voci di guerre.

E continuiamo a sentire voci secondo cui la Cina si sta rapidamente preparando a un conflitto militare con gli Stati Uniti. Basta leggere cosa ha detto Gordon Chang a Fox Business lunedì …

Navi cinesi nel Mare cinese Sud

Gordon Chang , membro del Gatestone Institute ed esperto di Cina, ha lanciato un terribile avvertimento sulla possibilità di uno scambio nucleare con la Cina, mentre le tensioni continuano ad aumentare sulla scena globale e gli Stati Uniti si preparano alla guerra.

” Siamo molto più vicini ad uno scambio nucleare di quanto pensino gli americani “, ha detto il signor Chang lunedì al programma ” Mornings with Maria ” di Fox Business . “ La Cina si sta preparando ad entrare in guerra … La Cina sta monitorando gli Stati Uniti per eventuali attacchi nucleari, quindi dobbiamo renderci conto della gravità della situazione. I problemi all’interno del regime cinese indicano che Xi Jinping sta installando ufficiali nella forza missilistica, che controlla quasi tutte le armi nucleari cinesi, che obbediranno ai suoi ordini e quando lo farà premeranno il pulsante e daranno inizio” .

Gordon Chang ha ragione.
La guerra con la Cina è imminente.

Non appena la Cina invaderà Taiwan, gli Stati Uniti e la Cina entreranno in guerra.

I cinesi lo sanno, ma ciò non impedisce loro di prepararsi a un simile conflitto.

Negli ultimi giorni, i cinesi hanno continuato a sondare le difese dell’isola inviando ondate di aerei da guerra nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan …

Il Ministero della Difesa Nazionale di Taiwan ha lanciato un forte appello a Pechino affinché metta fine alle sue incessanti provocazioni militari dopo che più di 100 aerei da guerra cinesi sono stati rilevati vicino all’isola nell’arco di 24 ore, da domenica a lunedì, ha riferito la CNN .

In una dichiarazione, il ministero ha affermato di essere molto preoccupato per il gran numero di aerei da guerra, che a suo dire pone “seri problemi per lo Stretto di Taiwan e la sicurezza regionale”. Secondo una mappa di volo fornita dal ministero, 40 dei 103 aerei da guerra cinesi hanno attraversato la linea mediana dello stretto di Taiwan e sono entrati nell’autoproclamata zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan (ADIZ), come riportato dal canale CNN .
Quando inizierà questa guerra, la maggior parte degli americani sarà completamente scioccata.
Ma nessuno potrà dire che non eravamo stati avvertiti.

È interessante notare che un uomo ha recentemente chiesto ad Alexa informazioni sulle imminenti elezioni presidenziali e Alexa gli ha detto che le elezioni del 2024 negli Stati Uniti sarebbero state annullate perché in quel momento saremmo in guerra con Russia e Cina .

Personalmente non credo che gli eventi si svilupperanno così velocemente.

Potrei sbagliarmi, ma penso che ci saranno le elezioni presidenziali nel 2024.

Tuttavia, non c’è dubbio che all’orizzonte si profilano una guerra con la Russia e una guerra con la Cina .

Se i nostri leader avessero un po’ di buon senso, cercherebbero di trovare una via d’uscita da questo pasticcio finché ciò è ancora possibile.

Sfortunatamente, i nostri leader sembrano essere completamente pazzi, e quindi continuiamo ad avanzare a tutta velocità verso un incontro con l’impensabile.

fonte: Activist Post.com

Traduzione: Luciano Lago

12 commenti su “Ammettono apertamente che siamo sull’orlo della “guerra finale”

  1. “gli Stati Uniti e la Russia sono ormai impegnati in un conflitto esistenziale che avrà un solo vincitore” Io credo invece che nella malaugurata ipotesi che ci sia un conflitto di questo tipo NON CI SARA’ NESSUN VINCITORE.

  2. Missile storm shadow britannico su Crimea , Sebastopoli diteci qualcosa! Ormai la Nato e la Ue e Uk sono alla canna al gas e vogliono una escalation durissima , penso che la avranno a breve , cmq TGCOM come al solito ” Attacco riuscito titola , guerra informati totale contro al Crimea” ….ma chi sono questi bastardi sobillatori di tgcom?

  3. Quando arriveranno i sarmat o gli yars o i bulava o i Poseidone dal mare sui depositi nucleari statunitensi in Europa ma sopratutto in Italia con probabilmente alcuni con una tsar bomba al suo interno da 100 megatoni
    (stavolta il terzo stadio lo metteranno non come a novajia zemlia) allora ringrazieremo gli anglosionisti che pensano di salvare le terga in qualche sperduto atollo…… l’inverno nucleare sarà duro….. per chi sopravviverà.

    Dsavidania tovarich

  4. Personalmente penso che gli stati uniti e la nato, in questo momento, non siano in grado di far fronte ad una guerra totale contro Russia, Cina, ma anche iran, Corea del nord, Bielorussia, più immancabili ” disobbedienti” contemporaneamente. Certo il rischio è concreto altroché se lo è ma non ci sono garanzie di vittoria. Adorate da Washington. Il deep state sa benissimo che se questa triste eventualità si verificasse l’ America intera ne sarebbe inevitabilmente travolta. Penso invece che ciò da cui bisogna guardarsi adesso siano i colpi decapitanti a sorpresa della nato. Ed è davvero questo il nocciolo della questione perché, e ne sono convinto, alla nato si pensa che proprio in questo modo la guerra potrà essere vinta. Cos’altro posso dire spero di sbagliarmi, e spero che si sbagli anche l’autore dell’articolo….

  5. Prossimamente Biden sarà in Asia centrale per attivare la coalizione turcofona degl stan contro Russia e Cina, la Cina dovrebbe guardarsi le spalle e rimuovere il presidente kazalo filo-americano prima di ritrovarsi i terroristi uighuri addestrati in Siria dagli anglo-sion sul suo territorio, ormai i suddetti anglo-sion sono alla disperazione più nera, devono rovesciare i governi di Mosca, Pechino e Teheran nel giro di pochi mesi altrimenti il dollaro come valuta di riserva e trading globali scomparirà, la Nuland recentemente è stata perfino in Mongolia forse per cercare di infiltrare dei terroristi in Cina da lì.
    Da notare come i neocons non sono altro che emanazioni dell’entità sionista, quindi i cinesi farebbero meglio ad uscire subito dal debito pubblico USA per toglierle il sostegno economico.

  6. Se i governi europei sono intenti a portare la guerra contro la Russia fino alle estreme consegue ze vale a dire l’uso del nucleare come pare di capire dalle loro azioni e dichiarazioni e perché non importaoro affatto delle conseguenze sulle rispettive popolazioni che considerano carne da cannone come considerano le popolazioni ucraine forse pensano di salvarsi riparandosi nei bunker sotterranei che hanno preparato in casi di guerra atomica
    E questo che dovrebbero capire i popoli europei e americani invece sembrano distrarsi

  7. Ma perché continuano a menarla con questa storia del nucleare e della lotta per la sopravvivenza della Russia , che combattano e vincano sul terreno , come avrebbero già dovuto fare da mesi … sta storia delle armi nucleari è indice di incompetenza , paura è debolezza … che tirino fuori i coglioni e vincano sta guerra per dio … hanno paura che gli ucraini abbiano missili a lunga gettata , li hann pure loro e li usano da due anni , e non sono ancora riusciti a spazzare via Kiev dal pianeta… stanno facendo la figura dei pirla… le testate nucleari se le devono infilare in quel posto è devono combattere

    1. ma chi sei? sei sotto vino^ ma che cazzate spari? non sai nulla dell’andamento della SVO e dici cavolate a gettito continuo? sarai un troll , dal nomignolo tipico di quelli di open! Beccato!

      1. La smetta di dire stupidate , Tony , probabilmente un meridionale …che probabilmente si è trasferito a vivere al nord …. Cosa vuole ? ala disoccupazione ? torni a casa sua a ,mangiare la pizzza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM