Amir-Abdollahian a Biden: ferma la tua ipocrisia, smetti di sostenere l’ISIS

Il ministro degli Esteri iraniano risponde alle rivolte sobillate dall’occidente nella Repubblica islamica.
Rispondendo agli appelli del presidente degli Stati Uniti Joe Biden a “liberare l’Iran”, il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir-Abdollahian ha rilasciato una dichiarazione diretta alla previsione di cambio di regime di Biden
.
Invitando Biden a “porre fine alla sua ipocrisia”, inclusa la fine del sostegno di Washington al terrorismo e all’ISIS, il ministro ha affermato che la Casa Bianca sta cercando un accordo con l’Iran sostenendo anche la violenza e il terrore a cui l’Iran ha assistito durante le sue ultime rivolte.

Biden si è rivolto agli elettori in California giovedì, dicendo: “Non preoccuparti, libereremo l’Iran. Si libereranno presto” mentre gli elettori hanno applaudito.

Amir-Abdollahian ha affermato in ottobre che l’Iran non avrebbe permesso alla sua sicurezza nazionale e ai suoi interessi di diventare un terreno di gioco per i terroristi, sottolineando che gli attacchi terroristici contro il Santo Santuario di Shah-e-Chergagh hanno dimostrato pienamente le intenzioni malevole dei sostenitori del terrorismo e della violenza nella Repubblica Islamica.

Amir-Abdollahian

“L’Iran è stato liberato 43 anni fa e insiste per rimanere libero, e non sarà una mucca da mungere per gli Stati Uniti”, ha sottolineato il presidente iraniano Ebrahim Raisi in risposta agli appelli maligni di Biden per la cosiddetta “liberazione”.

Gli Stati Uniti, che sostengono l’Isis ei gruppi terroristici, si dipingono come i protettori dei diritti umani”.

Mercoledì, durante un incontro con il ministro degli Esteri siriano Faisal Mekdad a Teheran, Raisi ha sottolineato che, dopo che il nemico ha riconosciuto che tutti i suoi tentativi di colpo di stato, guerre e anni di minacce, terrore e sanzioni non sono stati in grado di fermare lo sviluppo dell’Iran, questi ha apertamente compiuto il complotto per fomentare rivolte contro gli iraniani.

Raisi ha ribadito che tutti i tentativi di destabilizzare l’Iran sono sintomi della rabbia e della disperazione del nemico per raggiungere i suoi obiettivi in ​​Iran e nella regione.

Fonte:
Al Mayadeen inglese
Traduzione: Luciano Lago

3 Commenti
  • Camionista 85
    Inserito alle 00:41h, 05 Novembre Rispondi

    Quel pazzo assassino di demente di Biden dovrebbe essere arrestato e giustiziato !

  • andrearossidevrgnano
    Inserito alle 01:13h, 05 Novembre Rispondi

    se ne puo’ più d ccerte persone menzognere che nn avrebbero oltrepassato l’adolescenza. dicono che lē preghiere funzionino d+ quando tantissime persone contemporaneamente pregassero bene concentrandosi sù unico obbiettivo. è x questo motivo che magari tutti i lettori di questo commento, d comune accordo, alle ore xx:xx in dâta xx/xx/xxxx, recitêranno questa (iutiub)clip preghiera => “Tourdeforce. Consensi (edit) – Videoclip (TourdeForce band) :(/4:55) ==> 4:05(/4:55) ===> CRISTO GESU’ MISERICORDIA – MA ANCHE X CARITA’ CRISTIANA – FINITELA D RACCONTAR MENZOGNE

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 11:09h, 05 Novembre Rispondi

    Gli anglosassoni in Iran vorrebbero un golpe alla maniera ucraina, la sirianizzazione dell’Iran. Quindi i dirigenti iraniani sono legittimati ad usare la massima decisione per buttare fuori i provocatori anglosassoni per prevenire conseguenze ucraina, siriane, afgane, irakene. Meglio prevenire che curare.

Inserisci un Commento