Ambasciatore russo negli Usa: la visita di Zelenskyj conferma che le parole sulla pace sono “prive di valore”

Secondo l’ambasciatore russo a Washington, durante la visita “è stata praticamente dichiarata la necessità” di continuare le ostilità.
La visita del presidente dell’Ucraina, Vladimir Zelensky, a Washington “diretta nello stile di Hollywood” ha confermato che le dichiarazioni degli Stati Uniti sul suo desiderio di raggiungere la pace “non hanno valore”, ha detto mercoledì l’ ambasciatore russo presso la Federazione Russa. paese, Anatoli Antonov.

“La visita di Zelensky qui, i colloqui a Washington hanno mostrato che né l’amministrazione [USA] né Zelensky sono pronti per la pace”, ha detto Antonov in dichiarazioni alla stampa. Ha anche aggiunto che Stati Uniti e Ucraina puntano alla “guerra, alla morte di semplici soldati per legare ulteriormente il regime ucraino agli obiettivi di Washington “.

Il capo della legazione diplomatica ha sottolineato che “le affermazioni dei media statunitensi secondo cui la Russia non ha alcun interesse per la pace sono false” e ha indicato che il presidente russo Vladimir Putin ha affermato in numerose occasioni che Mosca vuole stabilire la pace.

“Abbiamo provato e ripetutamente tentiamo di fare appello al buon senso, abbiamo sottolineato che le azioni provocatorie degli Stati Uniti portano costantemente a un’escalation le cui conseguenze vanno oltre ogni immaginazione”, ha sottolineato.

Secondo Antonov, durante la visita di Zelenskyj “è stata praticamente dichiarata la necessità” di continuare le ostilità fino alla “completa sconfitta” della Russia . “Ecco a cosa servono enormi risorse, armi e capacità di intelligence. L’idea maniacale di ‘sconfiggere i russi sul campo di battaglia’ è in cima all’agenda”, ha detto.
Allo stesso modo, l’alto diplomatico ha denunciato che “gli Stati Uniti hanno la piena responsabilità di aver scatenato il conflitto ucraino nel 2014”.

Biden con Zelensky

Inoltre, l’ambasciatore ha criticato l’intenzione di Washington di inviare sistemi di difesa aerea Patriot a Kiev, osservando che non ci sono specialisti in Ucraina per gestire i sistemi. Quindi, ha suggerito che se ne occuperanno gli americani oi cittadini di un altro paese della NATO. “Non possono fare a meno di rendersi conto che le armi occidentali vengono sistematicamente distrutte dai nostri militari . Penso che tutti siano consapevoli del destino che può attendere il personale che gestisce questi complessi sul territorio ucraino”, ha affermato.

Lo stesso giorno, il Segretario di Stato Usa, Antony Blinken, ha annunciato che il Governo ha autorizzato un nuovo pacchetto di assistenza militare per Kiev del valore di 1,85 miliardi di dollari , che includerà le prime consegne dei sistemi di sicurezza Patriot Air Defense.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti
  • Giovanni
    Inserito alle 10:45h, 22 Dicembre Rispondi

    La guerra potrà finire solo col dissolvimento dell’impero del male.

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 15:12h, 22 Dicembre Rispondi

    Gli americani sempre amici degli ucraini ? poveri ucraini ! a parte quelli della banda rappresentata dal comico che si arricchiscono con la pelle dei compatrioti

  • angelosanto
    Inserito alle 20:24h, 22 Dicembre Rispondi

    Ricordiamoci quello che disse Kissinger, uno che se ne intende: ESSERE NEMICI DEGLI USA E’ PERICOLOSO; ESSERE AMICI DEGLI USA E’ FATALE.

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 21:40h, 22 Dicembre Rispondi

    Gli americani ”eroicamente” seduti in poltrona dirigono : la carne da macello ucraina messa a loro disposizione, viene sbattuta in una battaglia disperata ; l’economia dei Paesi europei è impoverita a loro vantaggio con la complicità di accoliti piazzati in posizioni di primaria importanza.

  • Aplu
    Inserito alle 23:34h, 22 Dicembre Rispondi

    Scaduti in pieno gli Americani che una volta trattavano solo con i grandi dei grandi e non come oggi con i tiraseghe dei quisling ucraini. Una pena che indica come stiano andando a fondo. Purtroppo però l’Europa continua a stare loro serva, e neppure ha capito che potrebbe ribellarsi e mandarli con le p….e per aria, incastrati come sono nelle infrastrutture che hanno creato, dove solo con omicidi segreti riescono a far fuori i loro oppositori europei, ma mai e poi mai marcando in forze il territorio fisico come ad esempio qui, in Italia.. Un territorio che aspetta solo di essere liberato una volta per sempre. Basta iniziare.

  • eusebio
    Inserito alle 07:18h, 23 Dicembre Rispondi

    L’economia USA sta letteralmente evaporando come quella dei paesi UE, i cittadini americani hanno assistito sconvolti allo spettacolo di un guitto straniero (ma etnicamente omogeneo alla maggior parte del gabinetto Biden, dei consigli di amministrazione dei maggiori fondi di investimento e delle quote maggioritarie di insegnanti e studenti di prestigiosi atenei come Harvard o Yale) accolto come un semidio dalle autorità politiche e di ogni altro tipo del loro paese, probabilmente questa visita aveva lo scopo di far vedere agli americani chi è il loro padrone che si è mostrato loro in tutta la sua infinita bruttezza, fisica, morale ed intellettuale.
    Questo comunque più che un sintomo di forza è l’esatto contrario, un sintomo di infinita debolezza, a Cina e Russia basterà una piccola spinta e tutto il castello di carta fondato sui debiti costruito dalle oligarchie globaliste verrà giù lasciando solo polvere.

  • Giorgio
    Inserito alle 08:24h, 23 Dicembre Rispondi

    USA-UK-NATO-UE continuano a buttare al macero miliardi di dollari e di euro (e a mandare a morte certa migliaia di ucraini) …
    mentre i popoli europei rimbecilliti da decenni di propaganda “ballano con le stelle” e si buttano nella “corsa agli acquisti natalizi” …

Inserisci un Commento