Ambasciatore russo negli Usa: la visita di Zelenskyj conferma che le parole sulla pace sono “prive di valore”

Secondo l’ambasciatore russo a Washington, durante la visita “è stata praticamente dichiarata la necessità” di continuare le ostilità.
La visita del presidente dell’Ucraina, Vladimir Zelensky, a Washington “diretta nello stile di Hollywood” ha confermato che le dichiarazioni degli Stati Uniti sul suo desiderio di raggiungere la pace “non hanno valore”, ha detto mercoledì l’ ambasciatore russo presso la Federazione Russa. paese, Anatoli Antonov.

“La visita di Zelensky qui, i colloqui a Washington hanno mostrato che né l’amministrazione [USA] né Zelensky sono pronti per la pace”, ha detto Antonov in dichiarazioni alla stampa. Ha anche aggiunto che Stati Uniti e Ucraina puntano alla “guerra, alla morte di semplici soldati per legare ulteriormente il regime ucraino agli obiettivi di Washington “.

Il capo della legazione diplomatica ha sottolineato che “le affermazioni dei media statunitensi secondo cui la Russia non ha alcun interesse per la pace sono false” e ha indicato che il presidente russo Vladimir Putin ha affermato in numerose occasioni che Mosca vuole stabilire la pace.

“Abbiamo provato e ripetutamente tentiamo di fare appello al buon senso, abbiamo sottolineato che le azioni provocatorie degli Stati Uniti portano costantemente a un’escalation le cui conseguenze vanno oltre ogni immaginazione”, ha sottolineato.

Secondo Antonov, durante la visita di Zelenskyj “è stata praticamente dichiarata la necessità” di continuare le ostilità fino alla “completa sconfitta” della Russia . “Ecco a cosa servono enormi risorse, armi e capacità di intelligence. L’idea maniacale di ‘sconfiggere i russi sul campo di battaglia’ è in cima all’agenda”, ha detto.
Allo stesso modo, l’alto diplomatico ha denunciato che “gli Stati Uniti hanno la piena responsabilità di aver scatenato il conflitto ucraino nel 2014”.

Biden con Zelensky

Inoltre, l’ambasciatore ha criticato l’intenzione di Washington di inviare sistemi di difesa aerea Patriot a Kiev, osservando che non ci sono specialisti in Ucraina per gestire i sistemi. Quindi, ha suggerito che se ne occuperanno gli americani oi cittadini di un altro paese della NATO. “Non possono fare a meno di rendersi conto che le armi occidentali vengono sistematicamente distrutte dai nostri militari . Penso che tutti siano consapevoli del destino che può attendere il personale che gestisce questi complessi sul territorio ucraino”, ha affermato.

Lo stesso giorno, il Segretario di Stato Usa, Antony Blinken, ha annunciato che il Governo ha autorizzato un nuovo pacchetto di assistenza militare per Kiev del valore di 1,85 miliardi di dollari , che includerà le prime consegne dei sistemi di sicurezza Patriot Air Defense.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus