Altri senatori repubblicani chiedono le dimissioni o l’impeachment di Biden dopo l’attacco all’aeroporto di Kabul

La senatrice Marsha Blackburn ha chiesto le dimissioni di Biden insieme al vicepresidente Kamala Harris e a diversi alti funzionari.

Una lunga lista di politici del Congresso chiede che il presidente Biden sia messo sotto accusa o si dimetta dall’incarico dopo l’attacco mortale all’aeroporto internazionale di Harmid Karzai in Afghanistan.

Nikki Haley, ex ambasciatrice alle Nazioni Unite, ha chiesto le dimissioni di Biden ma è preoccupata di lasciare in carica il vicepresidente Kamala Harris.

“Biden dovrebbe dimettersi o essere rimosso per la sua gestione dell’Afghanistan? Sì”, ha twittato. “Ma questo ci lascerebbe con Kamala Harris che sarebbe dieci volte peggio. Dio ci aiuti.”

Il senatore Marsha Blackburn, R-Tenn., ha chiesto a Biden di dimettersi insieme al vicepresidente Kamala Harris ea diversi funzionari della sicurezza nazionale.

“Joe Biden, Kamala Harris, Antony Blinken, Lloyd Austin e il generale Milley dovrebbero tutti dimettersi o affrontare l’impeachment e la rimozione dall’incarico”, ha detto.

L’ex consigliere di Trump alla Casa Bianca Kellyanne Conway ha risposto sarcasticamente: ” #Impeach ? Perché? Non è che abbiano chiamato il presidente dell’Ucraina o altro”.

I membri del Congresso hanno espresso molte critiche. “Se il presidente Trump può essere messo sotto accusa con una telefonata, allora è giunto il momento di denunciare l’IMPEACH di Biden per grave negligenza in Afghanistan”, ha affermato il rappresentante Ronny Jackson, R-Texas.

Gli americani meritano di meglio. Ci meritiamo di meglio di qualcuno che volontariamente IGNORA la peggior crisi degli ultimi decenni”, hanno detto.

Stampa USA

Ytaduzione e sintesi: L. Lago

4 Commenti
  • Hannibal7
    Inserito alle 23:38h, 26 Agosto Rispondi

    La politica estera di Biden si sta rivelando sempre più una mmmerda…l ‘Afghanistan è solo l’inizio…ci sono ancora Ucraina, Siria, Palestina, Iran, Iraq, Yemen, Russia e Cina….
    In ogni luogo della Terra dove mettono piede gli americ-ani si scatena il delirio…
    La fine degli USA è vicina…

  • Mario
    Inserito alle 09:33h, 27 Agosto Rispondi

    MI AUGURO CHE QUALCUNO FACCIA SMETTERE QUESTI ANIMALI DI EBREI ANGLO AMERICANI DI ASSASSINARE

    DONNE E BAMBINI…..PER LA LORO SETE DI P0TERE……….

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 18:03h, 27 Agosto Rispondi

    se impicciano il rimbambito e la kamala, alla casa bianca chi ci andrebbe, topo gigio ?
    o magari quel comunista di sanders ?
    .
    a parte le battute, la vicenda lascia numerosi punti su cui riflettere, è indubbio che non solo non è stato biden a dare il via al ritiro, ma il modo in cui è stato fatto. da dilettanti parlando chiaro, sembra fatto apposta per metterlo in difficoltà, aggiungiamo la strage di ieri e siamo già a due indizi
    che sia un modo per levarselo dalle palle senza tirare fuori la storia dei molteplici brogli elettorali di novembre che magari potrebbero far cadere qualche testa importante ? tutto può essere quando c’è di mezzo il deep state
    trust no one, come diceva il buon Fox Mulder

  • eusebio
    Inserito alle 23:22h, 27 Agosto Rispondi

    Gli USA sono allo sbando, evidentemente l’entità sionista non voleva che il suo golem si ritirasse dall’Afghanistan in quanto gli serviva una presenza yankee ad est dell’Iran, ma ormai gli USA hanno finito i soldi e i soldati, e forse questo ritiro scomposto è una forma di disperata ribellione verso il loro padrone sionista che li ha dissanguati.
    Verso la minoranza ebraica nella popolazione bianca cristiana americana cominciano ad esserci odio ed insofferenza, è stato creato pure un personaggio, il “professor Rabinovitch”, traviatore nei decenni passati dei giovani bianchi cristiani fino a trasformarli in liberals che si auto-odiano, il prototipo di ingegnere sociale ebreo odiato pure dai russi che sono stati molto danneggiati in passato da questa categoria, oggi incarnata dai neocons sionisti ex trozkisti ebrei.

Inserisci un Commento