Almeno 18 morti e 13 feriti dopo un attacco ucraino in un mercato a Donetsk

Almeno 18 morti e 13 feriti è il risultato dell’attacco che le forze armate ucraine hanno lanciato questa domenica contro un mercato nel distretto di Kirov, nella città russa di Donetsk, ha riferito il sindaco della città, Alexei Kulemzin, aggiungendo che le informazioni continuano in aggiornamento.
Secondo il Centro comune per il controllo e il coordinamento del cessate il fuoco e la stabilizzazione della linea di controllo tra le parti, in detta zona sono stati sparati tre proiettili calibro 155 millimetri .
“I servizi di emergenza stanno lavorando sul posto, le informazioni sui morti e sui feriti continuano ad essere ricevute e chiarite e si stanno cercando frammenti di armi”, ha aggiunto Pushilin.

L’attacco è stato sferrato alle 10:20 del mattino (ora locale), ora in cui molte persone di solito si recano al mercato per fare la spesa, ha detto Marina Akhmedova, membro del Consiglio per i diritti umani della presidenza russa.

“Oggi i neonazisti ucraini hanno cinicamente bombardato un luogo molto frequentato della città, dove un gran numero di persone pacifiche si recano per un giorno di riposo”, ha detto il sindaco sul suo account Telegram. ” Per celare i loro fallimenti sul fronte hanno deciso di prendersi una spregevole vendetta sugli indifesi abitanti di Donetsk “, ha detto.
Inoltre, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 43 attacchi armati contro la Repubblica popolare di Donetsk . In quegli attacchi un civile è stato ucciso e nove persone sono rimaste ferite.

Secondo quanto riferito, le forze di Kiev hanno sparato un totale di 161 proiettili di vario tipo. Allo stesso modo, sono stati danneggiati 44 edifici residenziali e 21 strutture di infrastrutture sociali.

Allo stesso modo, Kulemzin ha riferito che un drone ucraino ha lanciato una bomba contro una squadra di riparazione nel distretto di Kuibyshev, che stava riparando un guasto nelle reti di riscaldamento. Di conseguenza, un operaio è rimasto ferito e un escavatore ha preso fuoco.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

8 commenti su “Almeno 18 morti e 13 feriti dopo un attacco ucraino in un mercato a Donetsk

  1. Gli ango-americani sono maestri in questo genere di strategia del terrore, che il nostro Paese ha sperimentato nel corso della II Guerra Mondiale, con bombardamenti indiscriminati su obiettivi civili per spingere la popolazione a ribellarsi – cosa che non avvenne. Occorrerebbe processare Zelenskyller non solo per crimini contro l’umanità, ma, visto il macello cui condanna il popolo ucraino e i giovani ucraini al fronte, per crimini contro il suo stesso popolo a causa di una guerra che avrebbe potuto fermare e invece, per ordini ricevuti dai suoi mandanti, ha continuato rifiutando un piano di pace che trovava l’assenso delle controparti che aspettava solo di essere firmato. Ora, il criminal-clown – scelto apposta: solo un individuo ridicolo poteva accettare di fare da prestanome, portavoce e esecutore degli interessi e direttive altrui – ha firmato un trattato militare con gli inglesi… Povera Ucraina! Sventurato popolo ucraino, immolato agli interessi di Washington!

  2. Se fossi al posto dei russi qualcosa farei arrivare a Londra e Washington! Poi se gli anglo volessero continuare di fare gli stupidi si accomodino pure, ci sono sempre 6.000 supposte ad aspettarli.

  3. Credo che adesso il popolo del donetsk abbia subito troppo fate qualcosa allontanate il fronte colpite dietro le linee svegliatevi pupi.

  4. Questi esseri immondi non potendo controbattere le forze russe ,se la prendono spudoratamente e vigliaccamente con i civili inermi ,se poi questi proiettili sono quelli forniti dai vari governi europei indirettamente siamo colpevoli anche noi di queste morti. Per questo se non fossimo un popolo di pecore saremmo in piazza ad oltranza per chiedere di non finanziare dei nostri miliardi di euro e armi all’Ucraina

  5. Il terrorismo è il prodotto della sconfitta ; questi ucraini non ribellandosi ai loro padroni, non meritano pietà quando vengono sterminati.

  6. I russi stanno avanzando su tutto il fronte, in alcuni punti anche di molti km, ormai l’esercito ucraino non riesce più a tenere la linea, l’età media dei soldati ha raggiunto i 43 anni, le disabilità e le malattie sono endemiche, il periodo di servizio continuativo per la maggior parte dei soldati supera abbondantemente un anno, quindi lo schianto del fronte da parte ucraina può avvenire in qualunque momento.
    Infatti a Kiev non arrivano più nè armi nè fondi, sarebbero solo risorse perse.
    I membri del regime di Kiev presto avranno a che fare con la lunga mano della vendetta dell’FSB, i terroristi ceceni che fecero attentati in territorio russo ne sanno qualcosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM