“Alluvione di Al-Aqsa”… Il numero dei morti israeliani è salito a 600 e i feriti a 2.000

Il numero dei morti israeliani è salito a 600, inclusi 44 soldati israeliani e 30 funzionari della sicurezza, e i feriti a 2.000, 350 dei quali gravemente e senza speranza.
Il numero dei morti israeliani è salito a 600 e quello dei feriti a 2.000, di cui 350 gravemente o terminali, secondo quanto riportato dai media israeliani.

I media israeliani hanno annunciato che tra le persone uccise nell’esercito israeliano c’era il comandante dell’unità multidimensionale dell’esercito, il colonnello Roi Levy.

La CNN ha riferito che “tra i morti sono stati identificati 44 soldati israeliani e 30 funzionari della sicurezza”.

È stato riferito in precedenza che tra le persone uccise tra le fila dell’esercito nella trappola di Gaza c’erano il comandante del battaglione delle comunicazioni, il vice comandante dell’unità Magellan, un comandante di compagnia, un comandante di plotone del Comando del Fronte Interno, il comandante della il 481° battaglione informatico e comandante dell’equipaggio dell’unità Duvdovan.

Ieri Israele ha riconosciuto l’uccisione del comandante della Brigata Nahal (una delle brigate d’élite israeliane), Yehontan Steinberg, durante uno scontro con un combattente della resistenza palestinese vicino a Kerem Shalom.

Questa mattina, 15 coloni israeliani sono stati uccisi dai proiettili della resistenza palestinese nella città di Ashkelon.

Secondo il quotidiano israeliano “Jerusalem Post”, i combattenti della resistenza sono riusciti a “infiltrarsi in un’area tra la Route 4 e Mafkim, a sud di Ashkelon, vicino alla Striscia di Gaza”.

Il portavoce militare delle Brigate Izz al-Din al-Qassam, Abu Ubaida, ha annunciato oggi, domenica, che i combattenti della resistenza stanno continuando la battaglia del “Diluvio di Al-Aqsa ” .

Ha confermato che la direzione di Al-Qassam è riuscita a sostituire alcune forze con altre forze all’interno dei territori palestinesi occupati, aggiungendo che la resistenza ha effettuato nuove operazioni di infiltrazione nelle ultime ore.

Oggi, domenica, il Movimento di resistenza islamica “Hamas” ha invitato il popolo palestinese a mobilitarsi in generale , ad affrontare l’occupazione in tutte le località e a tagliare le strade secondarie ai coloni israeliani.

Ieri, alle 23, il gruppo “Fossa dei leoni” ha invitato i palestinesi delle città della Cisgiordania a uscire e scontrarsi con le forze di occupazione, in solidarietà con la Striscia di Gaza.

Dall’alba di ieri, la resistenza palestinese ha lanciato l’operazione “Al-Aqsa Flood”, che prevedeva il lancio di razzi verso gli insediamenti israeliani che raggiungevano “Tel Aviv”, in concomitanza con l’incursione via terra e via aerea.

Le Brigate Al-Qassam hanno catturato un certo numero di soldati e coloni israeliani, e il loro numero dovrebbe essere annunciato nelle prossime ore.

Nota: In Israele le autorità militari e civili si trovano sotto shock: non si aspettavano un attacco di questa portata e che gli “assediati di Gaza” mettessero loro sotto assedio gli assedianti. Ricordiamo che la Striscia di Gaza, dove vive una popolazione di circa un milione e 700.000 persone si trova sotto assedio da moti anni, bombardata periodicamente, e viene diefinita il più grande campo di concentramento a cielo aperto del mondo.

Fonte: AL Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

Nota: Luciano Lago

7 commenti su ““Alluvione di Al-Aqsa”… Il numero dei morti israeliani è salito a 600 e i feriti a 2.000

  1. Importante ribadire che GAZA è un immenso LAGER a cielo aperto ! Soltanto una ideologia apertamente razzista e suprematista come quella sionista poteva mettere cosi bene a frutto quanto imparato nei lager nazisti, portandolo ad un “livello molto più avanzato” !
    Solidarietà eterna al popolo palestinese !

  2. Premesso che veder persone uccise da una parte e dall’ altra non è mai un bel vedere pagherei un gelato per un anno alla coraggiosa bambina della foto. Non è solo forte…è INVINCIBILE!

  3. Scene apocalittiche negli aeroporti israeliani, centinaia se non migliaia di persone, prima di tutto turisti ma anche cittadini israeliani, che cercano di partire ma tutti i voli sono stati cancellati.
    Probabilmente dopo la fuga di tanti oppositori del vecchio premier pluripregiudicato adesso scappano pure molti che temono di fare una brutta fine, Hezbollah ha cominciato a tirare razzi,
    la Cisgiordania sta per esplodere, i miliziani da Gaza cercano di raggiungerla tagliando in due Israele, la situazione peggiora di continuo.

  4. Ho paura che la reazione Israele a sarà molto violenta , i palestinesi da soli non hanno la forza per difendersi da un incursione terrestre ….staremo a vedere

  5. Anche blondet , qualcuno su russia today , giornali di destra parlano stiamo attenti ….potrebbe essere qualcosa di iscenato per scatenare ritorsioni pesantissime …del resto Ciccio Zelensko e Billy Bello Blinken subito a coda di Israele….la cosa puzza….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM