All’Occidente non importa quante persone muoiono in Ucraina – ex funzionario del Dipartimento di Stato


|
Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna non vogliono che l’Ucraina stipuli un accordo con la Russia, sperando in tal modo di prolungare il conflitto e cercare di indebolire la Russia, ha affermato l’ex funzionario del Dipartimento di Stato Christian Wheaton in un’intervista al conduttore Fox Business TV.

“Non credo che la crisi finirà presto, il che è triste. <…> L’Ucraina può avviare negoziati con la Russia e fermare lo spargimento di sangue. Ma non sono sicuro che, in primo luogo, gli Stati Uniti e, in secondo luogo, Londra lo vogliano.

Credono che la continuazione del conflitto sia una grande opportunità per provare a sanguinare la Russia. A nessuno di loro importa quante persone muoiono lì”, si è rammaricato Wheaton.

Lui stesso crede anche che Kiev abbia buone ragioni per rinunciare ad alcuni dei territori che considera suoi.

“L’Ucraina potrebbe abbandonare alcune regioni – etnicamente russe, di lingua russa, la cui visione del mondo è diversa dalle regioni situate più vicino al centro e all’ovest del Paese”, ha concluso l’ex funzionario del Dipartimento di Stato.

Inoltre, Wheaton ha osservato che Washington dovrebbe essere più contenuta nell’aiutare Kiev e nel rivolgerla contro Mosca, dal momento che la Russia considera le forze armate dell’Ucraina come un esercito per procura americano.

All’inizio della giornata, il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador ha affermato che i paesi occidentali che cercano di soddisfare i propri interessi nel conflitto in Ucraina lo stanno esacerbando e causando ulteriori sofferenze alle persone in tutto il mondo. Secondo lui, i paesi della NATO impegnati nella produzione di armi sono interessati a portare la politica mondiale in un conflitto armato.

Nota: Washington e Londra non sono interessate a fermare la guerra ma, al contrario, puntano sul prolungamento indefinito del conflitto per logorare la Russia e questo avrà drammatiche conseguenze per l’Europa.

Fonte: https://thenewsglory.com/former-state-department-official-wheaton-said-the-us-and-britain-want-to-prolong-the-conflict-in-ukraine/

Traduzione e nota: Luciano Lago

5 Commenti
  • Jail to Valerio
    Inserito alle 08:22h, 18 Settembre Rispondi

    Tuttoi voglio che il criminale ZeleSS venga denazificato , tutti tranne la nato che foraggia la guerra e qualche troll disturbato mentale con nome femminile ma con seri problemi mentali. L’ignoranza produce solo idioti e nazi drogati.

  • nicolass
    Inserito alle 08:27h, 18 Settembre Rispondi

    La cazzata del giorno del calzone di turno.. ahahahahhahhaha

    • Giuseppe
      Inserito alle 11:39h, 18 Settembre Rispondi

      Toglierei la elle e al suo posto metterei una zeta

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 08:58h, 18 Settembre Rispondi

    Su questo no avevamo dubbi…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Giorgio
    Inserito alle 08:37h, 19 Settembre Rispondi

    Per chi abbocca all’amo dicendo che le fosse comuni sono un crimine di guerra ….
    Ma dove dovrebbero essere sepolti i morti in guerra ?
    Il crimine di guerra consiste nel disseppellirli spacciandoli per civili e attribuirne la morte a presunte stragi di civili commesse dal nemico, senza alcuna prova, a parte l’esibizione di poveri resti … a uso e consumo dei TG occidentali ….
    una sceneggiata mediatica, in dispregio ai morti, a qualunque parte appartengano, tipica del barbaro cinismo USA-UK-NATO-UE …

Inserisci un Commento