Alleanza Militare CHRUNK – Ciò che vale per l’uno vale anche per l’altro


di Kim Petersen.

I vertici militari dei tre Paesi si erano riuniti con i loro interpreti nella storica Città Proibita di Pechino. Il generale cinese Wei Fenghe ha ricevuto il vice maresciallo nordcoreano Kim Jong-gwan e il generale dell’esercito russo Valery Gerasimov. Le persone riunite erano di umore gioviale e stavano stappando lo champagne.

“ Combattere il fuoco con il fuoco. Non è quello che dicono? “Ha detto il vice maresciallo Kim.
Tutti alzarono di nuovo i calici.

Kim ha paragonato la neonata alleanza CHRUNK (Cina-Russia-Corea del Nord) alla collaborazione AUKUS, in cui gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno deciso di collaborare per fornire sottomarini nucleari all’Australia. Come parte del CHRUNK, la Corea del Nord riceverà sottomarini nucleari dalla Cina e dalla Russia.
“A Zio Sam non piacerà ” , aggiunge Kim con un sorrisetto.
” E cosa farà lo zio Sam?” Disse Gerasimov, che di solito ha una faccia scura.
” Cosa può fare lo zio Sam?” Disse il generale Wei dai capelli grigi. ” Niente “.

Kim e Gerasimov sorrisero al loro ospite cinese.
” Probabilmente ci si può aspettare un aumento delle navi della Marina degli Stati Uniti nel Mar Cinese Meridionale “, ha detto Gerasimov, agitando il braccio destro di lato. “ E probabilmente arriveranno con una flottiglia di sottomarini nucleari. Spero che sappiano navigare in mare ” , ha aggiunto, riferendosi alla recente collisione della USS Connecticut .
” Lasciateli venire ” , disse Wei. ” Ognuno di noi avrà i propri sottomarini nucleari ora “.
” Ma gli americani, e ovviamente gli inglesi e gli australiani – i barboncini degli americani – si lamenteranno del nostro contributo alla proliferazione nucleare ” , ha detto Kim.
” Beh, gli americani avrebbero dovuto pensarci prima di fornire sottomarini nucleari all’Australia e far incazzare Macron nel processo “, ha ribattuto Gerasimov.
” Il punto è che gli australiani non hanno armi nucleari e tu sì “, ha detto Wei, guardando Kim.
” Esatto, ma abbiamo una politica di non utilizzo, proprio come la Cina ” , ha ribattuto Kim.

Gerasimov si mise in posa, il braccio sinistro sul corpo, il gomito destro sulla mano sinistra e la mano destra piegata sotto il mento, come il “Pensatore” di Rodin.
” Non c’è più niente da punire con nessuno di noi, al punto in cui siamo ” , ridacchiò Gerasimov.
“ E questo ci aiuta a collaborare per superare le sanzioni. In ogni caso, noi coreani manterremo il nostro Juche ” , ha detto Kim.

*
A Washington l’atmosfera era decisamente diversa da quella di Pechino. Nello Studio Ovale, il presidente Joe Biden era furioso. ” Come osano? Grida, battendo il pugno sul tavolo.
La sua cerchia ristretta rimase in silenzio. Il vicepresidente Kamala Harris ha cambiato la posizione delle sue mani, una sopra l’altra sul retro del suo completo, proprio come ha fatto la fashionista Hillary Clinton. Il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan annuì. Il segretario alla Difesa Lloyd Austin è seduto, il volto severo. Il segretario di Stato Antony Blinken aggiunge: ” Dobbiamo fare qualcosa contro questi comunisti parvenu “.

Austin si voltò verso il suo collega e lo guardò solennemente. Pensò di informare il Segretario di Stato che la Russia non era più comunista, ma inghiottì la lingua. Poi parlò: “ Cosa proponete di fare? Li abbiamo sanzionati, abbiamo fatto del nostro meglio affinché i nostri alleati non facessero affari con loro, abbiamo fatto rinchiudere il loro direttore finanziario tecnologico fino alla procedura di estradizione. Abbiamo infranto il nostro impegno per il principio di una sola Cina e abbiamo inviato cannoniere per cercare di spaventarli. Dove ci ha portato tutto questo? “

L’aria nella stanza si fece pesante e tesa. A parte Biden, che ora sembrava appisolarsi, gli altri sapevano cosa aveva accennato il generale Austin in pensione: l’impensabile. La guerra. Una guerra con avversari armati di armi nucleari.
*
L’incontro CHRUNK di Pechino si è concluso con una nuova agenda che proponeva di discutere le flottiglie per la libertà di navigazione nello Stretto della Florida, il sostegno all’indipendenza portoricana e una possibile estensione di CHRUNK a Cuba e la sua fornitura di sottomarini nucleari.

fonte: https://www.greanvillepost.com

tradotto da Gerard Trousson

11 Commenti
  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 19:04h, 12 Ottobre Rispondi

    ma che articolo sarebbe?
    una storiella inventata basata su fatti forse accaduti, ma ste cose lasciatele fare ai giornaletti o siti da strapazzo come fanpage

    • atlas
      Inserito alle 04:24h, 13 Ottobre Rispondi

      ma no, lascialo pieno. Digli solo di leggere quest’articolo la Russia: “per noi l’isola di Taiwan fa parte della Cina”

      https://www.msn.com/it-it/notizie/mondo/la-russia-%e2%80%9cper-noi-lisola-di-taiwan-fa-parte-della-cina%e2%80%9d/ar-AAPpQzq?ocid=chromentpnews

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 06:31h, 13 Ottobre Rispondi

        scommetto che se glielo domandano dicono lo stesso della Sicilia : fa parte dell’Italia
        ahhahaahahahahahahahah ‘nguuuuuulllllll

        • atlas
          Inserito alle 13:00h, 14 Ottobre Rispondi

          e allora vai a kakare porco giuda, aveva ragione Mario

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 06:32h, 13 Ottobre Rispondi

      zecca
      il comunismo non passera”

      • Giorgio
        Inserito alle 09:47h, 13 Ottobre Rispondi

        “il comunismo non passerà” ……
        infatti ……. a passare e a urinarci sopra sono gli anglo americani ……….
        qualcuno non si accorge che la merda anglo sionista puzza molto di più di quella asiatica ……..

  • atlas
    Inserito alle 05:57h, 13 Ottobre Rispondi

    E VAIII. A kakare. Ameri cani, inglesi, australi ani e canadesi. E pure i milanesi

    • Mardunolbo
      Inserito alle 16:04h, 13 Ottobre Rispondi

      a kakare anche i carabbenieri , semiusciti dal corpo, ma con pensione (da spia ?), con “aggiornamento religioso” islamico, scrittori ovunque con falso nome che kakano,mangiano e dormono a Milano pensando alle due sicilie.” E POI VEGNEN CHI a Milan, Terun !” …
      Ahhhh,ah,ah,ah ! Grande spasso per me e le persone di buon senso che bazzicano qui senza osar scrivere date le presenze diuturne dei commentatori fissi!

      • atlas
        Inserito alle 21:03h, 13 Ottobre Rispondi
      • atlas
        Inserito alle 18:00h, 14 Ottobre Rispondi

        se vuoi scrivere di ‘spie’, devi riferirti al tuo connazionale italiano Regeni )oggi inizia il processo a Roma con gli imputati contumaci).Intanto ieri il Presidente egiziano Al Sisi, parlando al vertice delle Nazioni del gruppo di Visegrad a Budapest, in tema di diritti civili ha affermato: “avete a che fare con uno Stato che rispetta se stesso e rispetta pienamente la sua gente. In Egitto c’è un potere che non si sottomette a nessun diktat”. Onore

  • marco m.ferro
    Inserito alle 17:00h, 13 Ottobre Rispondi

    americani e no,sempre dietro all italia tutti lo mettono

Inserisci un Commento