Alcuni parlamentari europei hanno chiesto la revoca delle sanzioni contro la Russia


Parlamentari provenienti da Germania, Polonia, Slovacchia e Belgio in un incontro a Berlino hanno chiesto la revoca delle sanzioni contro la Russia, pubblicando un documento programmatico intitolato “Salvare il futuro dell’Europa”, per riportare l’Europa “alla vita normale”. Lo riporta Rzeczpospolita

Steffen Kotre, un parlamentare dell’Alternativa per la Germania di destra, ha dichiarato lunedì 26 settembre in una conferenza stampa al Bundestag tedesco che una profonda crisi energetica è causata da una politica sconsiderata.
Secondo lui, la colpa dell’aumento dei prezzi del gas e dell’elettricità in tutta Europa spetta esclusivamente ai governi dell’UE.

Le forniture di energia all’Europa sono artificialmente limitate, devono essere nuovamente aumentate, come? Mettendo fine alle sanzioni contro la Russia, ad esempio”, ha sottolineato Kotré.

Steffen Kotre (nella foto), responsabile per le questioni energetiche nel suo partito, è stato uno degli organizzatori lunedì 26 settembre, a Berlino, di un incontro a cui sono stati invitati i suoi politici europei che la pensano allo stesso modo. In particolare, il leader della Respublika slovacca, Milan Urik, deputato del partito di interesse fiammingo belga, Recchino Van Lommel, e Grzegorz Braun, deputato del Sejm polacco, hanno visitato la capitale tedesca.

Il deputato polacco Braun, in particolare, ha parlato della necessità di tornare a una “vita normale e ordinaria” in Europa. I partecipanti all’incontro di Berlino hanno pubblicato un documento politico “Salvare il futuro dell’Europa”, che, tra le altre cose, chiede la revoca delle sanzioni contro la Russia.

Secondo gli autori del documento, l’Europa è governata da politici che da tempo non sono riusciti a rappresentare gli interessi degli europei, limitando i loro diritti fondamentali e cercando di “inondare” il continente di persone culturalmente estranee.

Fonte: News Front

Traduzione: Luciano Lago

11 Commenti
  • nicolass
    Inserito alle 21:19h, 27 Settembre Rispondi

    Per evitare che a qualche paese europeo venisse la fregola di ripristinare la fornitura di gas russo per salvare la propria economia dal tracollo imminente gli Usa hanno pensato bene di bombardare i gasdotti russi

    • Manente
      Inserito alle 22:08h, 27 Settembre Rispondi

      @NICOLASS Condivido.

    • Cesare
      Inserito alle 01:51h, 28 Settembre Rispondi

      Un importante parlamentare polacco ha chiarito su twitter chi è stato;

      Radek Sikorski MEP
      @radeksikorski
      Thank you, USA.

  • michele
    Inserito alle 21:26h, 27 Settembre Rispondi

    ma dove stavano questi prima che la rana fosse bollita??????solo propaganda…..

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 01:55h, 28 Settembre Rispondi

    Anche le inquinanti navi USA che trasportano il costoso GAS USA in Europa agli inquinanti e costosi rigassificatori potrebbero essere fatte saltare in aria con molta facilità !
    Dimenticavo anche gli inquinanti rigassificatori con relativa facilità potrebbero saltar in aria !
    Gli USA e anche alcuni paesi UK-UE che con questi atti Terroristici hanno fatto saltare in aria il gasdotto Russo potrebbero con molta facilità esser ripagati con la stessa vile moneta !

    • Giorgio
      Inserito alle 08:12h, 28 Settembre Rispondi

      Pienamente d’accordo TACABANDA1964 ….. OCCHIO PER OCCHIO …. DENTE PER DENTE ….
      Forza Russia !

    • gnaro1
      Inserito alle 19:11h, 28 Settembre Rispondi

      la potenza sviluppata nel far saltare un rigassificatore sarebbe di molte volte superiore a quella della bomba atomica di Nagasaki. Basta pensare ai danni causati a VIareggio da una semplice cisterna di 25 tonn.di gas liquido. Un rigassificatore contiene molte migliaia di tonn. di liquido. Fate un po di conti di cosa succederebbe.

  • Jail To Valerio
    Inserito alle 07:29h, 28 Settembre Rispondi

    Signori ormai è evidente , gli Usa ovvero il Deep State della cabala mafiosa massona vuole il tracollo della Europa e sta facendo di tutto per assecondare il suo piano , si stanno muovendo come la Germania Nazista perche’ ne sono geneticamente gli indegni prosecutori ! Chiaro hanno narcotizzato le genti e i popoli con tv , social , vaccini , droghe , cibo ogm per evitare che si ribelli a questo infame stato di cose!

  • Aplu
    Inserito alle 17:53h, 28 Settembre Rispondi

    Con tutto il pieno che hanno fatto di nazisti portandoseli a casa alla fine della seconda guerra mondiale,. è logico che alla fine agissero da nazisti, visto che se li sono allevati in seno, a partire dalla CIA.

  • gnaro1
    Inserito alle 19:18h, 28 Settembre Rispondi

    LA cosa più interessante è che i gasdotti sono di proprietà al 49% di società europee. Anche la banche finanziatrici sono europee al 49%. Tutti questi chissà cosa ne pensano. Vedremo la loro quotazione di borsa come andrà. Andranno a chiedere i danni agli usa?

  • antonio
    Inserito alle 10:10h, 29 Settembre Rispondi

    i cittadini dovrebbero manifestare la loro volontà ai governi UE – ma finchè sono tenuti decerebrati e nell’ inganno non capiranno nulla – le elezioni sono regolarmente falsate dai poteri militari economici che pagano scrutatori, giornali, TV , magistrati, polizie e forze armate

Inserisci un Commento