Alcune persone parlano dello stretto rapporto tra Trump e il principe saudita MBS

Crediamo che la testa di Jamal Khashoggi sia in un caveau a Mara Lago in questo momento, uno dei tanti regali che l’Arabia Saudita ha conferito al falso presidente americano.

di Gordon Duff

Washington ha coperto i crimini dei sauditi abbastanza a lungo. Nel 2003, l’iniziale indagine dell’FBI sull’11 settembre ha trovato l’Arabia Saudita pienamente complice, il suo governo e le sue truppe al più alto livello, lavoravano in concerto con Israele, con figure di spicco della criminalità organizzata e traditori ai massimi livelli di Washington. Abbiamo visto i rapporti. Sono reali. Gli USA avrebbero dovuto invadere l’Arabia Saudita nel settembre 2001 e quando l’America avrà un presidente con coraggio, si farà esattamente questo.

Per l’America non è un grande affare essere alleata con l’Arabia Saudita. Il loro esercito è una farsa, ridotto in poltiglia dalle armi brandite dalle tribù degli Houthi. Quando i loro piloti arrivano a Las Vegas per allenarsi, non lasciano mai i bordelli delle prostitute e i casinò,mentre i sostituti palestinesi pagati frequentano le loro classi e fanno volare i loro aerei.

Tutti i militari statunitensi lo sanno.

Ringraziamo Gina Haspel, attuale direttore della CIA, per aver tentato di fare il suo lavoro. Non lo dimenticheremo. Sappiamo anche che Gina può provare che Trump ha ordinato l’uccisione di Khashoggi attraverso John Bolton. Ritenevamo che avesse una conoscenza pregressa, visto che eravamo al corrente che lui era con Kushner (il genero di Trump) quando la richiesta di uccidere colui (Khasoggi) che Trump aveva definito “il nemico dello stato” fu trasmessa all’Arabia Saudita.

Mentre ci siamo, potremmo anche notare che l’intelligence turca ha fatto trapelare i fatti, a tutti coloro che prestano attenzione, coloro che hanno avuto accesso a quasi tutte le stanze del consolato saudita a Istanbul. Le fughe di notizie sono già pian piano trapelate in un mondo in attesa e non sono niente in confronto a ciò che Erdogan detiene.

Per anni Erdogan ha registrato l’Arabia Saudita mentre questa stava pianificando attacchi dell’ISIS, armandoli con armi chimiche e c’è un’altra cosa ancora più importante.

Il 25 febbraio 2016 uno squadrone di F16 e F15 dell’Arabia Saudita Royal Air Force è arrivato alla base aerea di Incirlik in Turchia. Nella base i sauditi si incontrarono con istruttori e tecnici israeliani che erano arrivati ​​due giorni prima in due aerei cargo C130 da Israele.

Gli F16 dell’Arabia Saudita sono stati modificati per trasportare armi nucleari acquistate dall’Arabia Saudita da Israele tra il 1993 e il 2005. Furono creati gruppi di attacco, che combinavano gli F16 e F15 per schierarsi contro l’Iran usando armi nucleari.

Inizialmente i negoziati presero l’avvio quando, nel 2009, l’Arabia Saudita offrì a Israele l’uso del proprio spazio aereo negli attacchi nucleari contro l’Iran.

Giornalista dissidente saudita,Jamal Khashoggi fatto assassinare dai sauditi

Solo un anno prima, la Turchia aveva stipulato un contratto con Israele affinché le F16 di Incirlik fossero modificati per trasportare le armi nucleari. Israele aveva promesso alla Turchia che le 80 o più armi termonucleari B61 stoccate sulla base potevano essere facilmente sequestrate e che Israele aveva il software necessario, fornito dal consigliere per la sicurezza nazionale di Bush, Richard Clarke, per attivare e utilizzare armi nucleari rubate.

Dopo aver appreso questo, il presidente Obama fece in modo che l’arsenale nucleare americano in Turchia fosse disabilitato, tutto il materiale fissile fosse rimosso dal paese.

C’è ancora molto da dire, tra cui la cooperazione saudita e israeliana per testare le armi nucleari a rendimento ridotto nello Yemen e testare la prima bomba planare di W54 sullo Yemen.
Trump ha consegnato a Israele dozzine di bombe W54 appena progettate, motivo per cui la Russia ha inviato il sistema S300 in Siria, non a causa della perdita di un solo aereo.

Dal guardiano del Regno Unito di oggi: Fred Ryan, editore e CEO del Washington Post, questi ha dichiarato: “La CIA ha indagato a fondo sull’omicidio di questo innocente giornalista e ha concluso con grande riservatezza che questo è stato diretto dal principe ereditario. Se c’è motivo di dubitare delle conclusioni della CIA, il Presidente Trump dovrebbe rendere immediatamente pubbliche tali prove “.

La dichiarazione di Trump, denominata “noi stiamo con l’Arabia Saudita”, ha cercato di definire il regno come un alleato essenziale degli Stati Uniti in una lotta contro l’Iran, e un cliente insostituibile per le vendite di armi statunitensi.

Trump sosteneva che una frattura nella relazione tra Washington e Riyad avrebbe causato un picco dei prezzi del petrolio.

Principe Bin Salman con J. Kushner e signora

“Se vuoi andare a vedere i prezzi del petrolio salire a $ 150 al barile, tutto quello che devi fare è rompere i nostri rapporti con l’Arabia Saudita”, ha detto Trump nelle sue osservazioni ai giornalisti.

Con la sua dichiarazione, Trump ha fatto una serie di affermazioni false o non comprovate, suggerendo che Riyadh sta comprando $ 110bn in armi statunitensi. Il totale effettivo delle offerte a contratto, da quando Trump è entrato in carica, è inferiore a $ 15 miliardi, e il valore degli effettivi contratti firmati è significativamente inferiore a quello.

Un nuovo rapporto indipendente ha rilevato che le vendite di armi americane all’Arabia Saudita rappresentano meno di 20.000 posti di lavoro negli Stati Uniti all’anno – meno di un ventesimo della spinta all’occupazione che Donald Trump ha rivendicato.

Nota: Nessuno ha ancora indagato sui rapporti di business privati che Donald Trump intrattiene con il principe Bin Salman attraverso il suo genereo Jared Kushner. In questi rapporti c’è la spiegazione del modo ostinato con cui Trump copre i crimini del sanguinario principe saudita.

Fonte: Veterans Today

Traduzione e nota: Luciano Lago

4 Commenti

  • Sed Vaste
    21 Nov 2018

    Digitate:” ilnodogordiano.it LA famiglia saudita discende dagli ebrei” bin salomone e’ culo e camicia con kasher stessa discendenza cacati da Mose si sentono di essere cacca d’extra lusso e poi ci soon version di libri le memorie di hempher spia inglese e altri libri che spiegano le discendenze ebree Della casa saudita

  • Sed Vaste
    22 Nov 2018

    Trump viscido lecchino di Israele evidentemente vuole essere premiato come l’altro lecchino Austriaco Kurz a cui e’ stato conferito I’ll Premio ” Jerusalem Navigator” tacci sua e meno male che e’ di destra ,digitate piuttosto ” il nemico occulto video” I’ll blondet da vecchio marpione avendo visto I’ll Suo gregge amorfo atono prendere improvvisamente vigore si e’ affrettato a silenziarlo , se I’ll Lago non mi censura scorrazzo qui da lei visto che a blondet piace censurare ,io l’avevo detto e I Vari the roman mardunolbo e altri mi davano del mistificatore in vena di abbagli ,censura totale ecco I’ll vostro controinformatore in pensions blondet

    • atlas
      22 Nov 2018

      scrivi quello che vuoi, quando vuoi, dove e come vuoi, è già tanto che ti lasciano a piede libero

  • Sed Vaste
    22 Nov 2018

    I vari scagnozzi in divisa che lavorano per I Giudei e che si dovrebbero vergognare visto lo stato delle banane in cui l’italia versa possono impensierire I poveri utenti Italian I che trovandosi nel territori di ZOG non possono commentare liberamente ma io dal mio scranno me ne impipo altamente , qui si puo liberamente andare in giro con magliette ineggianti I’ll Duce e Adolfo in moto col casco Nazi con su jeden raus bellissimo gli asiatici hanno fantasia ,mentre quella poveretta con su una maglietta con LA scritta auscwitsland e’ stata linciata ,ahh ma io li martello I giudei soon I’ll mio feticcio preferito adesso poi pure l’unesco si e’ messa a fare un sito contro I negazionisti caso vuole che I’ll president dell’ UNESCO sia Audrey azoulay Ebrea ,ma toh’ ! In tutti I campi c’e’ sempre un Ebreo pure gli Juventini con jackob john elkananeo Ebreo!!!! roba da cambiar sport neanche squadra ma sport

Inserisci un Commento

*

code