Al via il trasferimento dei caccia Su-35 delle Forze aerospaziali russe in Bielorussia (+ VIDEO)


I caccia Su-35 dell’aviazione russa vengono trasferiti in Bielorussia (+VIDEO) | Primavera russa

La Russia sta schierando moderni caccia Su-35 negli aeroporti bielorussi come parte di un test delle forze di reazione dello Stato dell’Unione, ha affermato il ministero della Difesa.

https://rusvesna.su/news/1643167881

“Gli equipaggi dei caccia multiruolo Su-35S del Distretto Militare Orientale, coinvolti nel controllo delle forze di risposta dello Stato dell’Unione, continuano a trasferirsi negli aeroporti bielorussi. Durante il volo, gli equipaggi effettuano atterraggi intermedi negli aeroporti dei distretti militari centrali e occidentali per prepararsi al prossimo volo e far riposare gli equipaggi”, ha affermato il ministero.

Dopo l’arrivo in Bielorussia, gli equipaggi del Su-35S assumeranno il servizio di combattimento come parte di un test del funzionamento del sistema di difesa aerea unificato dello Stato dell’Unione.

Le rotte dei voli di caccia tengono conto delle possibilità di volo massimo senza scalo, nonché delle condizioni meteorologiche lungo l’intera rotta.

Nota: Non è superfluo ricordare che Russia e Bielorussia fanno parte di un unico sistema di difesa integrato per cui, qualsiasi azione ostile contro il territorio della Bielorussia, viene considerata un attacco contro lo stesso territorio della Federazione Russa.
Questo dovrebbe far riflettere i vertici di Washington che in questo periodo stanno proferendo dichiarazioni di minaccia contro Minsk per il suo appoggio fornito alle operazioni russe ai confini con l’Ucraina.

Fonte: Rusvesna.ru

Traduzione: Segei Leonov

Nota: Luciano Lago

8 Commenti
  • Giorgio
    Inserito alle 09:46h, 26 Gennaio Rispondi

    Con i Su-35 in casa, a Lukashenko gli fanno un baffo le minacce anglo americane …..

  • antonio
    Inserito alle 11:27h, 26 Gennaio Rispondi

    satan yankee go home

  • Monk
    Inserito alle 12:58h, 26 Gennaio Rispondi

    Poteri contro la volontà di Dio; poteri satanici che non rispettano l’umanità. Tutto questo avrà una fine e l’ira del Signore si abbatterà contro tutti i poteri religiosi e politici che hanno funestato secoli di storia a discapito degli oppressi, dei vili, dei paurosi, degli opportunisti, dei dissidenti che non hanno avuto la forza per reagire e di tutti coloro che non meritano il male. Che Dio abbia pietà delle anime pure e sia implacabile nei confronti di chi fa il tifo per i massoni, i sionisti, gli anglo-americani, l’eurasia e Satana. .

    • Giorgio
      Inserito alle 17:11h, 26 Gennaio Rispondi

      Chi tifa per l’EURASIA andrà in paradiso …. non ci sono dubbi ….

      • Stefano
        Inserito alle 18:28h, 26 Gennaio Rispondi

        Gott ist mit uns

  • eusebio
    Inserito alle 19:12h, 26 Gennaio Rispondi

    Gli anglosionisti sono talmente a corto di mezzi economici e militari che per cercare di creare difficoltà ai russi hanno scatenato attacchi informatici contro le ferrovie oltre che delle aziende bielorusse, onde creare difficoltà al trasporto delle truppe russe nel paese alleato.
    Non è improbabile che attacchi hacker siano stati scatenati anche contro le reti elettriche dei paesi dell’Asia centrale, ma sembra che la superiore tecnologia informatica russo-cinese nell’ambito della cybersecurity, basti pensare ad aziende come la russa Kaspersky oppure a Huawei, colosso legato all’Esercito Popolare di Liberazione, stia riportando la situazione alla normalità nei paesi della CSTO.

  • Hannibal7
    Inserito alle 20:48h, 26 Gennaio Rispondi

    Su35 macchina spettacolare polivalente
    A mio avviso gli americani F35 e F22 non possono impensierire o equivalere il cacciabombardiere russo
    Forse solo i Nato EF2000 Typhoon e il Rafale francese hanno caratteristiche simili al Su35

    Questo il primo passo in Bielorussia
    Prossimo step dovrà essere installazione missili nucleari a raggio intermedio
    A mali estremi….
    Dasvidania gente

  • Nexus
    Inserito alle 09:33h, 27 Gennaio Rispondi

    L’umanità intera ha (ed avrà sempre) un gr debito di gratitudine nei confronti del popolo e della nazione (sovrana) russa.
    A partire dall’esito finale della seconda guerra mondiale ottenuto grazie all’enorme sacrificio compiuto da parte del popolo russo che ha pagato un prezzo enorme per ottenere la vittoria finale.
    Anche oggi sono immensamente grato e riconoscente della grande fermezza e lungimiranza mostrata da parte del Presidente Putin nei confronti di questo occidente malvagio, falso, ipocrita e doppiogiochista.

Inserisci un Commento