Al Saud ha pagato Trump per evitare che emergessero i legami dell’Arabia Saudita con gli attacchi dell’11 S.

L’Arabia Saudita per coprire i suoi legami con gli attacchi dell’11 settembre è ricorsa al pagamento di tangenti agli Stati Uniti, all’Amministrazione  Trump in modo che questi non fosse autorizzato a rivelare dati che coinvolgessero il Regno Saudita nell’attentato alle Twin Towers..

Elizabeth Mayers, professoressa specializzata in diritto presso l’Università americana di Washington, sostiene in un’intervista all’agenzia di stampa iraniana  IRNA , pubblicata questo venerdì, che i governanti dell’Arabia Saudita nel loro tentativo di cancellare ogni traccia che li collegasse gli autori  materiali degli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, la maggior parte dei quali di origine saudita, non hanno esitato a utilizzare i loro grandi conti finanziari alimentati dalle loro risorse di petrodollari.

Attraverso la loro strategia, Mayers assicura che i sauditi sono stati in grado di influenzare in una certa misura il rifiuto delle autorità statunitensi di fornire qualsiasi documento riservato, che potrebbe compromettere Riyadh negli attacchi, richiesto dai rappresentanti legali dei parenti. delle vittime degli attacchi dell’11 settembre .

  • Inoltre, l’insegnante sottolinea il fatto che mentre è proseguito il lungo processo giudiziario della causa dei parenti delle vittime contro gli autori degli attentati, Donald Trump nel 2016, quando era ancora candidato alla presidenza repubblicana, è arrivato a accusare il nocciolo duro della monarchia di Al Saud di essere dietro gli episodi letali registrati oggi esattamente 19 anni fa.

È curioso, ha osservato il professore ai media persiani, se si guarda al successivo rapporto di Trump con i sauditi dopo la sua vittoria elettorale, si nota come i petrodollari di questo regno arabo abbiano cambiato la loro posizione iniziale riguardo a Riyadh a tal punto che, nel suo primo viaggio all’estero come presidente degli Stati Uniti, Trump ha visitato l’Arabia Saudita, dove ha stabilito legami molto stretti con il principe ereditario al trono saudita, Muhamad Bin Salman Al Saud.

Detto questo, aggiunge, dicendo che questa situazione è stata prodotta dal semplice fatto che Trump proviene dal mondo della finanza e, quindi, è abituato a concludere accordi multimilionari e l’Arabia Saudita, con le sue enormi risorse economiche, non sarebbe stata un’eccezione per lui. nuovo inquilino della Casa Bianca.

Attacchi 11 Settembre

In altre parole, Mayers afferma che il magnate di New York non avrebbe perso questa opportunità d’oro offerta dal processo giudiziario contro Riyadh per negoziare con i sauditi una via d’uscita dalla loro delicata situazione nei tribunali statunitensi in cambio del loro aiuto e dei vantaggi economici per il suo ambito di attività.

L’intervista continua affermando che questa situazione ha portato Trump a firmare succulenti accordi per la vendita di armi statunitensi con la parte saudita, questo in cambio della sua promessa che la sua amministrazione avrebbe fatto di tutto per bloccare qualsiasi requisito derivante dalle istanze degli avvocati delle famiglie delle vittime dell’11 settembre per declassificare un maggior numero di documenti che potrebbero recriminare la leadership di Riyadh negli attentati, documenti detenuti tutti dalle agenzie di intelligence degli Stati Uniti.

“L’accordo di Trump con Bin Salman ha rallentato il procedimento legale contro Riyadh nei tribunali statunitensi. Il rifiuto delle agenzie di sicurezza statunitensi di fornire i suddetti documenti richiesti dai giudici e dai familiari delle vittime, con il pretesto che la loro declassificazione metterebbe a rischio la sicurezza nazionale, ha complicato e rallentato le procedure giudiziarie fino a questo momento ” , ha detto la docente universitaria per concludere la sua intervista.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

9 Commenti

  • Woland
    11 Settembre 2020

    Ah, e Netanyahu cosa ha pagato per non fare emergere il coinvolgimento israeliano?

    • Keki
      11 Settembre 2020

      Analisi capillari dei fatti fanno intuire che sia stato il Deep State Americano ad organizzare l’attentato.
      Tutti i dati documentati analizzati dal più grande esperto di 11 settembre, ovvero Massimo Mazzucco, portano alla luce incongruenze interne agli Stati uniti e non conducono affatto alla pista araba, Si può escludere categoricamente e definitivamente il coinvolgimento di terroriisti arabi alla guida degli aerei dirottati.
      Se poi il Deep State ha intrecciato rapporti con gli ambienti sauditii per motivi non operativi, ma di propaganda, legati all’11 settembre, questo non lo so.

  • Monk
    11 Settembre 2020

    Questi articoli sono del deep state sionista americazzo, Trump non sarà il re della simpatia ma adesso hanno rotto i coglioni ad attaccarlo così ma evidentemente ci meritiamo gentaglia con i pedofili clinton e obama.

    • atlas
      12 Settembre 2020

      io odio tutti gli usa tranne gli Slayer monk

      • Monk
        12 Settembre 2020

        anche i Metallica o gli hantrax, bel trash metal

        • atlas
          12 Settembre 2020

          Metallica fino a master of puppets. Anthrax solo fistful of metal

          stai trattando con un seguace degli anni ’80 duro e puro. Andai in Belgio solo per trovare il CD degli Acid, maniac, cantante donna, bravissima Kate

          ci sono poi i canadesi Exciter. Heavy metal maniac è una pietra miliare, se li conosci non li eviti
          https://www.youtube.com/watch?v=9MKOKkKcuU4

        • atlas
          13 Settembre 2020

          e c’era un’altro gruppo valido, con una cantante femmina, Doro Pesh, questa volta dalla Germania. L’unica Donna bianchissima che forse abbia mai amato (a distanza)

          i giudei odiano l’heavy metal. Lo considerano una reazione spirituale VIVA, forte, possente, alla Julius Evola (Siciliano) tutta mitteleuropea, non afflittiva e con dei controriferimenti anche religiosi. (i giudei tendono ad affliggere tutto)

          https://www.youtube.com/watch?v=nPmivOnjoqM

  • ALDO
    11 Settembre 2020

    Ancora c’è chi tenta di rifilare la storia che gli attentati siano stai opera di terroristi arabi…..

Inserisci un Commento

*

code