Al-Fath, Hezbollah iracheno: Trump e Biden sono due facce della stessa medaglia

Una coalizione dell’Asse della Resistenza (Hezbollah/Al- Fath, Siria, CGRI, afferma che la vittoria di Trump o Biden alle elezioni presidenziali americane non è importante, poiché sono “le due facce della stessa medaglia”.

Per noi non è importante chi entra alla Casa Bianca, in quanto i due candidati sono “due facce della stessa medaglia”, ha detto Fazel Yaber, rappresentante della coalizione Al-Fath al parlamento iracheno, riguardo alle elezioni che si stanno svolgendo questo martedì in USA, in cui competono l’attuale presidente, il repubblicano Donald Trump e il democratico Joe Biden.

Yaber ha spiegato che i candidati dei due partiti statunitensi si preoccupano solo delle “ambizioni espansioniste” del loro paese in Iraq, Siria e nell’Asia occidentale, mentre la priorità dell’ Asse della Resistenza è l’uscita delle forze statunitensi.

Trump e Biden sono due facce della stessa medaglia. Chi vincerà le elezioni sosterrà le trame dei sionisti e approfondirà le politiche espansionistiche degli USA in Iraq e nella regione ” , spiega il parlamentare al portale locale Al-Maluma .

Biden, secondo Yaber, sostiene anche il progetto di disintegrazione dell’Iraq, come sta facendo il suo rivale elettorale Trump, quindi la sua vittoria non cambierà nemmeno la situazione socio-politica di questo Paese arabo.

A motivo del nuovo coronavirus, che causa il COVID-19, un record storico di elettori, 100 milioni di persone, hanno espresso il loro voto in anticipo o hanno inviato il loro voto per posta per le elezioni presidenziali degli Stati Uniti.
I primi seggi elettorali chiuderanno alle 23:00 GMT (18:00 sulla costa orientale degli Stati Uniti), ma le votazioni si concluderanno ufficialmente mercoledì alle 06:00 GMT, quando si chiuderanno gli ultimi seggi elettorali situati in Alaska. .

Secondo la media dei sondaggi di RealClearPolitics pubblicati martedì, Biden guida Trump di 7,2 punti e di 2,3 punti in Florida; in Arizona con 0.9; in Pennsylvania 1.2; nel Michigan 4.2; e nel Wisconsin 6.7; mentre Trump guida i sondaggi con uno stretto margine di 0,2 punti in North Carolina.

Bandiera USA bruciata

andiera
Nota: Sembra già chiaro che Trump, in caso di sconfitta, non accetterà il risultato e i suoi sostenitori si preparano a dare battaglia. La situazione risulta molto tesa negli States e migliaia di cittadini nei giorni scorsi si sono precipitati ad acquistare armi. La Guardia Nazionale è stata mobilitata.
Il commento di alcuni osservatori: gli Stati Uniti hanno portato il caos in molti paesi e adesso il caos si realizza a casa loro. Una vendetta della Storia
.

Fonte: HispanTv

Traduzione: Luciano Lago

8 Commenti

  • atlas
    4 Novembre 2020

    che facce di primo mattino … come Renzi e Berlusconi

  • Arditi, a difesa del confine
    4 Novembre 2020

    “Trump e Biden sono due facce della stessa medaglia. Chi vincerà le elezioni sosterrà le trame dei sionisti e approfondirà le politiche espansionistiche degli USA in Iraq e nella regione”

    tutto vero ma in un’ottica occidentale la vittoria dei democratici vorrà dire più lgbt, immigrazione, diritti a froci e pervertiti, tutta quella merda che l’agenda globalista sta buttando sul mondo negli ultimi anni.

    Oggi è il 4 Novembre, onore a tutti i 600.000 caduti del primo conflitto mondiale, c’è da vergognarsi nel vedere che oggi il loro sacrificio è stato invano grazie ai traditori d’Italia pdci-pci-pds-ds-pd

    • Sandro
      4 Novembre 2020

      “……… il loro sacrificio è stato invano…..”.
      Forse mi sono distratto. Mi ricordi quale conflitto è stato utile ? (beninteso, ai popoli)

  • giulio
    4 Novembre 2020

    se quell’esibizionista fascistoide di Trump non vincerà probabilmente si scatenerà se non la guerra civile, di sicuro le città andranno a fuoco per gli scontri!
    Quasi quasi spero che vinca Trump e almeno per un po’ gli opposti schieramenti si scanneranno a vicenda!

    • MADRE NATURA
      8 Novembre 2020

      Non si scatenerà proprio niente caro Giulio.. i pro-nazistoidi pro trumb verranno arrestati segnalati ed eliminati dalla cia con i vari sistemi che voi conoscete. L’unica a scatenarsi sarà la CINA che continuerà a proteggere e ad armare L’IRAN per disintegrare quei BASTARDI di israhelll e di indiani pedofili di merda.. siete un pò confusi ……. riprendetevi la coerenza nel giudicare chi è bastardo e chi lo è di meno e chi non lo è per niente.

  • eusebio
    4 Novembre 2020

    Su di un’altro blog ho letto la battuta spiritosa che in queste ore a Gerusalemme stanno decidendo quale dei due shabbot goys è più utile alla causa sionista, una cosa è certa, se vince Biden dopo una settimana la Russia subirà un attacco da qualche parte, forse in Crimea, qualche giorno fa personalità politiche occidentali femminili tra cui la Clinton, la Leyen e la Boldrini hanno fatto un appello in video a favore delle donne bielorusse che lottano contro la tirannide di Lukashenko, in realtà l’obbiettivo è Putin, i democrats vogliono letteralmente fargli la pelle, la Russia da sola contro l’intero occidente non ce la può fare e idem la Cina, la quale è vulnerabile al blocco delle forniture di fonti energetiche, tipo petrolio, gas, carbone, nonchè di componentistica elettronica bloccata da Trump.
    Per ovviare la Cina potrebbe evitare un’aggressione alla Russia occupando Taiwan, uno dei maggiori produttori di microchip al mondo, la quale inoltre si sta armando troppo grazie agli USA, e quindi sta diventando una minaccia strategica per la Cina.

    • MADRE NATURA
      8 Novembre 2020

      FRATELLO NESSUNO TOCCHERÀ MADRE RUSSIA ………. alla baldracca della boldrini gli auguriamo tanti tumori fulminanti. State lontani da israhell da turcomanni e da i pedofili indiani. GRAZIE ONORATO PRESIDENTE………. VI VOGLIO BENE.

  • MADRE NATURA
    8 Novembre 2020

    Non credo proprio

Inserisci un Commento

*

code