Al bordo di una nuova guerra fra Ucraina e Russia?


Tutto lascia prevedere che la possibilità di una guerra fra Ucraina e Russia sia una eventualtà sempre più probabile. Questo a seguito delle ultime dichiarazioni fatte dal pres. ucraino Zelensky secondo il quale la possibità di una gran guerra con la Russia è probabile.

Gli Stati Uniti sono al punto di integrare l’Ucraina all’interno della NATO e questa è una possibiltà dichiarata inaccettabile da parte di Mosca che vedrebbe la NATO come un minaccia incombente alle sue frontiere.
L’Ucraina balla al suono della musica che si suona a Washington e il presidente Biden sembra che abbia dato assicurazioni a Zelensky su una prossima adesione alla NATO e ha ha preannunciato una fornitura di alcune centinaia di milioni di dollari in armamenti a Kiev per fornire a questo paese una difesa credibile in caso di conflito con la Russia ma sopratutto una diretta assistenza delle forze USA in tale conflitto.

In defintiva gli USA stanno sospingendo l’Ucraina ad una azione unilaterale contro le repubbliche secessioniste del Donbass per riprendere il controllo di quei territori.


Si da il caso che nella regione del Donbass siano presenti oltre 400.000 cittadini con passaporto russo e di conseguenza sarebbe fuori luogo pensare che Putin non darebbe ordine di intervenire all’Esercito russo per assicurare protezione a questa popolazione, lo ha varie volte promesso e le promesse Putin è abituato a mantenerle.
Nonostante questo, le ultime dichiarazioni fatte da Zelensky al ritorno dal viaggio negli USA sono piuttosto incendiarie. Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha ammesso la possibilità di una guerra vera e propria con la Russia e crede che questo sarebbe “il più grande errore”.

“Penso, forse”, ha dichiarato il leader ucraino al forum YES Brainstorming, rispondendo alla domanda sulla possibilità di una guerra vera e propria con la Russia. Allo stesso tempo, Zelensky è convinto che questo sarebbe uno scenario sbagliato per lo sviluppo degli eventi. “In tal caso, il vicinato tra Russia, Ucraina e Bielorussia non esisterà più”, ha detto. Lo ha riportato la Tass due giorni fa.
A questo proposito il presidente della Duma di Stato russa, Viacheslav Volodin, ha affermato che le dichiarazioni del presidente ucraino Volodymyr Zelensky su una guerra con la Russia sono estremamente pericolose per i paesi europei, quindi i leader dell’UE dovrebbero prestare attenzione a questo soggetto.

Zelensky in visita al fronte

“La leadership dei paesi europei comprende che tali dichiarazioni di Zelensky sono estremamente pericolose per i loro popoli? I leader dell’UE devono prestare attenzione a ciò che sta accadendo in Ucraina. Se non vogliono che gli europei siano trascinati in una guerra su vasta scala “, ha detto Volodin.
Secondo Volodin, le dichiarazioni di Zelensky in cui questi ha accennto circa l’abisso che, a suo giudizio, esisterebbe tra i residenti dei due paesi parlano della sua riluttanza a stabilire relazioni normali.

“Zelensky ha rilasciato dichiarazioni, dopo le quali diventa ovvio che con un tale presidente i nostri fratelli – gli abitanti dell’Ucraina – avranno ancora più problemi, oltre a quelli che il popolo ucraino ha già affrontato”, ha affermato l’oratore.
Volodin ha ricordato che “una brutta pace è meglio di qualsiasi guerra, soprattutto su vasta scala”, che bisogna capire “anche se per tutta la vita è abituato a scherzare ea recitare ruoli”. Inoltre, ha sottolineato, le guerre spesso portano alla distruzione di interi paesi.

Fonte: https://news-front.info/

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus