Agli eurocrati di Bruxelles importa poco che l’Italia e altri paesi diventino un campo profughi per migranti clandestini


di Luciano Lago

“La Commissione europea ha intimato all’Italia lo sbarco immediato dei naufraghi nel luogo sicuro più vicino e ha ricordato agli Stati membri l’obbligo legale di salvare vite umane in mare”. Guai a voi se non ottemperate alle direttive di Bruxelles, seguiranno sanzioni, hanno sottinteso gli euroburocrati.
Nel caso delle navi delle ONG, per cui Bruxelles chiede l’accoglienza e lo sbarco comunque, a prescindere se siano clandestini, profughi o migranti economici, si potrebbe chiedere agli stessi burocrati, parassiti della UE, se non sia il caso che loro stessi forniscono accoglienza nelle loro lussuose dimore borghesi di cui dispongono, grazie ai loro super stipendi e bonus pagati con le tasse dei cittadini europei.
I funzionari della UE parlano di un un ” obbligo giuridico” che loro stessi hanno istituito, alle spalle dei popoli d’Europa che non sono fondamentalmente razzisti o criminali ma che sono tutti impelagati in una drammatica la crisi economica e sociale provocata, appositamente, da una Commissione Europea che non ha mai risolto alcun problema ma che è stata solo in grado dilapidare decine di miliardi di euro nell’acquisto di vaccini falsi. Una spesa che ha procurato grandi profitti alle grandi multinazionali di Big Pharma ed alle lobby che operano all’interno della stessa Commissione. Guarda caso con beneficio della coppia Leyen di cui si conoscono le attività nel settore, a stretto contatto con Big Pharma.

La coppia von der Leyen con grossi interessi (il marito) nel settore farmaceutico


In un paese serio, la signora Ursula si troverebbe già davanti a una commissione d’inchiesta. In Europa tale personaggio continua ad abusare del suo potere decidendo acquisti di armi per le guerre americane e porte spalancate ai clandestini per importare miseria oltre quella già esistente, svuotando le casse per riempire quelle delle multinazionali in nome di una pretesa immunità artificiale e alimentando la guerra contro la Russia per gli interessi dell’impero USA. Lo stesso Impero che ha destabilizzato con le sue guerre i paesi da cui provengono i migranti e profughi, la Libia, l’Iraq, la Siria, l’Afghanistan, con il supporto della NATO e dei governi europei vassalli. Questo però è un argomento tabù di cui i politici ed i media europei evitano accuratamente di parlare mentre fanno a gara fra di loro nel proclamarsi “atlantisti di ferro” (vedi Meloni e Letta).
Nella “splendida democrazia” della UE, accade che personaggi non eletti ma nominati dalla oligarchia di potere, possono fare il bello e il cattivo tempo, in clamoroso conflitto di interessi, senza una minima opposizione politica, senza dover rendere pubbliche le loro comunicazioni secretate con le multinazionali del farmaco, in perfetto spregio alla volontà dei popoli. “L’Europa è un giardino il resto del mondo è una giungla”, aveva proclamato l’ineffabile Joseph Borrel, a sprezzo di ogni ridicolo.
Tale degrado conferma che ci troviamo di fatto in una un’eurodittatura , con l’imposizione di un pensiero unico e la minaccia neanche tanto velata di utilizzare mezzi estremi sui governi o popoli che dissentano dalla linea di Bruxelles, neoliberista, vassalla degli USA e al servizio dei potentati finanziari sovranazionali.
In questo contesto regna l’ipocrisia di un Macron, il fliglioccio dei Rothshild, neocolonialista fino al midollo, il quale, per fare bella figura con quelli che dall’Africa lo stanno cacciando a calci in culo (vedi Mali), si finge paladino dei migranti.

Macron, il neocolonialista finto amico degli africani


Mentre le ONG finanziate da George Soros proseguono l’assalto alle coste europee, con l’Italia come principale meta, gli esponenti della sinistra mondialista pontificano sull’accoglienza a tutti i costi mentre gli stessi contribuiscono a distruggere il sistema sociale, polverizzare il salario minimo, abolire i diritti sociali in favore della società multietnica, della omologazione degli individui, dell’educazione Gender, LGBT, dell’introduzione dell’eugenetica, del transumanesimo e dello scardinamento delle sovranità degli stati nazionali.
Machiavellico è altresì il piano di realizzare antagonismi orizzontali, guerra fra poveri e affossamento delle condizioni di lavoro per creare nuova mano d’opera a basso costo per il mercato delle multinazionali. Il tutto nascosto sotto la coperta retorica del nuovo umanesimo e dei diritti dei migranti come mantra diffuso dall’apparato dei media del sistema.
Si rende evidente come le direttive di Bruxelles sono un enorme pugnale piantato nella schiena dei milioni di europei, sprofondati contro la loro volontà nella penuria, nella guerra e nell’immigrazione di massa. Curioso che la solidararietà con gli africani in fuga venga invocata dai peggiori neocolonialisti.
Questo dovrebbe indurre i cittadini italiani ed europei a riflettere in quale gioco e in quale truffa siano caduti.

Luciano Lago

7 Commenti
  • Dolphin
    Inserito alle 20:28h, 11 Novembre Rispondi

    Quando capiranno i politici che dobbiamo uscire dalla U.E é tutto da perdere e nulla da guadagnare!

  • Renato
    Inserito alle 20:39h, 11 Novembre Rispondi

    L’UE, non fa altro che prenderci per i fondelli, speriamo che questo governo se ne renda conto al più presto.

  • Giovanni
    Inserito alle 08:27h, 12 Novembre Rispondi

    Tutte azioni, supportate da una quantità industriale di bugie, e il padre della menzogna è noto dall’inizio dei tempi. Esse puntano alla distruzione dei popoli Europei. Sono i peggiori nemici, sono in casa nostra, usano il potere che hanno per neutralizzareci………..per sempre. Dopo averci blanditi e corrotti per decenni, ora sta emergendo la vera natura di questo infernale sistema che parte dal Deep state dello zio sam. Sono la plastica manifestazione del male. Sanguinosi sconvolgimenti sociali attendono i popoli europei e nord americani. Liberarsi da simili entità malefiche avrà un prezzo molto alto. Ma è l’unica speranza.

  • Aplu
    Inserito alle 10:11h, 12 Novembre Rispondi

    Finirà in guerre sociali, spaccature di Stati, imposizioni sulla gente per costringerla e pilotarla. Si formeranno eserciti e guerriglie, i plutocrati arruoleranno eserciti di occupazione dentro gli Stati europei, come nei peggiori film di fantascienza. Finché varrà il loro denaro assolderanno canaglie e compreranno l’anima della gente. Chi si ribellerà ci riuscirà grazie ai nemici degli USA, e allora dovranno fare come i talebani e prendere possesso di opportuni territori liberati da loro e da difendere. Dovranno combattere e le nostre città più importanti andranno in macerie. Ma il Gran Capitalismo non riuscirà alla fine nei suoi intenti. E neppure il capitalcomunismo o il buonismo iniettato negli uomini per ingrullirli e dominarli e suicidarli. Certo ciò costerà macerie e morti, ma che altro può avvenire se democraticamente e pacificamente gli uomini non potranno liberarsi da questa dittatura che vuole divenire mondiale?

  • Giorgio
    Inserito alle 11:38h, 12 Novembre Rispondi

    GRANDE ARTICOLO DI LUCIANO LAGO ….
    E altrettanto OTTIMI commenti qua sopra …
    Fuori da NATO e UE … via i loro complici dei governi di destra e sinistra …
    da Letta e Meloni che fanno a gara nell’ostentare il proprio OLTRANZISMO ATLANTISTA !!!

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 20:20h, 12 Novembre Rispondi

    Quando ero un minorenne adolescente (1977) il partito MSI protestava in piazza contro la inutile immigrazione clandestina selvaggia in Italia e sui loro striscioni c” era la preveggente è vera affermazione :
    più immigrazione selvaggia ed inutile = più disoccupazione dei lavoratori italiani in Italia !
    Più immigrazione clandestina inutile in Italia = più discriminazione razziale dei lavoratori italiani !
    Più immigrazione clandestina più criminalità e più tasse !
    Più immigrazione clandestina in Italia = stipendi molto più bassi per gli operai e meno diritti sindacali !
    Più milioni di immigrati clandestini fate entrare in Italia più milioni di italiani resteranno disoccupati o costretti ad emigrare !
    Questi erano gli slogan anti-clandestini del vecchio M.S.I .
    Da giovane stupido che ero ho da solo sbarrato la strada a questi esagitati Missini che secondo me protestavano per niente e gliene ho dette 4 !
    Per un pelo non venivo linciato fortunatamente entrai nelle grazie dei capi missini che mi graziarono vista la mia giovane è stupida età .
    Nacque una discussione io affermavo che 4 gatti di immigrati clandestini anche criminali non avrebbero ne provocato milioni di futuri italiani disoccupati ne creato stipendi più bassi meno diritti per gli operai ne problemi grossi di criminalità !
    Un capo missino al” epoca 40 enne ridendo mi disse mi piacerebbe tenere i contatti con te e riprendere la discussione con te tra 10-15 anni cioè tra 1987 e il 1992 scommetto che invecchiando quando ti ritroverai disoccupato e a tue spese vedrai i danni della immigrazione selvaggia straniera cambierai idea !
    Il Missino aveva anche detto che forse si sbagliava nel dire che entro 10 anni cioè il 1987 milioni di italiani resteranno disoccupati o sottopagati a causa degli immigrati clandestini secondo lui sottovoce mi disse che pensava che la situazione sarebbe peggiorata nel 1997 !
    Con il sennò di poi devo riconoscere che il Missino aveva ragione al 100 % cento mentre io sbagliavo al 100 % cento nel contrastarlo !
    Che stupido che ero quando ero giovane !

  • Massimiliano
    Inserito alle 06:17h, 13 Novembre Rispondi

    Ciao a tutti, devo dire che mi trovo sostanzialmente in accordo con voi, aggiungerei inoltre il proverbio, “chi pecora si fa, il lupo se lo mangia”!
    Queste persone, che vengono spinte ad invadere l’europa, vengono da realtà diverse dalla nostra, sono abituati ad avere una soglia di aggressività più alta della nostra, poiché vengono da realtà sociali molto dure, e noi invece di insegnare loro il rispetto della nostra legge e dei nostri usi, caliamo le braghe, con il coinvolgimento diretto della nostra politica, la quale vara leggi incostituzionali e al di là di ogni logica per far sì che queste persone entrino in maniera aggressiva nel nostro tessuto sociale, tanto da soverchiarlo e creando sacche di “extraterritorialita’” dei loro paesi di provenienza in Italia. La legge molto spesso, contro di loro non interviene per sanzionare, poiché codeste persone sono prive di beni, a parte la loro consistente prole (parcheggiata a spese degli italiano negli asili nido, negli asili e nelle scuole), e non conviene alla macchina giudiziaria promuovere costosi processi contro di loro, poiché non potrebbe aggredire il loro patrimonio inesistente, se invece sei un italiano medio, quindi con casa e auto e uno stipendio normale, la giustizia non farà sconto alcuno, poiché lo stato deve reperire soldi per mantenere milioni di immigrati a scuola e curarli senza che essi versino il ticket, magari facendo venire in Italia, anche i loro genitori, solo per curarsi a spese degli italiani, per poi fare ritorno in patria! Come fare perché gli italiani non parlino nemmeno di queste ingiustizie? Una legge anti razzista che ti fa andare in galera per 5 anni anche se porti dei numeri e dei fatti concreti, spiegando che non è un problema di pelle o di provenienza, ma di mancanza di risorse per tutti e un problema di tenuta sociale. Ma queste cose a gente strapagata da noi e che gira costantemente protetta da uomini armati e su macchine blindate, questo non interessa, nei loro quartieri, gli unici immigrati che vedono sono gli Emiri che vanno a soggiornare all’hotel Excelsior!

Inserisci un Commento