AGGIORNATO: NUOVI MASSICCI ASSALTI AL CONFINE FALLITI. L’UCRAINA HA PERSO PIÙ DI 230 COMBATTENTI NELLA BATTAGLIA CONTRO LE ELEZIONI RUSSE

Kiev e la NATO stanno facendo del loro meglio per contrastare le imminenti elezioni presidenziali in Russia. La Direzione principale dell’intelligence dell’Ucraina (GUR), che è sotto il pieno controllo dei servizi speciali occidentali, insieme alle Forze armate dell’Ucraina (AFU) continua i tentativi di lanciare operazioni di terra nelle regioni di confine con la Russia.

La mattina dell’11 marzo, un folto gruppo di forze ucraine è stato distrutto dal fuoco russo nelle zone di confine. L’operazione di terra attraverso il confine russo è stata sventata e l’esercito ucraino ha subito perdite significative.

Il fatto che i militari russi osservassero da vicino la loro preparazione all’imminente assalto non ha fermato i comandanti ucraini. La mattina del 12 marzo, l’esercito ucraino ha tentato nuovi attacchi di terra in diverse zone di confine nelle regioni di Belgorod e Kursk, al confine con la Russia.
Verso mezzogiorno, ora locale, il Ministero della Difesa russo ha rivendicato la vittoria. Le Forze Armate della Federazione Russa, insieme alle unità del servizio di frontiera dell’FSB, hanno respinto tutti gli attacchi ucraini, infliggendo pesanti perdite al nemico. Di conseguenza, le forze ucraine non sono riuscite a violare il confine di stato russo.

Verso le 3 del mattino, ora di Mosca, dopo un intenso bombardamento di obiettivi civili, formazioni terroristiche ucraine, supportate da carri armati e veicoli corazzati da combattimento, hanno tentato di entrare nel territorio russo contemporaneamente in tre direzioni: vicino ai villaggi di Odnorobovka, Nehoteevka e Spodaryushino nella regione di Belgorod. . Inoltre, dalle 8.00 alle 8.25, quattro attacchi di gruppi di sabotaggio e ricognizione ucraini sono stati respinti vicino al villaggio di Tetkino nella regione di Kursk.

L’esercito ucraino ha tentato di cogliere di sorpresa i russi, approfittando della confusione delle guardie di frontiera su un vasto fronte, ma non ci sono riusciti.

I gruppi ucraini furono accolti dalle truppe russe, dagli attacchi aerei e dal fuoco dell’artiglieria.

Le riprese dai posti di blocco del confine russo mostrano i veicoli ucraini distrutti e i militanti feriti in fuga dal campo di battaglia:

Durante le battaglie in corso, l’AFU ha tentato di lanciare attacchi missilistici sulla regione di Belgorod. Verso le 7.30 ora locale, le forze di difesa aerea russe hanno intercettato 8 proiettili Vampire MLRS di fabbricazione ceca e un missile Tochka-U.

Kiev ha nuovamente gettato a morte centinaia di militari in un’altra campagna mediatica. L’attacco è stato lanciato dal cosiddetto Corpo dei Volontari Russi, dalla Legione della Libertà di Russia e dal Battaglione Siberiano. Secondo la propaganda ucraina, queste formazioni militari sono composte da cittadini russi che combattono contro Putin e agiscono in modo indipendente.

Kiev ha ufficialmente mentito dicendo che non ha nulla a che fare con queste unità e che non sono sotto il comando dell’esercito ucraino. In realtà, queste formazioni sono state create dalla NATO attraverso i mezzi del GUR e sono completamente subordinate al comando ucraino e NATO. Comprende diversi ex cittadini russi, che si sono trasferiti dalla Russia molti anni fa, e che sono promossi come capi militari. Nelle operazioni sul territorio russo, infatti, svolgono solo un ruolo mediatico, girando video con affermazioni standard.
Queste unità non hanno abbastanza manodopera per lanciare attacchi significativi. Ecco perché la maggior parte dei militanti “russi” delle unità di volontariato sono soldati ucraini, mercenari stranieri sotto mentite spoglie e militari della NATO.

Kiev ha fatto del suo meglio per ottenere quanta più pubblicità possibile. Gli attacchi falliti sono stati accompagnati da vari video e affermazioni false, come il controllo ucraino dei villaggi di confine e la distruzione di aerei russi. I militanti hanno confermato che il loro obiettivo principale era ostacolare le prossime elezioni. Di conseguenza, gli attacchi in corso al confine russo non fanno altro che aumentare il sostegno della popolazione al presidente russo ad interim Vladimir Putin.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

11 commenti su “AGGIORNATO: NUOVI MASSICCI ASSALTI AL CONFINE FALLITI. L’UCRAINA HA PERSO PIÙ DI 230 COMBATTENTI NELLA BATTAGLIA CONTRO LE ELEZIONI RUSSE

  1. Questi assassini spudorati si sono manifestati per tali e vanno annullati ed estinti militarmente perché potenzialmente pericolosi

  2. Gli idioti ucro-nato non si rendono conto che più tentano di superare i confini russi con attacchi suicidi spacciati per sollevazioni interne, oltrechè lasciarci le penne, fanno aumentare i consensi per Putin ! Ancora un paio di altri attacchi suicidi e senza speranza e Putin supererà il 100 % dei consensi ! Si rassegnino, l’Ucraina è persa per gli anglo americani, possono solo prolungarne inutilmente l’agonia !

  3. “Kiev ha fatto del suo meglio” che è equivalente al SUO PEGGIO ! Ha ha ha ha ha ! Inutile, senza condottieri, con militari svogliati e demotivati
    il successo è impossibile ! Tu chiamale, se vuoi, illusioni.

  4. Abbiamo letto, e si continua a leggere, su testate orribili come euronews.com queste falsità su presunti traditori siberiani che si sono alleati agl’ ucraini. Od i volontari per pace. Mai lette parole più ipocrite. Tagliagole e mercenari d’ ogni risma, che sionisti ed americani fanno affluire all’ AFU, da ogni parte del globo compresi i paesi Nato come la Polonia. Pare che ci siano oltre 10 mila combattenti polacchi con doppio passaporto in Ucraina. Gl’ auguro una morte dolorosa. Gloria alla Russia!

  5. Che si conservino ancora a lungo zelensky e syrsky, perché ciò che fanno, spesso di assurdo sul piano militare, va tutto a vantaggio del Cremlino e dei russi e a scapito della nato.

    Questi macellai immersi nella guerra di propaganda stanno perdendo la guerra sul fronte, mentre la propaganda funziona sempre meno …

    Che mandino ancora al macello truppe addestrate – di recente, anche gli sbarchi tragicamente falliti di ukronazi in Crimea e sulla sponda meridionale del Dnepr – e che obblighino la carne da cannone a resistere fino all’ultimo nei settori caldi del fronte, con perdite spaventose di armati e carenze sempre maggiori di armi e munizioni.

    Un’ultima cosa: la guerra non si vince con i soli droni, in difetto di aviazione, missili e artiglieria, soprattutto se i droni colpiscono obbiettivi civili (come case di abitazione, auto private e … aziende agricole) che non hanno alcuna rilevanza militare.

    Cari saluti

  6. C’è un solo modo per mettere fine a attacchi vili quanto inutili e alla propaganda che specula in moto grottesco per illudere l’opinione pubblica occidentale: stroncare tutti i tentativi, sfondare le linee ucraine e abbattere il regime liberticida e genocida degli stessi ucraini messi su dagli anglo-americani.

  7. Nemici della Russia arrendetevi, non ce le farete mai, più attaccate la Russia e più la rafforzerete !!! Lunga vita al Presidente Putin, un vero regalo di Dio per il Popolo russo.

  8. Quello che mi sulta strano e’ perche’ la Russia, non abbia ancora occupato una adeguata fascia di sicurezza nelle regioni di confine di Belgorod e Kursk, in territorio ucraino.

  9. Sembra che questi “russi” che combattano Putin siano, nella realtà, ukronazi che parlano russo, armati di tutto punto dalla nato.

    Cari saluti

  10. Ma questi non hanno niente di meglio da fare che andare a farsi ammazzare? Mi stupisce l’ottuso e pervicace desiderio di autodistruzione che dimora nella mente di certe persone.

  11. Chi se né frega se 250 soldati Ucraini stupidi sono morti inutilmente !
    Il regime Nazista di Kiev con qualche imboscata o retata nei Bar -Supermercati-Posti di Lavoro per strada o negli ospedali potrebbe pestar a sangue e arrestare tutti i maschi che trovano in giro dai 17 ai 65 anni di età .
    Gli fai indossare una divisa Nazista Ucraina gli dai un fucile nuovo di zecca et voilà hai altri 250 soldati Ucraini nuovi di zecca che NON ti costano nulla da inviare in attacchi suicidi contro la Russia !
    Ogni giorno da ben 2 anni con questo sistema dei rapimenti di uomini Ucraini ovunque perfino in casa o sui luoghi di lavoro le forze armate Ucraine presumo riescano ad arruolare 2000 mila nuovi soldati ogni giorno .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM