Aggiornamento sul raid israeliano sull’ospedale di Al-Shifa: bambini affamati all’interno dell’ospedale “piangono per il latte”

59 minuti fa
Il direttore dell’ospedale al-Shifa ha fornito l’ultimo aggiornamento dall’interno della struttura medica assediata a Gaza.

Mercoledì mattina presto nell’ospedale, il più grande complesso medico del territorio palestinese, è stata fatta irruzione dalle truppe israeliane.

Alle 15:30 GMT di giovedì, i carri armati stanno ancora circondando l’ospedale mentre i bulldozer ne radono al suolo alcune sezioni e le truppe fanno irruzione in diversi reparti.

Il dottor Muhammad Abu Salmiya, parlando ad Al Jazeera Arabic, ha fornito i seguenti aggiornamenti:

I bambini che muoiono di fame “piangono per il latte” dopo che il cibo e l’acqua sono finiti.

L’ospedale è immerso nell’oscurità e l’elettricità è interrotta.

I soldati distruggono costose apparecchiature mediche, per un valore fino a 2 milioni di dollari.

I soldati hanno separato uomini e donne, interrogando medici e sfollati.
All’interno oltre 7.000 civili attendono la morte.

Tre bambini prematuri sono morti finora, dopo essere stati tolti dalle incubatrici a causa di interruzioni di corrente.
Una donna palestinese ha partorito due giorni fa.

L‘ospedale Al Ahli “non è più in grado” di eseguire interventi chirurgici, afferma il chirurgo
1 ora fa
L’ospedale al Ahli di Gaza non è più in grado di fornire interventi chirurgici poiché la carenza di carburante e settimane di bombardamento israeliano iniziano a mettere a dura prova i servizi di Gaza.

Il chirurgo britannico-palestinese Ghasan Abu Sitteh si è rivolto ai social media per confermare la situazione nell’ospedale Al Ahli di Gaza.
ONU: Il sostegno ai rifugiati a Gaza viene deliberatamente strangolato
1 ora fa

Il capo dell’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi ha dichiarato giovedì di ritenere che ci sia stato un tentativo deliberato di “strangolare” il suo lavoro umanitario a Gaza, avvertendo che l’agenzia potrebbe essere costretta a sospendere completamente le sue operazioni a causa della mancanza di carburante.

“Credo che ci sia un tentativo deliberato di strangolare la nostra operazione e paralizzarla”, ha detto ai giornalisti a Ginevra il commissario generale dell’Unrwa, Philippe Lazzarini, definendo “oltraggioso” costringere la gente a chiedere l’elemosina.

Ha aggiunto che l’agenzia, che sostiene più di 800.000 sfollati a Gaza, correva il rischio di sospendere completamente le sue operazioni.

Nota: I media occidentali nascondono quanto sta accadendo negli ospedali di Gaza e riportano esclusivamente le informazioni della propaganda israeliana.

Fonte: Middle east Eye

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM