Aggiornamento. Arrestati i terroristi che hanno attaccato la sala concerti di Mosca


Gli autori dell’attentato a Mosca hanno cercato di fuggire in Ucraina

Sono state arrestate complessivamente 11 persone, compresi i 4 aggressori.
Sono state arrestate 11 persone, tra cui quattro terroristi direttamente coinvolti nell’attacco avvenuto questo venerdì nella grande sala concerti Crocus City Hall, situata nella provincia di Mosca.

Secondo il Cremlino, il direttore del Servizio federale di sicurezza russo (FSB), Alexander Bortnikov, ha informato il presidente Vladimir Putin dell’operazione. Attualmente sono in corso ulteriori ricerche per identificare i complici.

Nel frattempo, il comitato investigativo russo ha riferito che gli aggressori sono stati arrestati nella provincia di Bryansk, vicino al confine con l’Ucraina .

L’agenzia ha aggiunto che nei risultati preliminari dell’ispezione della stanza sono state trovate e sequestrate armi automatiche. È stato inoltre accertato che gli aggressori hanno utilizzato un liquido infiammabile per appiccare il fuoco alle strutture dove si trovavano gli spettatori, compresi i feriti.

Diverse persone che indossavano abiti mimetici e armate di fucili hanno fatto irruzione nel locale prima di un concerto. Le azioni sono iniziate contemporaneamente nell’auditorium e nell’atrio della sala, dove si trovava una folla di partecipanti. I terroristi hanno dato fuoco alle sedie dell’auditorium, da dove le fiamme si sono propagate a quasi tutta la sala.

Secondo i dati preliminari l’attacco ha provocato oltre 90 morti e il numero delle vittime è destinato ad aumentare. Il comitato investigativo russo ha aperto un procedimento penale per l’attacco terroristico.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

11 commenti su “Aggiornamento. Arrestati i terroristi che hanno attaccato la sala concerti di Mosca

  1. La NATO è MORTA. L’occidente indecoroso e putrido sta morendo, meno male !!! Uccidere i civili non porta bene …………. aumenta la negatività dei
    criminali e la loro jella. La punizione sarà catastrofica. I “superiori” anglosassoni merdosi non vivono e dormono bene ormai, hanno incubi di sconfitte.
    La serie delle sconfitte eterne rovina la loro misera e invidiosa esistenza. Bastardi ignobili.

  2. Come detto in precedenza, la pista riporta agli ukronazi e agli usa simboleggiati (ma non governati) dal boia demente filo-sionista biden, ma si spera che questa volta il Cremlino dia a questi terroristi una lezione memorabile, ben studiata ed eseguita …

    Cari saluti

  3. I terroristi catturati, spero proprio non tutti uccisi. Guarda strano scappavano verso il confine ucraino. Infatti Daesh, od Isis che si voglia, ha notoriamente basi e “case sicure” in Ucraina. Che montatura insulsa, così improbabile che nessuno potrà crederci. Tantomeno Mosca. Cmq non concordo, con le dichiarazioni dell’ antiterrorismo russa che ritiene esserci il Gur ucraino dietro. Forse hanno fornito logistica, ma i mandanti veri sono americani. Mi farei tagliare mani e piedi per scommetterci. Il male nazisionista. Non ci sarà pace in terra finché l’ economia occidentale sarà comandata da produttori d’ armi e banchieri ebrei.

  4. Adesso, li spremano e facciano i nomi dei mandanti: sarà una conferma di quello che già sappiamo per i precedenti nel senso dei tentativi di destabilizzare la Russia attraverso “rivoluzioni colorate”, golpe nei Paesi confinanti e gruppi fondamentalisti comandati a distanza dagli anglo-americani e dai servizi segreti israeliani. Vecchia storia, replica dello spettacolo messo su dagli impresari di criminali a tariffa o fanatici manovrabili lo cost. La paga gliela dia Zio Vlad: pesante, senza tregua né pietà!
    W PUTIN!

    1. La mia speranza è che questa volta la risposta russa sarà devastante (essere corretti nei confronti del male puro è controproducente), ma meditata e ben pianificata.

      Cari saluti

    1. Ancora non ci sono notizie web a riguardo. Sapremo sicuramente qualcosa nelle prossime ore. A meno che il Cremlino non reputi la notizia troppo sensibile da diffondere. Saluti

  5. Quando si arriva al terrorismo significa che l’Occidente sta alla frutta .. il mondo multipolare sta prendendo piede a danno dei criminali che ci governano

  6. Questo secondo me è un modo di fare la guerra da parte dell’occidente che non essendo riuscita con l’invio di armi all’Ucraina e con le sanzioni alza l’asticella dello scontro e invia mercenari nel cuore della Russia per fare atti di terrorismo puro ed ignobile contro i civili.
    Si è visto come a Gaza che i vertici occidentali non hanno remore morali e si nascondono anche dietro l’ipocrisia e la falsità per non prendersi le responsabilità di simili atti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM