"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Africani in piazza arruolati dal fronte antifascista

di  Luciano Lago

Nell’assistere all’ultimo corteo antifascista tenutosi in ordine di tempo a Savona, molti cittadini si sono meravigliati nel vedere che, dietro gli striscioni e le bandiere portate in piazza dalle formazioni di estrema sinistra, erano presenti un folto gruppo di migranti e richiedenti asilo africani. In pratica erano soltanto loro a fare numero ed a sostenere la manifestazione.

In realtà questo episodio non ci deve meravigliare più di tanto visto che noi avevamo avvisato da tempo che le migrazioni di massa hanno un obiettivo di sostituzione di buona parte della popolazione autoctona in Italia con due precise finalità: 1) creare una mano d’opera di riserva per le multinazionali, le cooperative e le mafie presenti nel paese; 2) scardinare e disarticolare l’assetto sociale dei paesi destinati ad essere assoggettati e omologati al nuovo ordine mondiale. Vedi: L’utilizzo delle migrazioni di massa come arma geopolitica delle centrali dominanti

Quando parlavamo di creare una mano d’opera di riserva avevamo ben presente i molteplici usi a cui può essere destinata tale mano d’opera e ci sembrava evidente che uno di questi era la creazione di una base di consenso alternativa per la sinistra modialista. Inevitabile quindi l’arruolamento dei migranti come categoria sociale favorita dalle politiche della sinistra per ottenere da questa quel consenso e quella manovalanza che viene sempre più a mancare alla base del partito, il PD in particolare. Una nuova classe sociale, una massa di manovra disponibile per la sinistra che non riesce più ad avere ascolto dalla tradizionali classi sociali in Italia che sono state penalizzate dalle politiche di austerità e di apertura ai mercati volute dai governi del PD e soci.

Normale quindi che la sinistra mondialista trovi la nuova manovalanza dei migranti, utile anche per le manifestazioni di piazza e meglio ancora per rinvigorire lo schermo dell’antifascismo, utilissimo per distrarre e celare la propria subordinazione ai potentati finanziari transnazionali. Vedi il video manifestazione: Youtube.com/Watch

“Se non ci fossero bisognerebbe inventarli”, queste le affermazioni fatte da diversi esponenti politici della sinistra che hanno accolto con piacere la presenza dei giovani africani alle loro manifestazioni antifasciste e sarà probabile che molti di questi si iscriveranno anche all’ANPI (associazione Partigiani d’Italia) per riuscire a far ottenere a questa associazione una quota in più di finanziamento pubblico.
Superfluo osservare che gli africani, per la loro partecipazione, hanno ricevuto un pasto gratis ed una gratifica non specificata, una forma di compenso che forse non avrebbe smosso un italiano a scendere in piazza di Domenica ma che si sa che, per gente che proviene da quei paesi, rappresenta una irresistibile attrattiva, tanto che molti di questi si sono offerti volontari per le altre prossime manifestazioni.

Il nuovo proletariato dei migranti è quindi disponibile e ricercato e questo spiega molte cose: spiega perchè l’Italia è rimasta l’unico paese ad accogliere senza limitazione le grandi masse di migranti da qualunque parte provengano, unico caso in Europa. Spiega perchè il governo fa di tutto per far assegnare fondi pubblici alle cooperative collegate al “partitone” in modo che queste possano alloggiare, fare business e provvedere ai bisogni dei migranti e ( si inizia adesso), ad istruirli ed orientarli come debbano integrarsi ed assimilare il “verbo” della sinistra mondialista.

Nel frattempo si moltiplicano i casi di aggressioni sui treni, nelle piazze e sugli autobus da parte di migranti recentemente arrivati che presentano una mentalità ed una abitudine predatoria, derivante dalle condizioni ambientali in cui sono vissuti fino adesso. “Se vuoi una cosa prenditela, hai il tuo coltello e se sei un uomo lo devi saper usare”, insegnano i capi tribù nei paesi dell’Africa profonda.

Così se si tratta di una donna si stupra selvaggiamente come accaduto ad esempio a Rimini ad una giovane turista polacca violentata selvaggiamente da tre africani. A Torino l’ultimo caso eclatante dove un italiano è stato sgozzato da un nigeriano armato di coltello per sottrarre un posto al mercato. Vedi : Torino. Nigeriano uccide un 52enne italiano….

Questi sono solo alcuni dei tanti casi di aggressioni che la stampa e le Tv di regime tendono ad occultare, si sanno notizie soltanto nei casi più clamorosi.
L’effetto dell’accoglienza indiscriminata è stato invece descritto su alcuni giornali britannici che hanno denunciato il pericolo in Italia di lotte tribali fra migranti africani ma di queste cose non si deve parlare, la Boldrini, la Boniono, Pisapia ed il ministro Del Rio preferiscono agitare il totem dello “Jus Soli” come soluzione a tutti i problemi. Vedi: Territorio italiano a rischio di tribalizzazione…

Sarà come dicono ma nel fratempo gli italiani iniziano a percepire di essere stati abbandonati ad una africanizzazione del territorio che non si aspettavano e che adesso iniziano a toccare con mano. I “vantaggi” della società multiculturale esaltata come “grande progresso” dalla sinistra mondialista.

*

code

  1. MauriZIO 1 mese fa

    Viviamo anni bui 🙁

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 1 mese fa

      Cos’è, un eufemismo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Frontenazionalelivorno 1 mese fa

    Siamo alle comiche finali: non ci resta che “piangere”. Sento dire che con le prossime elezioni tante cose cambieranno, né siete sicuri? Il cdx ed il csx sono la solita cosa,il 5 balle altro non è che la longa manus dei potentati finanziari mondialisti, chi votare dunque? I partiti ed i movimenti Identitari e Patriottici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. EMA 1 mese fa

      FN

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Manente 1 mese fa

    Boldrina, Bonino, Pisapia, Del Rio e le anime morte della entità pidiota, siedono in Parlamento a spese degli italiani, ma lavorano per Soros, il pluri-pregiudicato icona della sinistra mondialista responsabile di crimini finanziari, sovversione armata a danno di intere Nazioni, nonché della invasione di clandestini verso l’Italia e l’Europa. La presenza di clandestini prezzolati dalla entità pidiota a manifestazioni “antifasciste” (sic…), sono la prova provata della totale complicità di Gentiloni con le strategie di Soros e rivelano che il “finto buonismo” esibito da questi cialtroni è solo il miserabile artificio che utilizzano per prendersi gioco degli italiani !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paolo 1 mese fa

    …creare una mand’d’opera di riseva.
    Ma questi cialtroni colorati non fanno un cazzo dalla mattina alla sera.
    Questi ciondolano per le città con smartphone e nike ai piedi mantenuti dai cittadini italiani che sgobbano, queste merde non si sognano lontanamente di lavorare.
    E nostro dovere ricacciarli da dove sono venuti, con le buone o con le cattive.
    Direi più con le cattive.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mardunolbo 1 mese fa

      Anche io, dico, ” piu’ con le cattive” !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Aldu 1 mese fa

    Mio Dio, questa di bergoglio e pisapia e altri, è una forma di religione nichilista e distruttiva simile a quella degli Adamiti ai tempi di Jan Zizka il Cieco, che pur essendo Hussita e quindi eretico per la chiesa di Roma, non esitò a sterminare gli Adamiti dopo averli relegati su un’isola disgustato per la loro promiscuità, nudismo, accoppiamento bestiale fra di loro, rinnegamento pornografico di ogni decenza e di uzzoli sessuali accettati e praticati nel nome della libertà assoluta. Molto simili ai pornografi e sodomiti odierni col loro libero orgoglio ed esibizionismo, e simili agli Hebertisti nella rivoluzione francese, tutti eliminati dagli altri rivoluzionari per la loro anarchia fattasi licenza e disordine nichilista. Sono insomma l’esagerazione estrema dell’accoglienza e dell’egualitarismo più cieco e infine distruttivo. Sono l’estremo limite della sinistra degenerata nell’irrazionalismo e giustificazionismo incontrollato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Aldus 1 mese fa

    Mio Dio, questa di bergoglio e pisapia e altri, è una forma di religione nichilista e distruttiva simile a quella degli Adamiti ai tempi di Jan Zizka il Cieco, che pur essendo Hussita e quindi eretico per la chiesa di Roma, non esitò a sterminare gli Adamiti dopo averli relegati su un’isola disgustato per la loro promiscuità, nudismo, accoppiamento bestiale fra di loro, rinnegamento pornografico di ogni decenza e di uzzoli sessuali accettati e praticati nel nome della libertà assoluta. Molto simili ai pornografi e sodomiti odierni col loro libero orgoglio ed esibizionismo, e simili agli Hebertisti nella rivoluzione francese, tutti eliminati dagli altri rivoluzionari per la loro anarchia fattasi licenza e disordine nichilista. Sono insomma l’esagerazione estrema dell’accoglienza e dell’egualitarismo più cieco e infine distruttivo. Sono l’estremo limite della sinistra degenerata nell’irrazionalismo e giustificazionismo incontrollato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. mardunolbo 1 mese fa

    Soltanto la drammatica eliminazione di meta’ dei clandestini immigrati (quando gli italiani si sveglieranno e se…) potra’ rendere quieti i rimanenti.
    Purtroppo la sconsiderata accoglienza dei criminali piddini, ha generato questa “polveriera”.
    Quando saranno processati per tradimento della nazione, sarà comunque tardi, troppo tardi !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 1 mese fa

      Mi trovavo a Savona proprio in quei giorni e mi sono imbattuto in questa simpatica gaia e multicolorata festa;finita la festa la grande massa di africani e’ balzata di corsa sugli autobus,destinazione uffici INPS,per pagare allegramente i contributi destinati a maturare la nostra pensione,E’ VERO ,credetemi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. XD 1 mese fa

        Ahah! Una parentesi di “comicità ” se non fosse tragica la situazione…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. mardunolbo 1 mese fa

        Ah,ah,ah !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Annibale55 1 mese fa

    Io quando vedo certe immagini mi vengono fortissime preoccupazioni. Con la memoria vado in Russia, a quello che è successo negli anni di Stalin: sinistra ideologizzata a far da truppa e, secondo fonte PUTIN, comandanti di religione ebraica (80%) a dirigere e condizionare la rivoluzione…ne uscì il BOLSCEVISMO con milioni di russi assassinati o mandati a morire nei campi di lavoro. Occhio ragazzi! Qui può succedere la stessa cosa. Non sottovalutare assolutamente simili manifestazioni . Tra quei “simpatici” ragazzi vi è certamente qualcuno che ne ha già viste di tutti i colori nel suo paese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 1 mese fa

      Ormai e’ assodato che a organizzare e dirigere il bolscevismo furono gli ebrei nel tentativo di abbattere il cristianesimo nell’Est europeo,ebbene non sono riusciti,la Russia e’ piu’ forte di prima materialmente e spiritualmente,da noi stanno usando il papa rincoglio per raggiungere lo stesso scopo:paradossalmente i movimenti identitari e patriottici europei devono assumere a modello i paesi est europei ex comunisti,che per grazia di Dio non hanno avuto il 68.Ricordiamoci comunque che NON PREVARRANNO.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Renè 1 mese fa

    Leggo che gli africani delinquono per “mentalità ed una abitudine predatoria” mi permetto di dissentire: i NEGRI ed i mulatti, delinquono a causa della loro genetica, (basso QI alto testosterone) infatti negli USA, in UK… dove mentalità ed abitudini sono le stesse per tutti, i negri delinquono in maniera esponenzialmente maggiore, affermo ciò in base a statistiche pubbliche di fonte governativa, ad es. un compendio di queste sono ne “Il Colore del Crimine” (scribd.com)
    Per quanto riguarda il resto dell’articolo è condivisibile, ma non manchiamo di ringraziare i nostri compagni-concittadini che hanno votato questi delinquenti al Governo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 1 mese fa

      Quello che dici e’ vero,ma bisogna tener conto che ,almeno negli usa, i neri sono stati rinchiusi in ghetti,abbondantemente riforniti di droga,e culturalmente subornati col rap e hip hop che propone il crimine come modello vincente e “cool”.Chissa’ come sarebbe stata la storia se avessero potuto vivere senza influenze esterne.Cordialmente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. animaligebbia 1 mese fa

    Nei quotidiani di oggi 17/10/17 grande spazio al nigeriano eroe che sventa la rapina a Roma, neanche un misero trafiletto al nigeriano che sgozza un 52enne per una banale lite al mercato,credo a Biella,ma poi siamo noi i complottisti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. OSCAR MAGNANI 1 mese fa

    Stando cosí la situazione, tocca essere estremisti. Di Salvini non mi fido, fará qualcosa, ma é giá coptato; la Meloni, idem. Personalmente mi sono iscritto a Riscossa Italia. Ho anche letto il programma di Forza Nuova e lo condivido in toto. Se avessero certi numeri questi qua…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Anonimo 1 mese fa

    antifascisti? gente frustrata ed ignorante. Dei poveracci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. giovanni 1 mese fa

    gli antifascisti? una banda di ignoranti e frustrati. A liro volta peggio dei fascisti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Eugenio Orso 1 mese fa

    Diversi anni fa, quando non c’era ancora Renzi e imperversavano i Bersani nel piddì, un mio conoscente, residente a Monfalcone (provincia di Gorizia, Friuli Venezia Giulia), in un occasione elettorale, mi mostrò con sconcerto un volantino propagandistico del piddì, scritto non in sloveno, come spesso accade, data la minoranza slovena al di qua del confine, ma niente di meno che in bengalese!
    A Monfalcone, grazie alle esternalizzazioni dei cantieri navali, c’è stato un consistente afflusso di “bangla”, cioè bengalesi disposti a lavorare negli appalti molte ore al giorno a basso stipendio.
    Il piddì, lettiera di tutte le infamie, cercava di convincerli a votare per le primarie, ben sapendo che costoro non avevano la cittadinanza italiana e non avrebbero votato nelle elezioni vere.
    Piddì e sinistroidi vari sono fatalmente attratti dagli immigrati, in sostituzione del consenso degli italiani, e non di rado promettono a costoro cose che poi non manterranno … Purché votino nelle famigerate primarie per far vincere il candidato democratico, di sinistra, antifascista prescelto.
    Questo speciale rapporto, fra i collaborazionisti di Soros e della troika e alcuni gruppi di immigrati, va avanti da anni e, ormai, è da considerarsi consolidato.
    I sinistroidi piddioti, in particolare, prediligono gli islamici portatori della sharia (che dovrebbe essere in contrasto almeno un po’ con i “diritti umani e delle minoranze” …) e, in ogni caso, quelli che abboccano alle loro promesse.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Filippo 1 mese fa

    L’Italia agli Italiani e…..basta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace