Aerei militari cinesi entrano nella zona di difesa aerea di Taiwan

Almeno 27 aerei militari cinesi entrano nella zona di difesa aerea di Taiwan, dopo che le tensioni si sono intensificate per la visita di Nancy Pelsoi sull’isola.

Il ministero della Difesa di Taiwan ha riferito mercoledì che almeno 27 aerei militari cinesi, inclusi sei J-11, cinque J-16 e sedici Sukhoi SU-30, sono stati rilevati mentre sorvolavano lo stretto di Taiwan.

In precedenza, la Difesa di Taiwan ha condannato i piani dell’esercito cinese di svolgere esercitazioni militari nelle acque vicino all’isola , affermando che queste esercitazioni equivalgono a un “blocco marittimo e aereo” di Taiwan. Le esercitazioni cinesi, che inizieranno questo giovedì, includeranno esercitazioni a fuoco vivo e includeranno la chiusura dello spazio marittimo e aereo nelle aree in cui verranno svolte.

L’evento arriva il giorno dopo l’arrivo a Taiwan della presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, nonostante le minacce e gli avvertimenti di Pechino. La Cina, che vede Taiwan come parte del proprio territorio nazionale, aveva già espresso il proprio dispiacere per il viaggio di Pelosi con una serie di esercitazioni militari intorno all’isola, convocando l’ambasciatore Usa in Cina e sospendendo diverse importazioni agricole taiwanesi.
Pechino ha visto il viaggio come una provocazione esplicita e una mossa per incoraggiare il governo indipendentista dell’isola.

Ministro esteri Cina


Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi si è scagliato contro la visita, dicendo che “ha duramente violato la sovranità della Cina” e ha dimostrato che gli Stati Uniti sono stati “il più grande distruttore di pace e stabilità regionale nello Stretto di Taiwan”.
Li Da-jung, professore di relazioni internazionali e studi strategici presso la Tamkang University di New Taipei, ha affermato che la visita di un peso massimo come Pelosi aumenterebbe il profilo internazionale di Taiwan e rafforzerebbe i suoi legami con gli Stati Uniti, aumentando anche i suoi rischi per la sicurezza.
“Taiwan è quella che subirà le conseguenze della sua visita”, ha detto Da-jung .

Fonti: Hispan Tv SouthChinaMorning Post

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

8 Commenti
  • EnriqueLosRoques
    Inserito alle 22:14h, 03 Agosto Rispondi

    Questi paesi non hanno capito alcunché. La storia non ha insegnato proprio nulla. Piace fare da carne da cannone….

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 23:23h, 03 Agosto Rispondi

    La politica degli USA consta di provocazioni, guerre per procura,omicidi politici, colpi di stato, dittature militari, il tutto in nome della democrazia e la libertà. E aggiungiamo Guantanamo, Assange,eccetera

  • Sarabanda 82
    Inserito alle 04:05h, 04 Agosto Rispondi

    Chiacchiere senza fatti ms tutti questi aerei mon potevano levarsi in volo x non far atterrare la Pelosi e fargli cambiare rotta?.
    Qualche volta bisogna dimostrare di avere le palle, ma questo to lo fanno solo gli USA

    • Sam
      Inserito alle 17:15h, 04 Agosto Rispondi

      Non è tanto questione di avere le palle, l’America ha attaccato, come tutti, quando sapeva di essere più forte, e dopo aver calcolato, e controllato, di poterlo fare; errori di calcolo a parte, che ci sono sempre.
      In questo caso gli USA hanno meno da perdere della Cina, poiché, dice l’informazione, l’economia americana è inferiore di quella cinese, e più passa il tempo più il divario cresce, mentre in caso di guerra e distruzione, i due paesi si ritroverebbero parimenti distrutti.

  • Giorgio
    Inserito alle 08:12h, 04 Agosto Rispondi

    Le misure di ritorsione cinesi non sono solo scenografiche …. ma senza fare tanto clamore sono molto più sostanziose ….
    https://www.ilsole24ore.com/art/nancy-pelosi-taiwan-giu-borse-pechino-ferma-import-alimentare-taipei-AEmXTiqB
    Qualche breve stralcio ……
    ” ….. La Cina sospenderà l’importazione di prodotti alimentari dall’isola di Taiwan per protestare contro la visita della Speaker della Camera Usa.
    Pechino ha sospeso l’export di sabbia naturale verso Taiwan, assestando un duro colpo almeno nell’immediato alla strategica produzione dell’isola di semiconduttori.
    Pechino, inoltre, intende prendere di mira altri tipi di agrumi e pesce per il presunto rilevamento “ripetuto” di residui di pesticidi eccessivi e di test positivi al Covid-19 sulle confezioni. Da lunedì sera, quando i funzionari statunitensi e taiwanesi hanno confermato che Pelosi si sarebbe recata a Taiwan per incontrare la presidente Tsai Ing-wen, le Dogane cinesi hanno sospeso le importazioni di oltre 2.000 dei circa 3.200 prodotti alimentari in arrivo da Taiwan …. ”
    E non è che l’inizio ….. bye bye america ….

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 08:15h, 04 Agosto Rispondi

    E’ una sporca guerra (come d’altronde ogni guerra)… ma qualcuno deve pur farla!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • francesco
    Inserito alle 13:08h, 04 Agosto Rispondi

    Ci sono già stati tante volte quegli aerei su Formosa. Ormai fanno parte del panorama e la gente, forse, bada più a uno stormo di rondini.. Per l’effetto delle sanzioni ci vorrà ancora qualche mese. E’ impensabile che gli imprenditori non abbiano fatto scorta (ciò è possibile solo in Europa)

  • Gasparino
    Inserito alle 15:24h, 04 Agosto Rispondi

    Mi è difficile capire come ragionano i vertici Cinesi.
    Prima o poi dovevano capire che l’incidente sarebbe accaduto e in questo caso è stato è stato accelerato dall’amministrazioe USA.
    Adesso chissà cosa sta fluendo nella materia grigia di Xi Jinping . E’ stato assente in tutta la sua Presidenza ignorando cosa bolliva in pentola da parte degli Yankee , assente pure quando ( doveva avvertire subito il segnale Amerikano ) sulla costruzione di una base militare USA sull’Isola di Taiwan . Adesso si ritrova il nemico in casa e chissà in tutti questi anni cos’hanno installato in questa base che va tutto a discapito della Cina in caso di conflitto. Non hanno fatto altro che una fotocopia dell’Insediamento effettuato dal 2014 in Ucraina, armando a più non posso Kiev in attesa d’una mossa strategicamente provocatoria “, che sembra sia arrivata !

Inserisci un Commento