Aerei francesi hanno tentato una provocazione vicino ai confini della Crimea

Eliseo Bertolasi

I caccia Su-27 delle forze aerospaziali russe sono stati messi in allerta a causa dell’avvicinarsi di tre aerei militari francesi ai confini russi: due caccia tattici Mirage 2000 e un aereo cisterna. Gli aerei dell’aeronautica militare francese ignorando le richieste dei militari russi, sono stati poi intercettati dai caccia Su-27.

L’apparizione di caccia francesi vicino ai confini russi non è stata affatto una casualità, come inizialmente si pensava: il volo è stato appositamente effettuato da aerei da combattimento in volo dalla parte occidentale del Mar Nero verso la Crimea, palesemente, per effettuare una provocazione, o col fine di elaborare probabili attacchi sulla Crimea russa. Ne da prova anche la presenza di un aereo cisterna, che ovviamente suppone una lunga missione, ma quest’ultima è stata interrotta dall’apparizione dei caccia russi Su-27.

Mappa mar nero

Nell’immagine presentata è possibile vedere la rotta di volo di due caccia francesi Mirage 2000. Come ci insegnano gli analisti, se si trattasse del consueto trasferimento di aerei da combattimento francesi in Romania, allora gli aeroporti lungo la rotta dei caccia francesi avrebbero potuto essere utilizzati per il rifornimento, oppure si sarebbe usato un aereo cisterna di uno dei paesi membri della NATO. Tuttavia, a quanto pare, la missione è stata attentamente pianificata, ma le forze aerospaziali russe non hanno consentito la piena attuazione dei piani.

Va notato che nell’ultimo periodo la NATO sta aumentando le tensioni vicino ai confini russi, costringendo la parte russa a reagire, anche attraverso il dispiegamento di forze supplementari vicino ai confini dei paesi membri dell’Alleanza.

Fonti: https://avia.pro/news/francuzskie-istrebiteli-soznatelno-ustroili-provokaciyu-ryadom-s-rossiyskimi-granicami
https://avia.pro/news/rossiyskie-su-27-perehvatili-gruppu-francuzskih-istrebiteley-u-svoih-granic

Tradotto da Eliseo Bertolasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM