“Adesso o mai più”.. la Nato sospinge gli ucraini alla controffensiva

La NATO ha già utilizzato i missili britannici Storm Shadow contro Lugansk, la città che è che è stata colpita con due o più missili, la Nato ha fretta di iniziare questa guerra, tanto i militari che i politici dicono “adesso o mai”. La Nato dice di trovarsi in allerta massima. I paesi dell’Alleanza Atlantica del nord dicono che sono in costante preparazione, ha detto Robert , il capo del comitato militare della Nato, durante una conferenza stampa dell’Alleanza, successiva a una riunione dello Stato Maggiore, così ha detto il capo del comitato.
Il conflitto può iniziare in qualsiasi momento, tuttavia è necessario lavorare per fortificare la difesa collettiva.
I servizi militari della Nato stanno monitorando l’attitudine aggressiva della Russia, operando insieme abbiamo raggiunto il guadagno maggiore dalla guerra fredda ma questo lavoro non è completo ha detto Bauer ed ha sottolineato l’importanza del lavoro di pianificazione militare di tutti i membri dell’Alleanza. Questo assicurerà il successo nell’organizzazione della sicurezza dei partecipanti del Blocco, da’ per sicuro il funzionario.
Da parte sua l’ex ambasciatore degli USA in Ucraina e incaricato d’affari della USA dal 2019 al 2029 nel paese, William Taylor, dice che bisogna sconfiggere la Russia adesso perchè con il tempo la Russia diventerà più forte ed è necessario sconfiggerla adesso. Una guerra prolungata è un beneficio per la Russia che tiene una gran capacità umana e di risorse militari . Una guerra prolungata porta vantaggi alla Russia e bisogna quindi risolvere al più presto la situazione sul terreno. Di questo c’è una crescente comprensione sia negli USA che nella UE e si ritiene che questa controffensiva possa risolvere la situazione ed accorciare la guerra, così che potrà essere decisiva. So che non bisogna mettere troppa enfasi su tale controffensiva ucraina ma adesso esiste l’opportunità. Infatti questo può essere un buon momento per lanciare la controffensiva visto che la Russia si trova in un momento negativo e le forze ucraine hanno acquisito maggiori capacità ed hanno ottenuto nuove armi ed hanno grandi opportunità, mentre l’esercito russo sta riducendo le sue capacità. I russi possono tornare più forti ma hanno bisogno di più tempo per prepararsi e per riorganizzarsi. Il tempo lavora per loro.
Questa guerra può portare a buoni risultati ma bisogna agire adesso, il tempo stringe.
Gli ucraini hanno capacità di guadagnare questa guerra però devono agire adesso, concentrare le loro forze e rompere le difese russe, anche se queste sono molto forti, devono entrare nelle retrovie, distruggere i loro depositi, magazzini e silos di riserve carburanti, creare scompiglio e confusione nel campo del nemico. E’ possibile che l’esercito russo sia sconfitto ed entri nel panico.

William Taylor

Questa potrebbe quindi diventare una offensiva vittoriosa come lo è stata quella di Kharkov a suo tempo, riconquistata dall’esercito ucraino. Questo è quello che mi rende ottimista, dice Taylor.
Sicuro che poi ci sarà una nuova offensiva russa ma gli ucraini continueranno a combattere fino a cacciare tutti i russi dal territorio ucraino, conclude Taylor.

Senza entrare nel merito di queste affermazioni, nessuno sa bene quale sia la reale situazione del fronte nel momento attuale ma è sicuro che la possibilità di un conflitto allargato è sempre più probabile.

Una volta preso atto di tutto questo si può pensare che Putin possa perdere la pazienza che fino ad oggi ha mantenuto, persino con le ultime provocazioni ucraine e con gli UAV lanciati contro il Cremlino.
L’ultima provocazione dell’attacco dei missili britannici contro Lugansk, anche se ancora non c’è una reazione ufficiale, è sicuro che questo porterà ad una reazione decisa da parte della Russia, vista la pericolosità di questi missili che possono essere utilizzati con un raggio d’azione di quasi 500 Km..
Tenendo in conto gli avvenimenti precedenti e la fornitura di armi sempre più sofisticate all’esercito ucraino, è inevitabile per la Russia attuare una strategia di difesa più efficace. Questa sembra sia in preparazione con una flotta di nuovi aerei d’attacco, circa 100, che saranno a breve utilizzati per portare una pioggia di fuoco sulle posizioni ucraine, incluso alle frontiere occidentali, e raffreddare le velleità della Nato di attacco contro la Russia.
Staremo a vedere quanto dura la pazienza di Vladimir Putin e il mondo rimane con il fiato sospeso.

Fonti varie

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM