"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

ADDIO ALLA RAZZA

di  Marco Della Luna

Lo dicono i numeri: la razza bianca si sta estinguendo per denatalità, anche nella sua principale riserva, la Russia (ovviamente si parla di razze umane nello stesso senso in cui si parla di razze feline e canine o equine: il tipo di una razza sfuma in quello delle altre, quindi c’è continuità da una all’altra). Sembra che abbia maturato un certo disincanto verso la vita e fosche aspettative circa il futuro.

All’interno delle estinzione della razza bianca, sta avvenendo una seconda estinzione, forse più grave: l’estinzione della civiltà occidentale, creazione peculiare di una parte della razza bianca (diciamo essenzialmente dell’area greca, italica, franco-germanica e britannica). E’ l’unica civiltà che abbia concepito e in parte realizzato un pensiero scientifico, una filosofia razionale, le idee di democrazia, di stato di diritto, di eguaglianza, di diritti individuali dell’uomo.

Questa civiltà sta estinguendosi per un generale imbarbarimento edonista e consumista, per il declino dei suoi capisaldi, per l’effetto della globalizzazione, della finanziarizzazione della società e per la pesante immigrazione di massa da aree culturali immensamente distanti da essa e con caratteri generalmente opposti ad essa. Dato che l’empatia è direttamente proporzionale alla somiglianza, la minaccia della catastrofe ecologica, nella prospettiva dell’estinzione della nostra civiltà, ci angoscerà meno, appunto perché non colpirà gente simile a noi.

Di fronte all’incombente estinzione della razza bianca verrebbe da dire, in base al principio della tutela di tutte le razze e specie minacciate di estinzione e delle varietà, che bisogna tutelarla con tutte le misure necessarie, anche contro l’immigrazione.

Io la penso diversamente. In questo mondo che sta diventando una fogna avvelenata senza via d’uscita e che vede il tiranneggiare di una dominazione tecnologico-finanziaria disumana, estinguersi è un privilegio, è una liberazione, è un diritto che rivendichiamo. Lasciare questo mondo guastato all’avanzata di genti che lo accettano, anzi se lo vogliono proprio prendere, nonostante sia ridotto così. De gustibus non est disputandum. Certo, se avete figli, vi sarà dura da mandar giù. Dovremmo però imporre una cosa, anche con la forza: di essere lasciati estinguere in pace e con decoro, senza pressioni e intrusioni violente.

Intanto vediamo che la povera Pamela di Macerata era stata irretita da alcuni nigeriani membri della potente mafia tribale nigeriana che spaccia droga, prostituzione e altro, che opera alla luce del sole e indisturbata nelle nostre città, il che implica che essa dispone di complicità opportunamente comperate negli apparati dello Stato italiano, il medesimo che va a imbarcare i migranti sotto le coste libiche. Anzi, il fatto che più o meno tutte le mafie immigrate, africane e non, ma soprattutto africane, vengono lasciate agire perlopiù impunemente e vengono anche spesso protette censurando le notizie sui mass-media, non solo in Macerata ma generalmente in Italia, fa intendere chiaramente che il loro sbarco, la loro presenza e la loro attività in Italia (cioè il traffico di droga, di prostituzione, di organi) siano materia oggetto di accordi a livello politico nazionale e siano appoggiati dai capi dell’immigrazionismo organizzato, sia imprenditoriali, che politici, che religiosi.

Gruppi nigeriani organizzati in Italia

Apprendiamo che il cadavere di Pamela era stato dissezionato con grande perizia tecnica da questi tribali nigeriani e che gli organi rilevanti per i sacrifici umani e per il pasto cannibalico rituale non sono stati ritrovati, anche se poi in qualche modo sono saltati fuori, secondo le fonti ufficiali, forse perché la gente non si inquieti troppo. Questi riti fanno parte del background culturale di quelle tribù nigeriane, in cui magia nera e affiliazione mafiosa e potere politico sono tutt’uno, e di molte altre tribù ed etnie africane (http://www.affaritaliani.it/cronache/mafia-nigeriana-ecco-come-opera-la-video-inchiesta-524116.html).

Intanto a Macerata si tiene una manifestazione in favore del meticciamento, e l’ONU rende noto il suo piano per la sostituzione del poco prolifico popolo italiani con il massiccio impianto di africani. Ma, dai sondaggi, pare che la popolazione italiana ormai presti poco credito a queste iniziative così politically correct. Sembra che gli italiani, ormai, non siano più felici di meticciarsi anche nella psiche e nei costumi con gli africani, ossia col tribalismo e l’islamismo. Fino a qualche tempo fa erano più ricettivi. Adesso sono divenuti in maggioranza afroscettici, oltreché euroscettici.

Nel lontano 2003 (Le chiavi del potere), scrivevo (ditemi se non sembra che io abbia il dono della preveggenza): « Riprendendo il discorso generale: affinché non si senta libero – libero di controllare l’uso del potere e del denaro pubblico – si fa anche vivere il cittadino nell’insicurezza fisica, attivamente importando criminalità soprattutto da Paesi extracomunitari, e non reprimendola, anzi incoraggiandola quando criminali o facinorosi si impossessano di interi quartieri o spadroneggiano in ampie zone geografiche, sotto gli occhi di tutti, espropriandoci del nostro territorio, mentre le istituzioni non intervengono nemmeno su denuncia dei cittadini.

Si vuole che questi ultimi capiscano chiaramente che non sono cittadini, ma qualcosa di meno; e che la legge scritta c’è, ma essi non possono pretendere che chi ha il potere la faccia osservare (ricordiamo: il potere in Italia è sempre inteso come primario). “Voi cittadini pretendete di scegliere chi vi governa? Poveri scemi, ve lo facciamo vedere noi, che è vero il contrario: siamo noi, i vostri governanti, a decidere chi è cittadino e chi non lo è! Altroché democrazia! Noi vi riduciamo a un livello di dignità e diritti inferiori a quelli degli immigrati clandestini, e vi facciamo pagare le tasse per dare loro gratis alloggio e assistenza sanitaria mentre li togliamo a voi! E se avete soldi da buttare, provate pure a rivolgervi alla magistratura: tanto è più progressista di noi!” Così parla il Buonismo.

In effetti, il principale problema politico nella globalizzazione, dalla parte del potere, è produrre e governare le masse di consumisti-lavoratori imbecilli richieste dall’economia e dal bisogno di consenso. Il genere umano è ridotto a mera componente del ciclo produttivo del profitto. I popoli che non si prestano più al buon funzionamento del ciclo, anche per scarsa prolificità e troppa criticità- ossia noi – vengono rimpiazzati con invasioni di immigranti e neutralizzati con l’assistenzialismo, la droga, il rimbecillimento televisivo, etc., in modo che non si accorgano e non si oppongano. Eutanasia. Ma chiamiamola ‘buonismo’…

Guardate le nuove generazioni: in larga parte menomate da un’educazione narcisizzante, che non insegna il governo dei propri impulsi quindi non forma all’indipendenza e all’applicazione; instupidite dalla televisione, dalla discoteca, da un uso dilagante di droghe; esistenzialmente fragilissime; istruite da una scuola penosamente inadeguata; giovani pieni di esigenze, schizzinosi, delicati, incapaci di sostenere privazioni e frustrazioni. Devono competere con immigranti che in larga parte sono spinti da fortissima motivazione ad affermarsi, sono disposti a sacrifici e disagi, capaci di rinunce e disciplina, ma anche di violenza – la quale fa spesso parte della loro storia di vita e di adattamento sin dalla nascita. Sono capaci di fare e sopportare cose che i nostri neanche si sognano. E fanno figli, figli, figli a non finire. Se si lascia che questa competizione inizi senza prima perlomeno attrezzarci e addestrarci, e attrezzare e addestrare i nostri figli, possiamo considerarci già sopraffatti, sconfitti e scacciati.

Il problema non è la nostra superiorità, ma bensì la nostra inferiorità. Le esigenze del capitale e la ricerca del consenso hanno richiesto la coltivazione di personalità deboli e dipendenti dal consumismo, poco disposti alla rinuncia e al sacrificio. Hanno plasmato così i popoli dell’Occidente. Ma ora popoli così plasmati non rendono più, non vanno più bene. Hanno troppe pretese ecologiche, sindacali, assistenziali; non si riproducono; contestano; non comperano più come prima e la domanda interna langue malgrado i rimborsi fiscali. Vanno rimpiazzati. Dentro gli altri! E così si dice che gli altri entrano nell’interesse nostro, e che, inoltre, è nostro dovere morale accoglierli, mentre mettere in dubbio queste due verità è immorale e fascista…

E l’etologia, confermando la storia, ci avverte che l’uomo, una volta sciolto il suo legame col territorio, perde l’attitudine a difendersi e diventa remissivo, facilmente dominabile. Al cittadino si toglie il territorio sia lasciando imperversare nel suo ambiente la criminalità, che inibendogli la tutela della sua dimora (col punire l’autodifesa contro la criminalità entro le mura domestiche), che insidiandogli i diritti dominicali.»

Fonte: Marco Della Luna

*

code

  1. HERZOG 4 mesi fa

    Vedete com’e’ TUTTA una congiura ,cosa NE viene Fuori da questo articolo ? La morale qual’e’ ? Tiratevi una Bella rivolverata e chi se visto se visto ! C’e’ proprio da ascoltarlo un avvelenatore di popoli del genere e non sapetequanti CE NE stanno in Internet ! Hanno paura del razzismo e del fascismo questa e’la verita ‘ ,cosi CERCANO con mille mezzi di avvilirvi farvi vedere che tutto va male che tutto e’ corrotto che non vale la Pena reagire che ormai siete piu di la che di qua ecc ecc. Con lo sfollagente vedrete come si risolvera tutto alla svelta,la tolleranza l’accoglienza l’umanitarismo suicida ,I fascisti ( siete tutti FASCISTI CE l’avete nel DNA sicuro al100%) son Tornati ormai l’ingranaggio e’ ripartito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 4 mesi fa

      Se in Italia fosse facile armarsi come negli usa le cose sarebbero molto diverse.Intanto,in Calabria, un nigeriano ammazza un cane e lo fa alla piastra invitando anche gli amici,passato praticamente sotto silenzio tranne qualche sparuto trafiletto a pagina 15,ma stamattina i tg aprivano con a corsa clandestina a Palermo dove cavallo e fantino si spiaccicano contro un palo,ovviamente sparato su tutti i notiziari perche’ i terroni sono senpre brutti,sporchi e cattivi e piu’ terroni dei nigeriani.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Brancaleone 4 mesi fa

    L’articolo è condivisibile ma mi chiedo: come finirà questa storia? La pentola a pressione fino ad un attimo prima che esploda sembra placidamente borbottare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. paolo 4 mesi fa

    Siamo al punto del non ritorno.
    Siamo di fronte al fatto compiuto.
    Guardiamo la foto in alto, (scattata in Italia)
    questi sono animali, non certo uomini.
    E i nostri giovani?
    Li vedo, li osservo i giovani maschi bianchi italiani,
    con la barba curata e i capelli con la crocchia, oppure il codino in cima alla testa, pari pari le bambine di 10/12 anni.
    Mi dispiace ammetterlo, ma questo popolo è finito!
    Neppure coloro che dovrebbero difenderci, sono oramai in grado di farlo, i generali delle forze armate si sono autocondannati all’ignavia per un piatto di lenticchie, ridotti a farsi impartire gli ordini da una casalinga, spuntata dal nulla.
    Una follia di cui non se ne intravede la fine e un grande senso di impotenza che pervade i pochi che non ci stanno.
    Aspettiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      concordo. Anche se è più rischioso aspettare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. claudio 4 mesi fa

    Chissà se questo marco è della luna o sulla luna…o magari viene dal pianeta papalla, chi se lo ricorda ha qualche annetto.. le vere origini dell’estinzione molto prossima ventura della razza bianca, e cristiana, non dimentichiamocelo, risalgono a 2 guerre mondiali combattute per la gloria dei giudei e, soprattutto, le politiche della metà degli anni 70. Queste politiche furono promosse ( leggi obbligate ) dai servi del capitalismo mondiale con a capo pannella e lady pompetta bonino. Furono la legge sul divorzio e quella sull’aborto che determinarono i risultati attuali. Ogni anno in italia 250/300 mila donne ammazzano i loro figli ancora prima che nascano e non voglio essere rotto al cazzo eccependo che ci sono anche gli stupri, al tempo non c’erano negri o islamici demmerda che giravano delinquendo in italia.. se fate caso è più o meno la stessa cifra di clandestini che entrano in italia… capite si?? Noi permettiamo che i nostri figli vengano ammazzati, le donne acconsentono, anzi pretendono come diritto inalienabile che un medico gli strappi la vita che sta creando direttamente dal suo grembo.. sapete quanti sono, grosso modo, gli aborti commessi in italia in 42 anni?? Fatevi i calcoli, ma qui manca mezza generazione dai 41 anni in giù, quindi niente manganelli…in europa da allora si parla di circa 500milioni di BAMBINI MORTI… avevate mai sentito parlare di una guerra più devastante?? Bambini.. il progetto era di quell’anima candida e filantropica di rockfeller e si chiamava progetto crescita zero.. quando vi dico che sti bastardi sono avanti di 50 anni rispetto a noi credetemi e aumentate pure la stima.. il divorzio. È stato un cambiamento che ha creato dei danni incalcolabili, milioni e milioni di famiglie distrutte, padri annichiliti, mogli convinte di essere furbe che ora si ritrovano vecchie e sole, ma soprattutto un danno incalcolabile per i figli, i bambini.. che da un giorno all’altro hanno visto scomparire il loro mondo, sballottati da tutta una serie di eventi anche giudiziari che li hanno segnati per sempre.. si perchè sono finiti in mano ai giudici.. io ho lottato come un ardito della prima ora per non perderlo, parlo per esperienza.. e aggiungo che questa è una società senza padri e che quindi i figli crescono senza che nessuno gli trasmetta i valori che da sempre sono il faro della nostra civiltà.. le donne pensano ai cazzi loro, palestra, amanti.. e i figli vanno negli asili, da soli o con gli orchi di cui si sente parlare spesso..
    la scuola: la scuola è terminata, finita, e tutto è cominciato con il famoso 6 politico che ha azzerato la meritocrazia… tutte battaglie portate avanti dalla sinistra, fin dal 68, che quando sento dire che non ci sono più i comunisti di una volta io dico: meno male.. tale legge o consuetudine ha di fatto creato una massa di ignoranti e disoccupati ai quali è passato tutto l’entusiasmo.. finisco parlando dei piani di marketing della droga creata dalla cia per finanziarsi e per allontanare i ragazzi dalla politica… quindi caro della luna la prossima volta studia…lascio però un messaggio di speranza, i figli sono il futuro di una nazione e, salvo idee che sempre mi sorgono in testa, l’antidoto è fare figli..era uscita una legge che assegnava un sussidio alle famiglie italiane ma un tribunale di milano ha deciso che va esteso anche agli stranieri… il potere giudiziario è stato conquistato a suon di giidici seri morti o gambizzati negli anni 70 ed ora abbiamo questa merda sinistroide globalista che ci giudica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Brabus 4 mesi fa

      Concordo, oramai non c’è più niente da fare, è andata così e siamo praticamente finiti. Possiamo solo sperare nella prossima caduta degli imperi dominanti (USA ed EU) con la liberazione di tutti i paesi. Sarà dura ma potremmo risorgere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Jack 4 mesi fa

      “Il potere giudiziario è stato conquistato a suon di giudici seri morti (ammazzati) negli anni ’70”.
      Esatto. Ma non solo giudici, anche magistrati,intellettuali,giornalisti,professori,sindacalisti,
      politici ecc..praticamente dovevano togliere di mezzo quelli che non erano corruttibili e che
      restassero le merde che ci ritroviamo oggi.
      Se ha tempo o voglia guardi questo film (che non è soltanto un “film”) Sono sicuro che le piacerà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 mesi fa

        mi scrivi il titolo per favore ? Io non riesco a vederlo, a me da errore

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Jack 4 mesi fa

          Ciao, anche a me dà errore..strano. Comunque,lo trovi su youtube digitando il titolo che è
          :”Io ho paura” 1977 di Damiano Damiani con Gian Maria Volontè.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. atlas 4 mesi fa

            S T U P E N D O caro Jack. L’avrò visto almeno 20 volte, mi ci identifico per ovvi motivi; ora vedo se lo posso postare io. Anche la colonna sonora di Riz Ortolani è stupenda. Quel tipo di cinematografia e relative colonne sonore, credo di averla quasi tutta

            https://youtu.be/fTzBSuyvV8o

            Mi piace Non mi piace
          2. atlas 4 mesi fa

            ‘Emanuele Reho’, il mio canale youtube: se ti piacciono quelle colonne sonore e quel tipo di produzioni cinematografiche puoi trovarvi qualcosa, ciao

            Mi piace Non mi piace
          3. atlas 4 mesi fa

            anche questo è molto bello, del 1983 con relativa colonna sonora di Armando Trovajoli, praticamente quasi introvabile; l’ho caricato e ‘ricostruito’ io in video/audio alta risoluzione. Lo vidi per la prima volta alla scuola allievi cc di Roma, quindi ha un ricordo particolare per me. Qui i Russi come al solito sarebbero ‘i cattivi’, ma … …

            https://youtu.be/P7zimw3nxTk

            Mi piace Non mi piace
    3. lister 4 mesi fa

      Perfetto, Claudio, come sempre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. pierovalleregia 4 mesi fa

    salve
    concordo, per filo e per segno, con quanto scritto da Claudio e mi permetto di aggiungere alcune cose: il mitico (per alcuni) “68”
    ha avuto come unico scopo di “democraticizzare” droga e perversioni sessuali, fino ad allora esclusiva della alta borghesia e di ranghi
    ancora più elevati, eliminando nel popolo, ancora sano moralmente e fisicamente, la capacità di combattere e di conoscere il bene ed il male.
    Un’altra cosetta è quella di far notare che, come scrive Della Luna, sono stati proprio i “diritti dell’uomo”, la “democrazia” e “l’uguaglianza”, i prodromi del caos attuale.
    L’origine del male attuale è frutto della rivoluzione francese e del terrore …
    un saluto
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 4 mesi fa

      È esattamente così caro piero, l’origine fu quella, la rivoluzione francese pagata dai giudei.. il popolo amava sia luigi 16 che maria antonietta d’austria e le storie sulle brioche sono cazzate.. ho letto in proposito un libro in francese consigliatomi da Celine, marie-antoinette e les complotte maçonique del barone robert d’aste del 1910 che consiglio.. quello fu il primo attacco al legame tra Chiesa e regnanti che impediva ai massoni e ai giudei di fare il cazzo che vogliono come accade oggi.. per jack, si, è vero, ho tagliato perchè mi stavo dilungando troppo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pierovalleregia 4 mesi fa

        …mi permetto di segnalarti, sullo stesso argomemto: di Pierre Gaxotte “La rivoluzione francese” dalla presa della Bastiglia all’avvento di Napoleone;
        Una delle cose più intertessanti del libro è dove, con dati e fonti alla mano spiega che tutti i benefici elargiti da Napoleone erano, in realtà
        già stati concessi dal sovrano deposto ma sopressi dai rivoluzionari …
        un saluto
        Piero e famiglia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. paolo 4 mesi fa

          La rivoluzione francese ebbe per l’Italia un ruolo marginale, tant’è che la monarchia italiana visse i suoi fasti fino al 1946.
          l’inizio del male, per quello che ci riguarda, lo collocherei più con l’unità d’Italia di Mazzini e Garibaldi.
          Naturalmente, la mia è solo un’opinione.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. pierovalleregia 4 mesi fa

            … la rivoluzione francese non è stata per nulla marginale; le sue (non) idee hanno impestato ovunque e, continuano a farlo.
            Napoleone fu si sconfitto a Waterloo ma solo sul campo militare, pedrchè il giacobinismo rivulizionario e terroristico ha continuiato a varcare i confini ed è poi diventato comunismo.
            un saluto
            Piero e famiglia

            Mi piace Non mi piace
          2. atlas 4 mesi fa

            concordo Paolo sulla libertà per le Due Sicilie. Per il resto io non leggo ‘celine’, ma i protocolli de savi di sion. Lì c’è tuta l’antropologia politica che serve all’intelligente ideale

            Mi piace Non mi piace
  6. illupodeicieli 4 mesi fa

    E’ in tutta Europa, almeno in quelle nazioni che fanno parte dell’Ue, che le notizie sui migranti, dagli arrivi agli atti compiuti da questi
    (che siano crimini o altro: esempio, aiuti economici perché costoro “avviino attività commerciali”…alla faccia nostra) siano occultate,
    e non vengano comunicate ai media o nel web. Sapete che qui a Cagliari, quindi periferia italiana, si devono “lasciare in pace” i
    segnalatori di parcheggi liberi, quelli che quando trovi un posteggio vengono a chiederti soldi o ti invitano a fare acquisti? E che dire
    di coloro che sostano fuori delle attività commerciali, come bar o ristoranti o market, e insistentemente ti domandano soldi? Se poi
    si vuole entrare nello specifico, possiamo elencare, in ordine sparso: che i vigilantes dei parcheggi comunali, sono stati invitati a non
    segnalare fatti o episodi criminali, perché le forze dell’ordine hanno altro da fare; che anche in palazzi dove ci sono uffici pubblici e
    che tuttavia ospitano anche extracomunitari, le forze dell’ordine chiamate proprio da responsabili di tali uffici, si sono sentiti dire
    che “sono richiedenti asilo, e non possiamo intervenire, perché poi ci passiamo noi”; che le attività ricreative e culturali, hanno quasi
    quasi tutte un invito all’integrazione, come le favole senegalesi raccontate da “un mediatore culturale” in occasione dell’apertura di
    una biblioteca comunale in un quartiere, quello della Marina, ormai occupato da attività gestite da extracomunitari (per loro i soldi
    ci sono: noi non abbiamo diritto ai finanziamenti); abbiamo anche avuto, noi come il resto d’Italia, il privilegio di festeggiare il
    capodanno cinese, l’anno del cane. Si può proseguire , avrò anche riportato cose non strettamente pertinenti, ma l’importante è che
    è il nostro modo di intendere la vita che viene messo in discussione, viene sminuito, privato di ogni valenza positiva e tutto per fare
    posto a qualcosa che non ci appartiene. A ciò si aggiunge che le persone di cui ci siamo fidati, hanno tradito noi e i nostri ideali: è
    sufficiente pensare a un amministratore pubblico che, come è accaduto da noi, finanzia le attività degli extracomunitari e non
    rimane sveglio di notte per cercare il modo di far riparte l’economia nella propria regione. Penso di aver scritto anche troppo: scusate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Totila 4 mesi fa

    Non mi trovo in sintonia con l’articolo e il suo scrittore.
    Prima di tutto non è vero che ci troviamo di fronte all’estinzione della razza bianca, piuttosto all’estinzione del ramo occidentale dei bianchi
    cioè: Germani (Germania, Gran Bretagna, Svezia, Austria, Norvegia e in parte Danimarca, Francia) Mediterranei (Italia, Grecia, Spagna, Portogallo e Francia)
    [la Francia va considerata un mix derivante da Germani e popolazioni gallo-romane].
    Non sono in pericolo imminente tutto il ceppo slavo, sia meridionale (croati, serbi, sloveni), occidentale (cechi, slovacchi e polacchi), e quello orientale (russi e ucraini).
    i popoli slavi hanno subito TUTTI una decrescita spaventosa della natalità dopo il crollo dell’ URSS è vero, ma le politiche nazionalistiche di questi paesi con grande aiuti
    da parte dello stato che assiste la creazione di famiglie li stanno facendo ritornare a livelli accettabili; inoltre sono stati che proteggono i loro confini e non sono zone appetibili
    dai migranti.
    Un caso particolare tra i popoli germanici è l’Islanda, i VERI discendenti dei vichingi hanno il tasso di natalità più alto tra la popolazione bianca, ed il fatto che il popolo sia nazionalista e compatto tanto da aver rifiutato in massa l’adesione all’euro
    fa sperare per il futuro di questo popolo. il freddo e la posizione geografica la rendono poi meta snobbata dai migranti.

    Secondo punto, la fine di una civiltà comporta sempre l’estinzione del suo popolo, la situazione attuale è praticamente identica a quella romana tardo imperiale (dal 350 d.c. in poi); chi ha studiato storia sa che in quel periodo vi è stata una perdita dei valori
    fondamentali e morali, dell’appartenenza al territorio, livelli di disoccupazione spaventosi (si viveva di sussidi statali e si sprecava il tempo agli spettacoli alla feste e ai giochi), pressione fiscale così alta che i terreni e il commercio veniva abbandonato in favore di latifondisti e patrizi che riducevano poi ptaticamente in schiavitù i lavoratori (ricorda qualcosa?)
    il popolo era contento delle invasioni germaniche sperando che spazzasse via uno stato ormai diventato inutile, un fardello per il povero popolano, gli imperatori i senatori e i generali erano o inetti o pensavano solo alla loro carriera, a nessuno importava più della cultura, della gloria e del lascito di Roma (salvo qualche eccezione)
    la differenza sta nel fatto che intanto la nostra crisi culturale è stata voluta dall’èlite dominante (quella romana è stata una conseguenza), e secondo che i popoli invasori non sono più germani/norreni, slavi con qualche popolo turco, tataro e mongolo.. ma si tratta in larga parte di africani sub-sahariani e arabi, con l’aggiunta di cinesi, persone del sud-est asiatico e ceppo indiano, che tra l’altro
    sono popoli che si non si integrano ma non destabilizzano le società ospiti, e soprattutto non sono migranti ma immigrati, cioè vengono con lo scopo di cercare lavoro nel territorio e costruire un nucleo familiare e magari anche imprenditoriale, al contrario del primo gruppo soprattutto africani il cui scopo è solo consumare quel che trovano già pronto.

    in conclusione la morte non sarà della razza bianca, ma dei bianchi occidentali, e se questo comporterà la scomparsa anche della nostra “cultura” ormai degenerata e americanizzata allora quasi quasi non mi dispiace.
    forse un modo a trazione est-europea e asiatica (Cina, Giappone e India) può risollevare le sorti del nostro mondo.
    mi dispiace solo per la nostra cultura vera, quella millenaria partita dalla Grecia e arrivata fino all’espressione massima rinascimentale dell’umanesimo, con picchi incredibili fino alla seconda guerra mondiale, poi dal 45 è inziato il nostro declino di civiltà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Totila 4 mesi fa

      aggiungo anche per quanto riguarda il primo punto che i bianchi occidentali germani e mediterranei sono in via di declino in Europa ma nei territori colonizzati oltre oceano non sono in pericolo,
      mi riferisco principalmente a: Nuova Zelanda e Argentina, ed in parte Australia, più tutte le varie isolette dell’emisfero australe in cui vi è una buona fetta di popolazione di origine Europea occidentale, e le regioni del Canada francofone e Gaeliche tipo la nuova scozia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. claudio 4 mesi fa

      Totila, e ti pare poco?? Si estingue il cuore dell’europa, la Razza per eccellenza, quella che ha insegnato a tutto il mondo a sedersi a tavola e tu minimizzi?? Scusa sai se tra quelli ci siamo pire io e mio figlio e quindi non lo accetto.. forse puoi accettarlo tu che forse ti senti ostrogoto, dal nome, ma io no.. oltretutto sapendo qual’è l’antidoto a questa estinzione..capisci si?? Io non voglio arrendermi.. chi ha deciso questo è ebreo per cui prima ce li togliamo dai coglioni meglio è… non ci vuole tanto, basta volerlo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Totila 4 mesi fa

        E come pensi di fermare un fenomeno di tale portata? non tanto perchè è voluto dai potenti, ma perchè il 90% degli abitanti stessi dei paesi occidentali implicitamente
        o addirittura esplicitamente approvano tale fenomeno!
        Credi che a me faccia piacere che l’occidente si auto elimini? assolutamente no, ma cosa dobbiamo difendere esattamente? il consumismo? il globalismo? le generazioni social network dipendenti?
        perchè la razza per eccellenza come la definisci tu al giorno d’oggi a questo si limita culturalmente.. siamo già morti come civiltà con la sconfitta nel 45.
        è il destino dei popoli quello di nascere, fiorire e scomparire, abbiamo solo la sfortuna di essere nati nel periodo del declino della nostra civiltà.
        e comunque la nostra fine servirà da monito ed esempio per le nazioni che sopravviveranno, in modo che la popolazione non commetti lo stesso errore dell’occidente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Jack 4 mesi fa

          “Il destino dei popoli è quello di nascere,fiorire e scomparire”..si si, però ce n’è uno ,c’è una razza
          che è da tremila anni che è ancora lì e che schianta i maroni. Ci sarà un perchè..sicuramente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. atlas 4 mesi fa

          totila. Approvo in parte. Cmq stai trattando di etnie e magari di stirpi, non di razze. L’imbastardimento poi, può riguardare le società, non la razza Europoide Europide: non vedo molti matrimoni ‘misti’

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. Silvia 4 mesi fa

          anche se un po’ degradata, la civilta’ europea e’ tuttora superiore a quella degli Africani subsahariani (che sono la maggioranza dei richiedenti asilo in Italia), quindi sarebbe da difendere.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        4. claudio 4 mesi fa

          I giudei. Questo è il problema.. ciclicamente i popoli da loro sfruttati si sono ribellati e li hanno cacciati. Questa è la soluzione, non le ideologie politiche create da loro stessi come il comunismo o il wahabismo sunnita perchè questi sono strumenti giudei.. ci hanno rotto il cazzo per millenni.. e sempre erano vittime.. 6 milioni di morti, ce lo menano dalla prima guerra mondiale.. ebbene, diamogli questa soddisfazione.. facciamo 6 milioni di morti ebrei… l’ho già scritto qui in un altro articolo, l’ unica soluzione per il medio oriente ( e per il mondo intero ) è far scomparire israele, avremo almeno 300 anni di pace..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. HERZOG 4 mesi fa

    consiglio digitate :” antimassoneria altervista” download libri ” le forze che manovrano il mondo ” Di Vermjons ,Emanuele reho il Nome mi da l’idea di ” Fetor judaicas” il mio Herzog o graf non e’ un Nome ma qualcosa d’altro basta translation in tedesco ,ma a me puo anche andar bene lo stesso basta che LA smetta di dire quello che non e’ ,essere preso per scemo non e’ bello ,si riveli una buona Volta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      è il tuo fetore giudeo provocatorio che è arrivato sino a me, ma ci vuol poco a respingerlo con il profumo delle parole. Se non sei proprio come una rosa da leggere magari è perché non hai studiato molto non è così ? Poi te lo scrissi testualmente già un’altra volta che non si filosofeggia con le tue scorregge

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Salvatore RIZZO 4 mesi fa

    D’ accordo su tutto, ma vorrei precisare che in italia non si fanno figli per un uso liberticida e criminale del divorzio , per di piu fino a oggi incentivato dallo sStato piuttosto che contenuto. Infatti con tutte le famiglie distrutte chi è quel fesso che si vuole sposare e poi farsi rovinare dalle ex… Ci
    Vuole una serie di passi indietro in questa società occidentale, che con queste leggi ci stanno rovinando, soprattutto in ambito familiare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Salvatore RIZZO 4 mesi fa

      Senza dimenticare l’ abominio dell’ aborto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. atlas 4 mesi fa

      propongo d’incidere il tuo commento sul marmo e di esporlo in tutte le piazze e luoghi pubblici di ritrovo. Solo che alcuni potrebbero prenderlo per anticristiano. Non è antislamico

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Silvia 4 mesi fa

      Per me, dipende di piu’ dalla mancanza di posti di lavoro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 4 mesi fa

        Credo che sia invece una questione culturale, nel senso che la gente è cambiata ” grazie ” a modelli di riferimento sbagliati partiti con la mai maledetta abbastanza rivoluzione culturale. Il giudeo è furbo, ha distrutto la società passando attraverso quello che ne era il pilastro e lo ha trasformato nell’anello debole. Il modello classico cristiano è Gesù Giuseppe e Maria, un modello che ha permesso lo sviluppo della nostra civiltà, cioè la famiglia classica.. in questo modello Gesù è il figlio di Dio che è stato generato da una Donna, Donna che presentava certe caratteristiche.. quindi la donna è la figura centrale e più importante del modello stesso.. lei ERA al centro di tutto. Lo era anche nei tempi delle caverne, è o era normale per l’uomo basare la propria famiglia su una donna che gli desse dei figli.. poi la televisione ha fatto credere che la donna così com’era non era tenuta nella giusta considerazione, che avrebbe dovuto ” emanciparsi “.. che bella parolina, vero?? Ce lo hanno messo in saccoccia con delle belle paroline.. una volta le donne stavano a casa perchè quello era il fulcro della famiglia, li loro esercitavano il loro ruolo preminente ed infispensabile all’interno della famiglia.. e con loro c’erano le loro madri, le loro nonne, le loro zie.. tutto il nucleo che rendeva forte la famiglia.. il sistema garantiva la continuità della famiglia, della comunità, della nazione e il futuro dei figli..figli che venivano messi al mondo in giovane età, a prescindere dalle condizioni economiche.. porto un esempio a me vicino, i miei sono stati insieme per 54 anni, mio padre operaio, 3 figli cresciuti..ora guardati attorno.. le donne fanno le schiave ai supermercati quando non peggio.. i figli chi li guarda?? Chi li segue?? E ci lamentiamo se iniziano un percorso di droga e si perdono?? E i vecchi?? In ospizio se hai i soldi, altrimenti, visto che sono un costo sociale, li eliminano per legge.. la donna non conta più un cazzo, ridotta a strumento sessuale, spesso ansiosa di volersi dimostrare ancora più zoccola di altre in una gara a chi scende più in basso.. mi fermo qui perchè il resto dello sfacelo è sotto gli occhi di tutti ed ognuno può portare decine di esempi..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 4 mesi fa

          sto notando un leggero miglioramento nei tuoi commenti e ci ho messo il ‘mi piace’, da obiettivo quale sono, continua così, forse potrai essere un uomo utile alla tua società diversamente italica

          la riduzione a strumento sessuale è figlia della mancanza di profondità di pensiero femminile, ma non è detto che l’essere zoccola ne sia una diretta conseguenza. Cmq personalmente cerco di prendere solo il meglio di quello che offrono

          sui riferimenti religiosi ognuno ha i suoi affari, si vive in pace basta che il suo credere non entri in conflitto con me

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Silvia 4 mesi fa

          Pero’, quando la donna stava a casa moltissimi mariti le rinfacciavano che erano solo loro uomini a portare a casa i soldi e che quindi potevano comandare e spadroneggiare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. claudio 4 mesi fa

            Cara silvia, purtroppo siamo stati abituati a dare maggior considerazione al particolare, all’eccezione rispetto al totale, alla consuetudine.. spessissimo i mariti consegnavano lo stipendio alla moglie la quale provvedeva all’economia domestica nell’interesse della famiglia.. tranne mio padre.. 🙂 questo tuo discorso assomiglia a quando si vogliono far passare delle leggi che non interessano la massa ma solo qualche caso sporadico.. esempio: l’aborto. Siccome ci possono essere dei casi di stupro, dei casi di deformazioni accertate del feto o patologie congenite approviamo la legge che consente a tutte le donne di uccidere a piacimento il bimbo che gli sta crescendo nel grembo.. un assurdo, capisci si?? Quanti caso potranno essere?? 10?? 100?? 1000?? Bene, stabiliamo che in quel caso e solo in quel caso si possa praticare l’aborto… invece abbiamo depenalizzato un reato… o no?? Questo meccanismo del far apparire più importante l’eccezione rispetto al totale dei casi ha un nome un cognome ed un papà, si chiama finestra di overton.. un sociologo che codificò un sistema infallibile per la manipolazione delle masse.. è un piano di comunicazione in 6 fasi che porta qualunque argomento, mettiamo il cannibalismo, dall’essere inaccettabile, al possibile al giustificato all’essere legge di stato in barba al popolo intero che non si è mai espresso e mai lo lasceranno esprimere…se ti va cercalo su internet senza che sto qui ad annoiare chi lo conosce..

            Mi piace Non mi piace
  10. HERZOG 4 mesi fa

    Salvatore Rizzo dimostra quel che dico sempre gli italiani sono FASCISTI ,e chi dice di non esserlo si sara’ solo ingannato piu a lungo ,il lavorio ininterrotto dei politici e’ proprio questo riuscire a Tenere diviso in odi reciproci il popolo ,I politici sono Massoni se vi tiraste via una buona volta le Fette di mammuth che avete davanti agli occhi vedreste come Salvini e LA Boldrini si Sguardavano,sono tutti massoni ! ,sono gia’ d’accordo e cosi gli altri sono dei divi da Loggia dei Ventriloqui degli Ebrei veri padroni di tutto ,son cose che bisogna conoscere ,I blog che consultate sono fatti per acchiappa merli ,I libri solo I libri svelano tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      è ‘il tromba’ l’ultimo che hai letto ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. max tuanton 4 mesi fa

    Totila stia attento: il comunismo non c’e’ piu almeno in Italia ,gli ebrei sono circa 25000 25000 pure i Massoni,capisce? Scrolarsi di dosso questa Genia dii parassiti rovina popoli non e’ impossibile : massoni e ebrei sono il Ladro e il Serpente Dantesco come diceva Dante:”fusi insieme Fiera divenuto si Fugge Zufolando e l’altro dietro a lui Parlando sputa ” ,sono 4 gatti mestatori immorality impestati sono talmente pochi che il Duce disse” gli ebrei non esagerino a intrigare altrimenti li prendo tutti in ostaggio e li Metto su di un isola l’ho fatto gia con gli africani “

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      da chi hai preso l’ultima citazione, dai diari di Ciano ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. claudio 4 mesi fa

      Ed è la verità caro max tuanton.. il nemico non è così numeroso come potrebbe sembrare.. è un cancro.. si forma in un organo e modifica la struttura dell’organo stesso portandolo alla morte.. bisogna eliminarlo, non ci sono alternative. Punto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. riki 4 mesi fa

    Eliminare il problema eliminando qualcuno o qualcosa, non risolve a lungo termine. Eliminare la causa si! Il genere umano non ha sviluppato i sentimenti veri, non ha sviluppato nemmeno l’intelligenza che serve per risolvere il problema; se lo avesse fatto, tutto questo non esisterebbe, e le persone negative non avrebbero nessuna influenza sull’umanità; non avrebbero nessun potere sugli altri – non ci sarebbero ne servi ne padroni.. guerre odio torture e sopraffazione di ogni genere. La vita e la morte delle civiltà si susseguono all’infinito perchè l’uomo non riesce e emanciparsi.. ( consapevolezza) Pensa ai misteri delle piramidi: é un millennio che propalano fake news sul fatto che le avrebbero costruite gli egizi, e la gente ci crede.. non immagina nemmeno il grado di conoscenza dell’uomo nel passato ( o esseri non terrestri) . Pensa di vivere in un mondo moderno tecnologico oggi. Le fake news le fanno per chi ci crede, e tutti credono! Guai a dirgli!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 4 mesi fa

      Purtroppo caro riki questo discorso, pur condivisibile, non devi farlo a noi, ma a quella setta religiosa che stampa il denaro e che ci considera bestie da eliminare.. la mia è semplicemente autodifesa e, ti assicuro, non esiste nessun altro sistema, nemmeno per emanciparsi, proprio perchè la maggior parte delle persone non ha consapevolezza a causa di manipolazioni di tutti i tipi compiute dalla suddetta setta religiosa.
      piramidi: non so dirti se le hanno costruite gli alieni o gli egizi o chi, ma, fin da piccolo non ho mai creduto alla teoria dell’evoluzione e negli anni ho avuto solo conferme della bontà del mio ragionamento.
      conoscenza: non ho mai pensato che noi siamo più furbi dei nostri antenati solo perchè non sono qui a testimoniarlo, loro no, ma rimangono le opere che, infatti, dovrebbero farci riflettere..
      in cauda venenum ma non per riki: io non pubblico commenti per avere il mi piace e non mi interessa essere apprezzato saltuariamente o in via definitiva da chi io considero un subumano in continua contraddizione con se stesso..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 4 mesi fa

        Aggiungo che lavorando ai musei vaticani mi rendo ben conto di quanto è difficile il confronto con certe persone del passato.. quando sei di fronte a certe opere d’arte e pensi che michelangelo aveva braccia 2 mani 2 occhi come te è dura…ed è dura per tutti…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. max tuanton 4 mesi fa

    Claudio lei e’ verace the roman pure non ho I mi piace pero condivido ,a parte quando offende quel troll impestato reietto di chissa quale Ghetto parlo di Atlas che si crede chissa chi un buco di c…che si crede giove allo specchio ! Tornando a riki LA radice di tutti I Mali sono sempre stati gli stessi da 2000 e piu anni quelli che hanno messo in Croce Gesu ,e che lui chiamo’ figli del diavolo,il problems e’ che inostri governanti ( dopo aver perso LA guerra mondiale) si sono prostituiti anima al corpo al ghetto.Quel popolo ciencioso con il ritorno dei Fascisti ha dei brutti presentimenti si sente alla berlina ,comincia a tirar una brutta aria aria da naufragio ,stavolta sanno di rischiare con Hitler l’hanno scapolata ma adesso c’e’ internet

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. riki 4 mesi fa

    Dopo che mi avevi scritto.. che la mia ex lituana doveva essere un trans – non scrivere caro riki – scrivi quello che vuoi.. ma non a me. Son stato io a provocarti per primo, quindi mi hai insaccato e, in un certo senso mi sta bene. Le parole pesano come macigni però.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 4 mesi fa

      Riki, scusami non ho capito e mi son sentito chiamato in causa, io avrei detto che la tua ex è un trans?? Non ricordo tale episodio.. ma forse non ti riferisci a me.. io ho la massima opinione di te come di tanti altri che leggo con piacere.. tranne uno.. ma quello non sei tu.. a rileggerti presto..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Riki 4 mesi fa

        no worry man..

        Rispondi Mi piace Non mi piace